Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


LETTERATURA GRECA
ANCIENT GREEK LITERATURE

Aspetti del
Aspects of the

A.A. CFU
2017/2018 12
Docente Email Ricevimento studenti
Liana Lomiento IMMEDIATAMENTE DOPO LE LEZIONI
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Lettere classiche e moderne (LM-14 / LM-15)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso intende riflettere su alcuni aspetti del concetto di "sacro" nel pensiero greco  nel teatro classico e nella riflessione socratico-platonica.

La finalità vuol essere quella di evidenziare alcune rilevanti questioni metodologiche proprie dell'indagine filologica, storico-letteraria e della storia del pensiero e della mentalità, attraverso lo studio concreto di testi nei quali è operante la nozione di "sacro", o nei quali sono esplorati aspetti del "sacro" (come l'esser pio, la santità, il sacrificio e la celebrazione dei sacrifici, l'osservare rispetto verso la divinità, ecc.), che fu un concetto centrale nella religione e nell'antropologia greche.

Programma

La prima parte del corso si concentrerà sulla lettura e sul commento della tragedia eschilea Le Supplici (prima metà del V sec. a.C.)

Il corso di aprirà con un’introduzione generale alla tematica della sacralità del supplice sulla quale s'incentra la tragedia di Eschilo oggetto del corso, e sul valore della supplica nella cultura greca.

Di seguito, ed entro il I semestre, ci si soffermerà sulla lettura, la traduzione e il commento critico del testo delle Supplici.

Per le sezioni recitate è prevista la lettura metrica, delle parti corali sarà data una interpretazione generale delle forme liriche e della struttura strofica dei canti.

Nella seconda parte, che avrà inizio nel II semestrem sarà affrontata la lettura del dialogo di Platone (V/IV sec. a.C.), Eutifrone.

Esso s’incentra sul tema della "santità", della quale nel corso del dialogo si cerca una definizione generale, e come tale risulta coerente con l'argomento generale del corso. Il dialogo costituisce un approfondimento sulla cultura etico-religiosa del tempo di Platone. In particolare, sembra volersi colpire una mentalità religiosa fondata sul rispetto esteriore dei culti, opportunistica e vuotamente ritualistica, ossessionata dal timore del miasma (contaminazione).

Il testo sarà letto nella lingua originale e commentato in maniera puntuale sia in rapporto al pensiero platonico sia in rapporto alla storia della mentalità.

Eventuali Propedeuticità

E' assolutamente necessaria una solida conoscenza della lingua greca.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Dal punto di vista delle informazioni specifiche ottenute, al termine del corso lo studente avrà acquisito un’approfondita conoscenza di una nozione etico-religiosa di valore centrale nella storia della mentalità greca antica.

Più in generale, e bene in linea con il profilo professionale del corso di studio, il procedimento della lettura analitica dei testi prescelti avrà una significativa ricaduta sulla capacità dello studente di affrontare in maniera competente e rigorosa la lettura dei testi proposti (letterari, drammatici, filosofici, altri testi eventualmente presentati durante le lezioni), sviluppando abilità di analisi, di close reading, di sintesi e di pensiero critico sui dati e sulle fonti. L'insieme delle competenze acquisite consentirà allo studente di formulare autonomamente ipotesi filologicamente fondate su nuovi testi o nuovi insiemi di testi (dati, fonti, testi letterari).

Dal punto di vista della formazione, lo studente approfondirà la propria consapevolezza di specifici aspetti metodologici caratterizzanti l'indagine filologica e storico-letteraria, nonché la propria sensibilità estetica agli aspetti formali e retorici del discorso letterario in poesia e in prosa.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Il corso potrà essere integrato da seminari e conferenze di argomento pertinente o, in ogni caso, di rilevanza formativa e metodologica per quanto attiene alle metodiche e alle tematiche della Letteratura greca antica e in generale dei classici greci e latini.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali.

Obblighi

E' fortemente consigliata l'assidua partecipazione alle lezioni e ai seminari integrativi eventualmente previsti.

Lo studente è tenuto alla lettura integrale di tutti i testi previsti in programma, che dovrà tradurre e commentare secondo le linee indicate nello svolgimento del corso.

Lo studente è inoltre tenuto alla scrupolosa lettura dei testi di studio previsti in programma e a quelli eventualmente indicati dal docente nel corso delle lezioni.

Lo studente è tenuto, altresì, a mostrare una conoscenza della letteratura greca con attenzione particolare alle parti (autori, opere, periodi storico-letterari) che hanno costituito argomento del corso. 

Testi di studio

Le edizioni di riferimento per i testi greci oggetto del corso saranno:

 Aeschyli Tragoediae, M.L. West (ed.), Stuttgart 1998 (II ed.)

