Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ECONOMIA REGIONALE
REGIONAL ECONOMICS

A.A. CFU
2016/2017 8
Docente Email Ricevimento studenti
Ilario Favaretto

Assegnato al Corso di Studio

Economia Aziendale (L-18)
Curriculum: AMMINISTRAZIONE D'IMPRESA E PROFESSIONE
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti i concetti teorici fondamentali dell'economia regionale, della crescita regionale e della localizzazione delle attività produttive. Affronta successivamente il problema dello sviluppo su scala locale, con particolare attenzione al fenomeno dei distretti industriali e delle connessioni tra il decentramento produttivo e lo sviluppo territoriale. I problemi dell'integrazione economica e dello sviluppo regionale vengono infine considerati nell'ambito del processo di globalizzazione dell'economia e dei mercati. Vengono indagati i nessi esistenti tra l'integrazione globale e le tendenze alla regionalizzazione. Al centro di questa analisi viene posto il problema della competitività tra aree e l'evoluzione delle regole del gioco in un'economia globale.

Programma

Parte Prima: Teoria della Localizzazione.
1.1. Economie di Agglomerazione , Localizzazione e costi di trasporto.
1.2. Dimensione del mercato, economie di scala e costi di trasporto.
1.3. La domanda spaziale, l'equilibrio del mercato e la localizzazione dell'impresa.
1.4. L'interdipendenza nelle scelte localizzative: il modello di Hotelling.
1.5. Altri modelli localizzativi: von Thünen, Cristaller e Lösch.
1.6. Gerarchia e Localizzazione.

Parte Seconda: Teorie della crescita regionale.
2.1 Le differenti interpretazioni di crescita/sviluppo regionale.
2.2 Fasi di sviluppo e disparità.
2.3 Struttura industriale e crescita regionale.
2.4 L'approccio centralità perifericità.
3. Domanda e crescita regionale.
3.1 La regione esportatrice: il modello della base d'esportazione.
3.2 L'analisi input-output.
3.3 La regione importatrice: il Modello Harrod-Domar.

Parte Terza: Teorie dello sviluppo locale
3.1 Competitività e sviluppo esogeno.
3.2 I poli di sviluppo.
3.3 Diffusione spaziale dell'innovazione.
3.4 Competitività e sviluppo endogeno.
3.5 Le economie di agglomerazione.
3.6 Il distretto industriale.

Parte Quarta: Teorie della crescita regionale
4.1 Rendimenti crescenti e competitività.
4.2 Lo sviluppo circolare accumulativo.
4.3 La nuova geografia economica.
4.4 Crescita endogena: stock di conoscenze e di apprendimento.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale, seminari ed eventuali tesine di approfondimento su temi specifici individuati assieme agli studenti.

Testi di studio

Per la preparazione all'esame si consiglia il solo uso del testo :
- R. Capello, Economia Regionale, Il Mulino, ultima edizione.
 

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 01/03/2017


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2023 © Tutti i diritti sono riservati

Top