Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA SOCIALE
SOCIAL HISTORY

A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Email Ricevimento studenti
Dino Mengozzi Martedì, ore 10-12, Mercoledì, ore 11-12, Studio in Via Viti 10, primo piano.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze dell'Educazione (L-19)
Curriculum: ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso è finalizzato all’acquisizione delle teorie storiografiche fondamentali sul modo di fare storia e di avvicinarsi all'interpretazione del passato. Il corso mira, in particolare, a formare padronanza dei concetti e delle procedure che caratterizzano la ricerca storica, i criteri di verifica, di calcolo o messa in serie dei fenomeni, le tecniche di esplorazione delle banche dati, i meccanismi di rappresentazione delle sensibilità collettive, nella dialettica fra continuità e rottura. La conoscenza delle teorie storiografiche e delle tecniche di ricerca documentaria costituiscono elementi formativi essenziali all'esercizio della professionalità di docente e alla costruzione di laboratori insieme agli studenti.

Programma

Corpi esaltati, venerati, suppliziati, nascosti o cancellati: il corpo è un luogo del conflitto sociale e politico, ma prima ancora il corpo è una costruzione culturale. Il corso se ne occupa a partire dall'Ottocento - l'età vittoriana - che segna l'inizio della "scopertta" del corpo, quale lo intendiamo oggi, attraverso l'igiene, la medicina, la ginnastica e lo sport, ma soprattutto attraverso il matrimonio d'amore. Durante il Risorgimento italiano il corpo dell’eroe è spesso eletto a corpo eccezionale dalle proprietà quasi miracolose, tali perfino da sconfiggere la morte. Il corpo disegna una leadership, è oggetto di culto o figura, al contrario, come luogo dell’impotenza e della degradazione dell’avversario. Il cittadino della futura nazione italiana è disegnato come dotato di un corpo virile, che non teme la guerra e il martirio.  Nella prima guerra mondiale il corpo ferito, sfigurato e ucciso diventa lo strumento di una lunga elaborazione del lutto, che attraverserà l’immaginario dell’intero XX secolo. La considerazione del corpo è alla base dell’identità di un gruppo sociale o di una nazione. Nella longevità dei corpi, nel tasso di salute, nella forma imposta dai divi dello sport e della moda, possiamo leggere la storia di una società e la sua evoluzione. Attraverso i corpi abbiamo la possibilità di gettare uno sguardo sul complesso del vivere sociale, più di quanto consentissero gli approcci storiografici tradizionali.

Dettagli del corso e fasi di svolgimento:

1.  Linee per una nuova storiografia

La lezione delle "Annales", lo studio del mentale con Ariès e Vovelle, il ritorno alla politica con Agulhon, la vita materiale e il corpo.

2.  Il corpo “vittoriano”

Prima "scoperta" del corpo dai primi decenni del XIX secolo: igiene, ginnastica, corpo "macchina", flirt e matrimoni romantici.

3.  Martirologi e Italia nazione

"Scoperta" del corpo nel processo risorgimentale italiano, dai martiri della Restaurazione, agli eroi del Risorgimento, al "corpo borghese" nell'Italia unita.

4.  Il lutto e la memoria

La Grande guerrra e il trattamento dei corpi dei soldati: dalla piatsrina personale al Milite ignoto.

5.  Carisma e leadership nel fascismo

Biopolitica e fascismo: un regime a misura de "corpo del duce", l'uomo nuovo fascista, la distruzione del corpo del duce e il difficile passaggio alla democrazia (senza corpi).

6.  Corpi dei divi e dello sport

Il "trionfo del corpo": un corpo su cui dichiarare la propria identità, un corpo figlio del soggetto, costruito sul mercato del consumo, dedito alla performance dello sport-spettacolo.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

In rapporto alla Storia sociale lo studente dovrà mostrare il possesso della padronanza delle correnti storiografiche fondamentali, in particolare quelli ruotanti intorno alla scuola delle "Annales" e la lezione fornita dalla storia culturale e dalle problematiche del gender, con particolare riferimento ai rapporti con le altre scienze umane e all'approccio didattico-disciplinare.

