Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA DEL PENSIERO SCIENTIFICO
HISTORY OF SCIENTIFIC THOUGHT

Scoperte e scienziati per caso. Serendipity, opportunità metodologiche e pensiero divergente
Discoveries and scientists by chance. Serendipity, methodological opportunities and divergent thinking

A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Email Ricevimento studenti
Isabella Tassani Martedì e mercoledì, dopo le lezioni o su richiesta dello studente, previo appuntamento fissato tramite e-mail.
Didattica in lingue straniere
Insegnamento parzialmente in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta parzialmente in lingua italiana e parzialmente in lingua straniera. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Esiste veramente la scoperta scientifica “per caso” (Serendipity), di cui sono riportati molti esempi nei manuali di storia della scienza? Il corso si propone di avvicinare lo studente a casi esemplari di scoperte scientifiche e invenzioni tecniche (dai raggi X alla radioattività, dalla penicillina al velcro), riconosciute come frutto di un’osservazione imprevista o del riconoscimento di un’anomalia (secondo la definizione di Thomas Kuhn), per giungere a una riflessione epistemologica generale sulla logica e la psicologia della ricerca scientifica. 

La scoperta per caso rappresenta un punto dolente per gli epistemologi, soprattutto neopositivisti, che hanno perlopiù cercato la “logica” della scoperta, nel contesto della “giustificazione”. I filosofi post-neopositivisti hanno invece negato che la scoperta scientifica possa essere interamente spiegata dalla razionalità, per sottolineare piuttosto il ruolo rilevante del contesto storico e persino di dinamiche non sempre del tutto razionali. Infatti, molti studi sull’euristica e la psicologia della scoperta hanno rilevato che spesso questa è frutto della componente produttiva del pensiero, dell’intuizione e del pensiero divergente, che sono in gioco anche nel procedimento della scoperta matematica, e non solo della parte logica e razionale (Polya, Wertheimer). 

Un notevole contributo alla discussione può derivare dalle teorie evoluzionistiche che, a partire da Darwin, hanno riconosciuto alla base della biologia il ruolo determinante del caso, che pone in una luce nuova la spiegazione scientifica causale. Che cosa possiamo imparare dalla prospettiva evoluzionistica sulla scoperta e l’intelligenza umana, frutto della selezione naturale, al confine sottile tra la necessità deterministica della specie, da un lato, e la contingenza storica e la creatività dell’individuo, dall’altro?

La lettura diretta dei testi proposti e l’analisi critica dei concetti teorici consentirà allo studente di saggiare la profondità del dibattito epistemologico sulla scoperta, soffermandosi su temi come la logica e l’euristica della scoperta scientifica, l’evoluzionismo.

La conoscenza dei concetti teorici e filosofici che sono alla base delle teorie scientifiche è infatti essenziale alla completezza del curricolo seguito dallo studente.

Programma

Verranno affrontati i seguenti argomenti, secondo l’ordine sotto indicato:

  •    Introduzione alla nozione di Serendipity nelle scienze teoriche ed empiriche: case studies (matematica, fisica, ingegneria, biologia, medicina, etc.), scoperte e scienziati per caso.
  •    Epistemologia della scoperta: esiste una “logica” della scoperta scientifica? Il dibattito epistemologico su “contesto della giustificazione” vs. “contesto della scoperta” (T. Kuhn).
  •   Psicologia della scoperta scientifica: bias cognitivi, opportunità metodologiche e pensiero divergente (T. Kuhn, D. Kahneman).
  •    Euristica della scoperta: il pensiero produttivo, il ruolo dell’intuizione e delle idee fuorvianti nella scoperta, i processi di pensiero convolti nella risoluzione di problemi, anche matematici, e nella dimostrazione razionale (G. Polya, M. Wertheimer).
  •   La prospettiva evoluzionistica darwiniana e il ruolo del “caso” nella spiegazione biologica. La selezione naturale e la conservazione della specie. L’intelligenza umana e la scoperta nella prospettiva evoluzionistica.
  • Eventuali Propedeuticità

    Nessuna propedeuticità.

    Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

    • Lo studente dovrà mostrare di padroneggiare le conoscenze di base relative al dibattito epistemologico sulle basi concettuali della scienza moderna (teorie, problemi, metodi, strumenti). 
    • Lo studente dovrà dimostrare di aver compreso i concetti e le teorie esposti nel corso, di saperli utilizzare nell'ambito delle proprie indagini e di saperli comunicare. 
    • Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito la capacità di cogliere le molteplici interrelazioni, storiche ed epistemologiche, tra teorie fisiche e concezioni filosofiche. 
    • Lo studente dovrà mostrare di aver raggiunto un'adeguata consapevolezza metodologica e la capacità di individuare le principali direttrici interpretative della storia della scienza. 
    • Lo studente dovrà mostrare di aver acquisito un'adeguata capacità argomentativa, di analisi critica dei testi e di rielaborazione personale delle conoscenze.

