Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PEDAGOGIA GENERALE
GENERAL PEDAGOGY

Il pensiero riflessivo. Sfide educative e formative
Reflective thought. educational and training challenges

A.A. CFU
2016/2017 8
Docente Email Ricevimento studenti
Maria Chiara Michelini martedi dalle 15 alle 16 e mercoledi dalle 13 alle 14. Nel periodo delle lezioni il ricevimento verrà effettuato presso l'aula Tutor del polo Volponi, Terminato il corso il ricevimento proseguirà presso lo studio di Via Bramante, 17

Assegnato al Corso di Studio

Scienze e tecniche psicologiche (L-24)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso affronterà il tema del pensiero riflessivo, come chiave di volta delle sfide educative e formative della modernità. 

L’analisi verrà condotta sia dal punto di vista dei fondamenti teorici, che delle possibili dimensioni metodologiche ed operative.

In particolare si approfondirà la questione della formazione del pensiero riflessivo  dei docenti, nella prospettiva dell’apprendimento permanente.

Si affronterà inoltre, alla luce della stessa tematica, il problema del modello formativo della scuola dell'infanzia, deputata all'educazione intellettuale infantile, alla luce della migliore tradizione pedagogica italiana.

Programma

1.    Il pensiero riflessivo 

1.1.   fondamenti teorici

1.2.   direzioni e condizioni del pensiero riflessivo

1.3.   la formazione del professionista riflessivo

1.4.   modelli per per lo sviluppo del pensiero riflessivo nella  formazione iniziale e in servizio dei docenti. coordinate e strumenti

2. Comunità di pensiero

2.1. Caratteristiche 

2.2. Dalla comunittà di pratica alla comunità di pensiero

3.    Il docente riflessivo

3.1.   Il pensiero riflessivo dei docenti

3.2.  Circuiti viziosi e circuiti virtuosi del cambiamentodi idee

3.3.   Dispositivi e pratiche riflessive

4.. La scuola dell'infanzia per la formazione del pensiero

4.1. la mente del bambino e la formazione intellettuale infantile 

4.2. il modello della scuola dell'infanzia a nuovo indirizzo

4.3.da Maria Montessori alle prospettive di sviluppo della scuola dell'infanzia 

Eventuali Propedeuticità

Non prevista

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

In rapporto alla Pedagogia generale lo studente dovrà mostrare il possesso:

- della padronanza delle conoscenze di base, relative al pensiero riflessivo e ai modelli della formazione dei docenti, con riferimento sia alla formazione iniziale che alla formazione in servizio, in un'ottica di life-long-learning; oltre che delle conoscenze relative ai modelli della scuola dell'infanzia a nuovo indirizzo.

- della comprensione dei concetti fondamentali della disciplina, con riferimento al pensiero riflessivo come  chiave di volta delle sfide educative e formative della modernità. In tal senso dovrà essere in grado di discutere dispositivi, procedure e  strumenti ideonei alla formazione del pensiero riflessivo.

- della capacità di usare conoscenze e concetti per ragionare secondo la logica della disciplina, in ordine alla formazione iniziale e in servizio dei docenti. Dovrà essere in grado, in particolare, di simulare alcune procedure riflessive per la formazione professionale. Dovrà inoltre utilizzare criticamente conoscenze e concetti in relazione ai modelli educativi intellettuali infantili per la scuola dell'infanzia. 

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Esercitazioni

-  Seminari integrativi. Si prevede lo svolgimento di due seminari: 

  • TITOLO: LA FORMAZIONE RIFLESSIVA DEI DOCENTI PER LO SVILUPPO DELLA MENTE DEL BAMBINO.Tenuto dalla prof. Maria-Chiara Michelini

  • TITOLO: FARE COMUNITA' DI PENSIERO. INSEGNAMENTO COME COMUNITA' DI PENSIERO. Seminario tenuto Mercoledì 30 novembre 2016 ore 16.00/19.00 presso la Sala della Repubblica-Urbino dalla prof. Maria-Chiara Michelini, in collaborazione con i cultori della materia, oltre che con i docenti partecipanti alla ricerca "Il docente riflessivo".


  • Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Lezioni frontali, seminari, lavori di gruppo.

    Per quanto concerne il coordinamento dei lavori di gruppo si prevede il supporto di cultori della materia. 

    per quanto concerne i seminari si prevede il supporto dei cultori della materia, oltre che la partecipazione di docenti partecipanti alla ricerca "il docente riflessivo

    Obblighi

    La frequenza non è obbligatoria

    Testi di studio

    - M.C. Michelini, Educare il pensiero, FrancoAngeli, Milano, 2013, pag. 195.

    - M.C. Michelini, Fare Comunità di pensiero, FrancoAngeli, Milano, 2016, pag.207 (in corso di stampa)  

    - M. Baldacci, Prospettive per la scuola dell'infanzia, Carocci, Roma, 2015.

    Modalità di
    accertamento

    Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso un Colloquio orale in quanto si intende accertare la conoscenza di base relativa all'attuale concezione del pensiero riflessivo  nelle professioni, con particolare riferimento all'insegnamento. 

    E' previsto lo svolgimento di una prova di valutazione formativa di fine corso, consistete in una prova scritta con domande aperte sull'intero programma svolto. 

    Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

    Modalità didattiche

    Gli studenti non frequentanti potranno comunque accedere alla piattaforma Moodle › blended.uniurb.it in cui verranno inseriti tutti i materiali messi a disposizione dal docente e quelli utilizzati nel corso delle lezioni e dei seminari.

    Attraverso la medesima piattaforma potranno svolgere delle esercitazioni suggerite dal docente.

    Obblighi

    La frequenza non è obbligatoria

    Testi di studio

    - M.C. Michelini, Educare il pensiero, FrancoAngeli, Milano, 2013, pag. 195.

    - M.C. Michelini, Fare Comunità di pensiero, FrancoAngeli, Milano, 2016, pag.207 (in corso di stampa)  

    - M. Baldacci, Prospettive per la scuola dell'infanzia, Carocci, Roma, 2015.

    Modalità di
    accertamento

    Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso un Colloquio orale in quanto si intende accertare la conoscenza di base relativa all'attuale concezione del pensiero riflessivo  nelle professioni, con particolare riferimento all'insegnamento.

    E' previsto lo svolgimento di una prova di valutazione formativa di fine corso, consistete in una prova scritta con domande aperte sull'intero programma svolto. 

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 21/12/16


    Condividi


    Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

    L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

    Numero Verde

    800 46 24 46

    Richiesta informazioni

    informazioni@uniurb.it

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Performance della pagina

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2019 © Tutti i diritti sono riservati

    Top