Lo studente dovrà mostrare di comprendere i concetti e le teorie previsti dal corso; dovrà essere in grado di analizzare una banca dati, redarre una bibliografia e tracciare un approccio di massima allo studio intorno a un "problema" storiografico, individuando il contesto storico e sociale.

 Lo studente dovrà mostrare il possesso della capacità di usare conoscenze e concetti storiografici che consentano di ragionare secondo la specifica logica della disciplina. Dovrà essere in grado, in particolare, di  prospettare ipotesi di ricerca, individuare temi adatti all'esplorazione conoscitiva, alla loro traduzione negli strumenti del laboratorio didattico.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

E' prevista la proiezione di filmati d'epoca intorno alla problematiche di rappresentazione dei corpi degli italiani. Gli studenti sono tenuti ad accedere alla piattaforma di dialogo Blended learning, per l'esame e la discussione di materiali didattici, articoli, canzoni e musiche.

E' previsto un seminario facoltativo su "Storia e computer", per iniziare i frequentanti alla redazione di articoli e saggi di storia e all'esplorazione on line di banche dati.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale e multimediale; proiezioni e discussioni di filmati nella Sala cinema di Via Saffi 15; esplorazioni di siti on-line dedicati ai trattamenti dei corpi nella storia, alle modificazioni chirugiche e ai trattamenti sanitari del "benessere". Gli studenti sono tenuti a dialogare fra loro e con il docente attraverso la piattaforma Blended learning.

Obblighi

E' raccomandato l'approccio diretto, individuale ai testi di studio.

Testi di studio

D. Mengozzi, Corpi posseduti. Eroi e martiri dal Risorgimento a Pinocchio, Manduria-Bari-Roma, Lacaita, 2012, pp. 282.

J. Winter, Il lutto e la memoria. La Grande guerra nella storia culturale europea, tr. it., Bologna, Il Mulino, 1998, fare solo i primi quattro capitoli, pp. 165

S. Luzzatto, Il corpo del duce. Un cadavere tra immaginazione, storia e memoria, Torino, Einaudi, 2011, pp. 342.

H. Juvin, Il trionfo del corpo, Milano, Egea, 2006, pp. 200.

 E’ vivamente consigliato l’inquadramento storico dei secoli XIX e XX mediante un buon manuale delle Scuole superiori.

Modalità di
accertamento

Esame scritto, con questioni aperte. Le questioni sono in numero di cinque (del valore di 6 punti ognuna) e vertono su cinque momenti fondamentali del programma: il ruolo del corpo nel Risorgimento e la formazione dell'unità nazionale italiana; la Grande guerra e il tema del lutto sociale; il passaggio dal fascismo alla democrazia in Italia, visto attraverso la vicenda di Mussolini; l'affermazione del corpo a partire dal secondo dopoguerra nella società occidentale; il "trionfo del corpo", ovvero un'idea del corpo come proprietà personale, da costruire e trasformare sul mercato del consumo, secondo propri ideali e aspirazioni, talvolta di breve respiro.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Sono previsti supporti attraverso la piattaforma Blended learning  con l'invio di materiali didattici, articoli, immagini da commentare.

Obblighi

Non può essere evitato l'approccio diretto, individuale ai testi di studio.

Testi di studio

D. Mengozzi, Corpi posseduti. Eroi e martiri dal Risorgimento a Pinocchio, Manduria-Bari-Roma, Lacaita, 2012, pp. 282.

J. Winter, Il lutto e la memoria. La Grande guerra nella storia culturale europea, tr. it., Bologna, Il Mulino, 1998, fare solo i primi quattro capitoli, pp. 165

S. Luzzatto, Il corpo del duce. Un cadavere tra immaginazione, storia e memoria, Torino, Einaudi, 2011, pp. 342.

H. Juvin, Il trionfo del corpo, Milano, Egea, 2006, pp. 200.

 E’ vivamente consigliato l’inquadramento storico dei secoli XIX e XX mediante un buon manuale delle Scuole superiori.

Modalità di
accertamento

Esame scritto a questioni aperte, come più sopra indicato.

Note

Chi voglia portare un programma personalizzato è tenuto a concordarlo con il docente almeno un mese prima dell'esame.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 30/07/2016


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top