Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PSICOLOGIA DELLA MARGINALITÀ E DELLA DEVIANZA
PSYCHOLOGY OF MARGINALITY AND DEVIANCE

A.A. CFU
2017/2018 6
Docente Email Ricevimento studenti
Monia Vagni

Assegnato al Corso di Studio

Psicologia Clinica (LM-51)
Curriculum: COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso prevede di affrontare le principali teorie della criminologia e della psicologia sul tema della devianza, delineando i fattori di rischio e quelli protettivi sia interni alla persona che esterni, ovvero legati all'ambiente di vita. Verranno pertanto esaminati sia i fattori personologici che sociali e culturali inseti nel comportamento marginale e deviante.
Il corso, inoltre, prevede l'acquisizione della conoscenza da parte dello studente delle varie forme di marginalità e di devianza e quali possono essere le risposte più funzionali da parte della società.
Finalità del corso è l'acquisizione avanzata di alcuni concetti basi della psicologia sociale e clinica, applicati in un contesto di intervento giuridico e giudiziario. Il programma vuole illustrare un approccio integrato di valutazione e di intervento, per comprendere la complessità dei fenomeni legati alla marginalità e alla devianza.

Programma

Illustrazione delle principali teorie della Scuola Classica per giungere a quelle più recenti che prevedono un approccio interdisciplinare.
Le specificità delle diverse marginalità e devianze. Verrà fatta una distinzione tra devianza occasionale, e la vera e propria carriera criminale, con un'analisi dei fattori personali, le caratteristiche di personalità, i fattori contestuali e le forme di appartenenza alle sottoculture.
Verranno affrontate le varie forme di devianza: individuale, di gruppo, organizzata, femminile e minorile. Verranno anche analizzate le possibili risposte che la società offre come forme di prevenzione e di controllo: dagli interventi sociali a quelli giuridico-normativi.
Se la devianza rappresenta una delle forme di marginalità che richiama risposte tempestive e che coinvolge soprattutto i livelli di sicurezza; è pur vero che nella società esistono altre forme di marginalità che si caratterizzano per comportamenti disfunzionali e che rispecchiano una condizione di disadattamento meno "rumorose".
Il corso prevede anche di affrontare le forme di disadattamento sociale, da quelle più note a quelle più moderne, venendo a delineare i fattori di diversità, di marginalità e di svantaggio psico-sociale.
Verrà anche data particolare importanza al ruolo di valutazione a cui lo psicologo è chiamato a fare circa l'autore di reato e ai fattori di pericolosità sociale, sia interni che esterni.
Verrà posta particolare attenzione alla valutazione psicologica sia delle vittime che degli autori dei vari delitti, come ad esempio: stalking, omicidio, pedofilia, etc.
Particolare attenzione, inoltre, verrà data all'approfondimento dei fattori criminogenetici e criminodinamici.

verranno affrontati i seguenti argomenti:

introduzione al dirittoo civile/penale

le situazioni di marginalità dei minori

l'accertamento dell'abuso sessuale

la testimonianza

la capacità a rendere testimonianza

l'audizione protetta e l'incidente probatorio

la sugegstionabilità

l'imputabilità

cenni di psicopatologia forense

la devianza minorile

il trattamento dei sex offenders

Eventuali Propedeuticità

No

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

In rapporto alla disciplina lo studente deve mostrare il possesso:
- della padronanza delle conoscenze delle discipline specialistiche;
- della comprensione dei concetti avanzati della disciplina;
- della capacità di usare conoscenze e concetti per ragionare in maniera autonoma sulle problematiche della disciplina.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali; esercitazione, studio di casi e seminari integrativi

Obblighi

no

Testi di studio

Fornari U. (2015) Trattato di psichiatria forense VI edizione Utet, Torino.

da studiare fino a pag 694 ( escluse le pagine da 413 a 452  e da pag 502 a pag 511)

Modalità di
accertamento

Esame orale.

il docente si riserva di effettuare la prova scritta in sostituzione di quella orale in base al numero degli iscritti.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

non sussistono differenze rispetto a quanto previsto per gli studenti frequentanti

Obblighi

No

Testi di studio

non sussistono differenze rispetto a quanto previsto per gli studenti frequentanti

Modalità di
accertamento

non sussistono differenze rispetto a quanto previsto per gli studenti frequentanti

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 04/07/17


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top