Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


LABORATORIO ORGANIZZAZIONE EVENTI
LAB. EVENT MANAGEMENT

Project Management di un evento culturale
Cultural Events Project Management

A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Mail Ricevimento studenti
Roberto Alessi Scrivere una mail a roberto.alessi@uniutb.it per concordare un appuntamento
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Informazione, Media, Pubblicità (L-20)
Curriculum: INFORMAZIONE, SPETTACOLO E NEW MEDIA
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il laboratorio focalizza la sua attenzione sull’evento culturale e di spettacolo che, nelle sue varie forme, è diventato vettore previlegiato per importanti messaggi di comunicazione e strumento centrale nelle politiche di valorizzazione e promozione territoriale. Ci si interroga su quali sono le dimensioni fondamentali che caratterizzano un evento in quanto progetto creativo e quali sono le implicazioni gestionali, organizzative e amministrative connesse alla sua ideazione, pianificazione, realizzazione e chiusura. Il tutto attraverso un approccio laboratoriale con analisi di casi esemplificativi e attività di gruppo sviluppate in aula. 

Programma

1.L'evento come progetto creativo

  • Che cosa è un processo creativo?
  • Che cosa è un evento?
  • Elementi di novità ed elementi di utilità di un evento culturale

2.Forme e tipologie di eventi

  • Tipologie storiche di eventi
  • Tipologie contemporanee di eventi

3. L’evento come progetto organizzativo: il Project Management di un evento

4. Le fasi del Project Management di un evento

  • Ideazione
  • Lo studio di fattibilità
  • Stesura del progetto
  • La fase di pianificazione
  • Le dinamiche di realizzazione
  • La fase di chiusura
  • La fase di valutazione

5. Esercitazioni e presentazione di un progetto di evento

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

  • Padronanza delle conoscenze di base relative a: fenomenologia degli eventi culturali (eventi nella storia e nella contemporaneità), principi epistemologici del pensiero creativo e progettuale; principi generali del Project Management Culturale; aspetti metodologici legati ad ogni fase di sviluppo di un progetto di evento culturale
  • Comprensione del ciclo di vita di un progetto di evento culturale e dei principali strumenti e delle tecniche più utilizzate che caratterizzano la progettazione e realizzazione di ogni singola fase dell'evento culturale
  • Capacità di utilizzare i principi filosofici, culturali e metodologici appresi per sviluppare, in un contesto di lavoro di gruppo, un progetto originale di evento culturale

Materiale Didattico e Attività di Supporto

Slide e dispense, indicazioni bibliografiche e sitografiche, lavori di gruppo a supporto della didattica.



Il materiale didattico predisposto dal docente (come ad esempio diapositive, dispense, esercitazioni) e le comunicazioni specifiche del docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di case study e lavori di gruppo.

Obblighi

Il corso, concepito in forma laboratoriale, prevede un mix di lezioni frontali, attività di discussione e di lavoro di gruppo su progetti originali. Per questi motivi vi è l'obbligo di partecipare con continuità  alle attività d'aula (almeno tre quarti delle ore di lezione).

Testi di studio

Per gli studenti frequentanti verranno fornite, nel corso delle lezioni, indicazioni bibliografiche specifiche.

In ogni caso i testi di riferimento sono:

  • Argano L. Manuale di progettazione della cultura, FrancoAngeli, 2012
  • Argano L., Bollo A., Dalla Sega P., Vivalda., Gli eventi culturali, FrancoAngeli, Milano, 2005.
Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. È prevista la possibilità di presentare un paper scritto, su un tema concordato con il docente.

  • Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
  • Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
  • Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
  • Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

Argano L., Bollo A., Dalla Sega P., Vivalda., Gli eventi culturali, FrancoAngeli, Milano, 2005.

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. È prevista la possibilità di presentare un paper scritto, su un tema concordato con il docente.

  • Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
  • Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
  • Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
  • Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.
« torna indietro Ultimo aggiornamento: 28/09/16


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top