    Materiale Didattico

    Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

    Attività di Supporto

    Non sono previsti seminari o attività di supporto alla didattica.


    Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Lezioni frontali ed eventuale discussione o approfondimenti su tematiche di particolare interesse per gli studenti, pertinenti al corso.

    Obblighi

    Non ci sono particolari obblighi di frequenza. Si presuppone che lo studente sia in possesso delle conoscenze e competenze acquisite nel Corso di Laurea Triennale.

    Testi di studio

    Le lezioni verteranno, oltre che sulle slides e su altro materiale elettronico che eventualmente sarà posto sulla piattaforma Moodle, sui seguenti articoli o capitoli di libri:

  • R. K. Merton, E. G. Barber, Viaggi e avventure della Serendipity, il Mulino, Bologna, 2002, cap. 1 (pp. 29-56); cap. 3 (pp. 83-92); cap. 9 (pp. 251-307).
  • W. Bynum, “Radioactivity”, in A Little History of Science, Yale University Press, New Heaven-London, 2012, pp. 189-195.
  •  I. Tassani, «“Fotografie dell’invisibile” e “pensiero senza immagini”. Röntgen e Külpe», in R. Mantovani, a cura di, Atti del XXX Congresso Nazionale SISFA 2010, Argalia Editore, Urbino, 2012, pp. 191-196.
  •  D. Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012, pp. 3-33.
  • G. Polya, Come risolvere i problemi di matematica, Utet, Torino, 2016, parti I (par. 1-17), II.
  •  T. Pievani, La vita inaspettata. Il fascino di un’evoluzione che non ci aveva previsto, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2011.
  • Modalità di
    accertamento

    Esame orale, che meglio consente di valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati.

    Il voto finale verrà determinato tenendo conto non solo delle conoscenze acquisite da parte dello studente, ma anche della sua capacità di utilizzare gli strumenti concettuali e bibliografici, di interpretare in maniera critica i testi e di argomentare con rigore. Anche l’attiva partecipazione in classe contribuirà alla valutazione finale.

    Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

    Modalità didattiche

    Gli studenti non frequentanti potranno rimanere in costante contatto con il docente, via e-mail, e porgli domande sul corretto svolgimento del percorso di preparazione all’esame.

    Obblighi

    Nessun obbligo di frequenza. È richiesto uno studio accurato.

    Testi di studio

    Al fine di poter meglio svolgere l’esame, anche senza l’ausilio delle lezioni, gli studenti non frequentanti potranno usufruire delle slides o di altro materiale elettronico che eventualmente sarà posto sulla piattaforma Moodle, e studieranno i seguenti articoli o capitoli di libri:

  •   R. K. Merton, E. G. Barber, Viaggi e avventure della Serendipity, il Mulino, Bologna, 2002, cap. 1 (pp. 29-56); cap. 3 (pp. 83-92); cap. 9 (pp. 251-307).
  •   T. Kuhn, “La struttura storica della scoperta scientifica”, in T. Kuhn, La tensione essenziale e altri saggi, Einaudi, Torino, 2006, pp. 65-78.
  •   I. Tassani , «“Fotografie dell’invisibile” e “pensiero senza immagini”. Röntgen e Külpe», in R. Mantovani, a cura di, Atti del XXX Congresso Nazionale SISFA 2010, Argalia Editore, Urbino, 2012, pp. 191-196.
  •  D. Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012, pp. 3-33.
  • G. Polya, Come risolvere i problemi di matematica, Utet, Torino, 2016, parti I (par. 1-17), II.
  •   T. Pievani, La vita inaspettata. Il fascino di un’evoluzione che non ci aveva previsto, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2011.
  • Modalità di
    accertamento

    Esame orale, che meglio consente di valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati.

    Il voto finale verrà determinato tenendo conto non solo delle conoscenze acquisite da parte dello studente, ma anche della sua capacità di utilizzare gli strumenti concettuali e bibliografici, di interpretare in maniera critica i testi e di argomentare con rigore.

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 16/09/16


    Condividi


    Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

    L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

    Numero Verde

    800 46 24 46

    Richiesta informazioni

    informazioni@uniurb.it

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Performance della pagina

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2020 © Tutti i diritti sono riservati

    Top