Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FILOSOFIA DELLA STORIA
PHILOSOPHY OF HISTORY

Progresso e libertà nella modernità
Human development and freedom in modernity

A.A. CFU
2017/2018 12
Docente Email Ricevimento studenti
Roberto Bordoli Durante il corso: mercoledì 11.00-12.00. Altrimenti: su appuntamento richiesto per mail

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Avvio alla lettura, riassunto, parafrasi, commento storico-critico e interpretazione di passi d'un testo filosofico (in traduzione italiana ed eventualmente in lingua originale)


Acquisizione e uso d'un lessico appropriato e di adeguate procedure argomentative.

Individuazione delle fonti e dei destinatari.


Introduzione alla filosofia della storia come disciplina filosofica moderna.

Definizione di tratti caratteristici dell'età moderna in senso diacronico e sincronico.

Sensibilizzazione alla storicizzazione delle idee morali e politiche proprie di individui e comunità.

Programma

Il corso verte su talune caratteristiche idee relative alla libertà e al progresso umano e sociale prima e dopo la Rivoluzione francese, focalizzandosi infine sulla sintesi hegeliana. Contestualmente esso fornisce i rudimenti della filosofia della storia da metà Settecento al 1848. Oggetto di particolare considerazione saranno le forme etico-politiche (specialmente la nozione di democrazia), e le mentalità filosofico-religiose.

Prima parte: Elementi di filosofia della storia

Seconda parte: Prima della Rivoluzione

Terza parte: Dopo la Rivoluzione

Quarta parte: la sintesi di Hegel

Eventuali Propedeuticità

No

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): dimostrare di avere conoscenze e capacità di comprensione di livello post secondario, anche su temi specifici, sulla base delle fonti e di parte della letteratura secondaria;
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding): competenze adeguate per ideare e sostenere argomentazioni nel proprio ambito di studio, anche in prospettiva comparativa;
Autonomia di giudizio (making judgements): raccogliere ed interpretare i dati utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi storico-sociali ed etici;
Abilità comunicative (communication skills): comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti con lessico appropriato;
Capacità di apprendimento (learning skills): sviluppare le competenze necessarie per intraprendere studi successivi con un certo grado di autonomia.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Il materiale didattico messo a disposizione dal docente è reperibile, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle ›blended.uniurb.it

Sono previste alcune attività seminariali (2-4 ore).


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e seminari.

Obblighi

La frequenza è obbligatoria.

Testi di studio

Si assumono come riferimento i seguenti gruppi di testi:

1.FONTI

-1.1 Jean-Jacques Rousseau, Discorso sull’origine e i fondamenti della disuguaglianza, Laterza.

-1.2 Jean-Jacques Rousseau, Il contratto sociale, Laterza.

-1.3 Gabriel Bonnot de Mably, Dialoghi di Focione, in Scritti politici, UTET.

-1.4 Johann Gottfried Herder, Ancora una filosofia della storia, Einaudi.

-1.5 Immanuel Kant, Scritti di storia, politica e diritto, Laterza.

-1.6 Immanuel Kant, Critica della ragion pratica, Laterza.

-1.7 Benjamin Constant, La libertà degli antichi paragonata a quella dei moderni, Einaudi.

-1.8 G.W.F. Hegel, Lezioni sulla filosofia della storia, Laterza.

-1.9 G.W.F. Hegel, Lezioni sulla storia della filosofia, Laterza.

2.LETTERATURA

-2.1 A. Burgio, Eguaglianza, interesse, unanimità: la politica di Rousseau, Bibliopolis.

-2.2 S. De Luca, Il pensiero politico di Constant, Laterza.

-2.3 J. Hyppolite, Introduzione alla filosofia della storia di Hegel, ETS.

-2.4 D. Losurdo, Autocensura e compromesso nel pensiero politico di Kant, Napoli, Bibliopolis.

-2.5 Pietro Rossi, Il senso della storia. Dal Settecento al Duemila, Il Mulino (in particolare le pp. 1-249).

-2.6 V. Verra, Linguaggio, mito e storia: studi sul pensiero di Herder, Edizioni della Normale.

Il programma d’esame per gli studenti frequentanti sarà indicato a lezione.

Modalità di
accertamento

Esame orale. Domande aperte e chiuse.

Viene richiesta la cognizione dei principali contenuti e di taluni contenuti specifici, con la corrispondente contestualizzazione storica. Viene richiesta capacità espositiva con lessico appropriato e in particolare la lettura, parafrasi, contestualizzazione e commento di un breve passo tratto dal testo di Hegel. Viene richiesta la comparazione critica fra diverse tesi di diversi autori, con eventuale riferimento alla successiva letteratura secondaria.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Vedi sotto la rubrica: Testi di studio.

Obblighi

No.

Testi di studio

Si assumono come riferimento i seguenti gruppi di testi:

1.FONTI

-1.1 Jean-Jacques Rousseau, Discorso sull’origine e i fondamenti della disuguaglianza, Laterza.

-1.2 Jean-Jacques Rousseau, Il contratto sociale, Laterza.

-1.3 Gabriel Bonnot de Mably, Dialoghi di Focione, in Scritti politici, UTET.

-1.4 Johann Gottfried Herder, Ancora una filosofia della storia, Einaudi.

-1.5 Immanuel Kant, Scritti di storia, politica e diritto, Laterza.

-1.6 Immanuel Kant, Critica della ragion pratica, Laterza.

-1.7 Benjamin Constant, La libertà degli antichi paragonata a quella dei moderni, Einaudi.

-1.8 G.W.F. Hegel, Lezioni sulla filosofia della storia, Laterza.

-1.9 G.W.F. Hegel, Lezioni sulla storia della filosofia, Laterza.

2.LETTERATURA

-2.1 A. Burgio, Eguaglianza, interesse, unanimità: la politica di Rousseau, Bibliopolis.

-2.2 S. De Luca, Il pensiero politico di Constant, Laterza.

-2.3 J. Hyppolite, Introduzione alla filosofia della storia di Hegel, ETS.

-2.4 D. Losurdo, Autocensura e compromesso nel pensiero politico di Kant, Napoli, Bibliopolis.

-2.5 Pietro Rossi, Il senso della storia. Dal Settecento al Duemila, Il Mulino (in particolare le pp. 1-249).

-2.6 V. Verra, Linguaggio, mito e storia: studi sul pensiero di Herder, Edizioni della Normale.

Il programma d’esame per gli studenti non frequentanti (12 cfu) è il seguente:

- i testi di cui al punto 1.5; 1.7; 1.8; 2.4.

Si consiglia altresì la lettura del testo di cui al punto 2.5.

Modalità di
accertamento

Esame orale. Domande aperte e chiuse.

Viene richiesta la cognizione dei principali contenuti e di taluni contenuti specifici, con la corrispondente contestualizzazione storica. Viene richiesta capacità espositiva con lessico appropriato e in particolare la lettura, parafrasi, contestualizzazione e commento di un breve passo tratto dal testo di Hegel. Viene richiesta la comparazione critica fra diverse tesi di diversi autori, con eventuale riferimento alla successiva letteratura secondaria.

Note

No

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 30/07/17


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top