Platonis Opera I, J. Burnet (ed.), Oxford 1987 (1900)

Lo studente è tenuto alla lettura delle sezioni sul teatro attico e sulla letteratura filosofica (con particolare attenzione alla produzione platonica) in uno dei seguenti manuali: A. Porro - W. Lapini (Bologna, Il Mulino, 2017), F. Montanari (Roma-Bari, Laterza, 1998), G.A. Privitera - R. Pretagostini (Torino, Einaudi, 1997), L.E. Rossi (Firenze, Le Monnier, 1995)

Sulle Supplici di Eschilo, leggerà il saggio di A. Garvie, Aeschylus’ Supplices. Play and Trilogy, Bristol 2006 (II ed.); consulterà inoltre l’edizione commentata di A.J. Bowen, Aeschylus. Suppliant Women, Oxford 2013

Su Platone leggerà il saggio di F. Trabattoni, Platone, Roma 2013 (2009)

Lo studente è inoltre tenuto alla lettura del saggio: Sacred Words: Orality, Literacy and Religion, ed. by A.P.M.H. Lardinois, J.H. Blok, M.G.M. Van der Poel, Leiden-Boston 2011

Per la metrica greca, si consiglia la consultazione del manuale di B. Gentili, L. Lomiento, Metrica e Ritmica. Storia delle forme poetiche della Grecia antica, Milano 2012 (2003)

Leggerà anche, in traduzione italiana (in una delle edizioni con testo a fronte attualmente circolanti), le seguenti opere:

Euripide, Ifigenia in Tauride

Euripide, Baccanti

Platone, Apologia di Socrate

Ulteriore bibliografia verrà eventualmente indicata dal docente nel corso delle lezioni.

I testi indicati che non saranno disponibili presso la Biblioteca di Ateneo saranno messi a disposizione dal docente.

Modalità di
accertamento

Esame scritto e orale:

- la prova scritta, della durata di due ore, prevede la traduzione e il commento di un breve testo attinto dall'insieme dei testi commentati a lezione; sarà fissata una prova scritta per ciascuna sessione di esame; essa sarà valutata e andrà a far media con la prova orale, in ciascuno degli appelli previsti nella medesima sessione;

- la prova orale prevede domande generali sull'argomento del corso e una prova di traduzione all'impronta di una porzione di testo – dai testi previsti in programma - non inclusa tra quelle commentate a lezione.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Non sono previste modalità di insegnamento a distanza.

Obblighi

Lo studente è tenuto alla lettura integrale di tutti i testi previsti in programma, che dovrà tradurre e commentare secondo le linee indicate nello svolgimento del corso.

Lo studente è inoltre tenuto alla scrupolosa lettura dei testi di studio previsti in programma.

Lo studente è tenuto, altresì, a mostrare una conoscenza della letteratura greca con attenzione particolare alle parti (autori, opere, periodi storico-letterari) che hanno costituito argomento del corso. 

Testi di studio

Le edizioni di riferimento per i testi greci oggetto del corso saranno: Aeschyli Tragoediae, M.L. West (ed.), Stuttgart 1998 (II ed.); Platonis Opera I, J. Burnet (ed.), Oxford 1987 (1900)

Lo studente è tenuto alla lettura delle sezioni sul teatro attico e sulla letteratura filosofica (con particolare attenzione alla produzione platonica) in uno dei seguenti manuali: A. Porro - W. Lapini (Bologna, Il Mulino, 2017), F. Montanari (Roma-Bari, Laterza, 1998), G.A. Privitera - R. Pretagostini (Torino, Einaudi, 1997), L.E. Rossi (Firenze, Le Monnier, 1995)

Sulle Supplici di Eschilo, leggerà il saggio di A. Garvie, Aeschylus’ Supplices. Play and Trilogy, Bristol 2006 (II ed.); consulterà inoltre l’edizione commentata di A.J. Bowen, Aeschylus. Suppliant Women, Oxford 2013

Su Platone leggerà il saggio di F. Trabattoni, Platone, Roma 2013 (2009)

Lo studente è inoltre tenuto alla lettura del saggio: Sacred Words: Orality, Literacy and Religion, ed. by A.P.M.H. Lardinois, J.H. Blok, M.G.M. Van der Poel, Leiden-Boston 2011

Per la metrica greca, si consiglia la consultazione del manuale di B. Gentili, L. Lomiento, Metrica e Ritmica. Storia delle forme poetiche della Grecia antica, Milano 2012 (2003)

Leggerà anche, in traduzione italiana (in una delle edizioni con testo a fronte attualmente circolanti), le seguenti opere:

Euripide, Ifigenia in Tauride

Euripide, Baccanti

Platone, Apologia di Socrate

E’ inoltre tenuto alla lettura del manuale di R. Pierini, R. Tosi, Capire il greco, Bologna 2014.

I testi indicati che non saranno disponibili presso la Biblioteca di Ateneo saranno messi a disposizione dal docente.

Modalità di
accertamento

Esame scritto e orale:

- la prova scritta, della durata di due ore, prevede la traduzione e il commento di un breve testo attinto dall'insieme dei testi commentati a lezione; sarà fissata una prova scritta per ciascuna sessione di esame; essa sarà automamente valutata e andrà a far media con la prova orale, in ciascuno degli appelli previsti nella medesima sessione;

- la prova orale prevede domande generali sull'argomento del corso e una prova di traduzione all'impronta di una porzione di testo – dai testi previsti in programma - non inclusa tra quelle commentate a lezione.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 18/0720/17


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top