Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PEDAGOGIA DEL GIOCO E DELLE ATTIVITÀ SOCIALI
PEDAGOGY OF FUN AND SOCIAL ACTIVITIES

A.A. CFU
2017/2018 6
Docente Email Ricevimento studenti
Manuela Valentini Dopo lezione o per appuntamento tramite mail: manuela.valentini@uniurb.it

Assegnato al Corso di Studio

Scienze dell'Educazione (L-19)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si prefigge di fare focus sul gioco sottolineando ed approfondendo l’importanza dell’attività ludica nei contesti educativi pubblici e privati per le diverse fasce di età, riconoscendogli valore educativo, formativo per lo sviluppo delle potenzialità intellettive, affettive e relazionali della Persona. Il gioco, da sempre, riveste un ruolo fondamentale nella crescita e nello sviluppo del soggetto in età evolutiva, anche per l'adulto e in terza età il suo contributo risulta positivo ed efficace. Attraverso l’organizzazione e gestione adeguate di attività sociali si vorrà contribuire a garantire una conduzione di attività ludiche, animative, sociali con basi teoriche, tecniche e didattiche adeguate ai diversi contesti e target d'utenza. Insieme al gioco, le attività sociali costituiscono un supporto fondamentale anche in quei casi in cui c’è la necessità di interventi mirati, personalizzati in quanto si riesce meglio a comprendere e intervenire anche sul disagio. Professionisti che sappiano programmare, progettare, valutare interventi per il singolo e per il gruppo in tutto il percorso di vita con un valido impianto teorico e rigore metodologico. Facilitatore di apprendimenti, l’educatore dovrà essere in grado di collaborare e cooperare anche in quei servizi educativi, ludici, artistico-espressivi, sportivi, dell'animazione e del tempo libero dalla prima infanzia all'età adulta.

Programma

Il corso mira a promuovere nello studente i seguenti obiettivi specifici: 

-Il gioco e sue tipologie -Promozione dei Diritti -Il diritto del bambino al gioco  -L'adulto e l'anziano in gioco -Il gioco di regole -Il gioco espressivo-corporeo -Servizi educativi e ricreativi -Associazionismo -Animazione -Significato di gruppo e sua conduzione -Progettazione e programmazione di interventi ludici ed animativi -Significato di tempo libero e tempo occupato: organizzazione -Ottimizzazione delle attività -Formazione permanente -Valutazione dei risultati, dei risultati formativi, valutazione di processo e di sistema -Obiettivi, Contenuti, Metodologia, Azioni -Servizi per l'integrazione e rispetto delle diverse culture -Ruoli sociali -Stili di personalità -Figura dell'educatore -Struttura di programmazione ludica ed animativa.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding).

- Conoscenza dell’impianto teorico disciplinare;

- conoscenza dei principali elementi pedagogici dell’attività ludica ed animativa;

- capacità di distinzione e confronto fra programmi, programmazione, progettazione, strategie didattiche, conduzione di gruppi, verifica e valutazione. 

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding).

- Conoscenza e comprensione delle teorie e dei concetti previsti dal corso;

- capacità di individuare possibilità di cooperazione interistituzionale (scuola, extrascuola) per la realizzazione di percorsi formativi attivi e personalizzati per l’età evolutiva, adulta e terza età;

- capacità di proporre e valutare soluzioni organizzative e didattiche dei processi educativi: laboratori a carattere ludico-animativo-motorio, attività sociali-ricreative in ambienti scolastici, nel tempo libero (centri aggregativi, educativi, ludoteche, ludobus, associazionismo e volontariato).

Autonomia di giudizio (making judgements).

- Capacità di individuare metodologie e tecniche adeguate ai diversi contesti;

- capacità di ipotizzare programmazioni, progettazioni, unità di apprendimento, unità didattiche e piani di lezione per i diversi target d’utenza;

- capacità di saper prospettare ipotesi di lavoro per affrontare problematiche educative e/o didattiche;

- capacità di selezionare strategie didattiche più appropriate, valutare eventi e individuare le questioni chiave rilevanti per il successo formativo;

- capacità di utilizzare strumenti di osservazione ludica per interpretare e valutare comportamenti anche a rischio.

Abilità comunicative (communication skills).

- Conoscere le tecniche che possono potenziare le capacità comunicative, intellettive e di apprendimento;

- capacità di leggere e interpretare la comunicazione non verbale;

- capacità di utilizzare diverso materiale bibliografico, banche dati per approfondimenti.

Capacità di apprendere (learning skills).

- Capacità di analizzare e valutare criticamente - nei loro aspetti metodologici fondamentali - progetti motori condotti in ambito scolastico ed extrascolastico;

- capacità di indagare autonomamente le problematiche relative ai diversi contesti educativi (scuola ed extrascuola);

- capacità di reperire le fonti bibliografiche necessarie anche attraverso data base e corsi specifici, volte allo sviluppo di ricerche educative;

- capacità di costruire strumenti di osservazione ludica;

- capacità di ricercare nuove risorse educative-motorie, collaborare nella progettazione e gestione di eventi formativi.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, uso di PowerPoint. Analisi di materiale e ricerche bibliografiche in itinere, individuali e di gruppo. Dibattito su tematiche specifiche, lezione dialogata e partecipata, con esemplificazioni didattiche.

Testi di studio

Manuela Valentini (a cura di) "Pedagogia del gioco e delle attività sociali", raccolta bibliografica, Copisteria l' Asterisco, Urbino, 2016

Modalità di
accertamento

Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso due tipi di prove:

1. Una prova di valutazione formativa (di autovalutazione), svolta al termine del corso e facoltativa, consistente in un elaborato scritto composto da tre domande a risposta aperta. Il tempo a disposizione per rispondere alle domande proposte è di 2 ore. Il voto della prova scritta è espresso in trentesimi. Data, orario, sede della prova, iscrizione e relativa comunicazione degli esiti verranno comunicati nella bacheca online della Scuola (News). Gli studenti dovranno presentarsi muniti di libretto.

2. Un colloquio orale.   

La prova di valutazione formativa (a cui sia stato attribuito un punteggio di almeno 18/30) può essere considerata, a scelta dello studente, valevole ai fini del superamento dell’esame. Nel caso che lo studente scelga di non avvalersene dovrà sostenere il colloquio orale.

Per entrambe le prove, i criteri di valutazione sono i seguenti:

- pertinenza ed efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;  - livello di padronanza delle conoscenze; - adeguatezza del lessico disciplinare e precisione terminologica; - pertinenza nell'applicazione di metodologie, tecniche, strumenti; - grado di articolazione della risposta. Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a quattro livelli con uguale peso assegnato a ciascun criterio. La valutazione finale è espressa in trentesimi.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Modalità Didattiche: uguali indicate per i frequentanti

Testi di studio

Testi di Studio: uguali indicati per i frequentanti

Modalità di
accertamento

Modalità di Accertamento: uguali indicate per i frequentanti

Note

Gli studenti per sostenere esame (si vedano appelli), dovranno iscriversi regolarmente in lista (Esse3). Presentarsi all'esame muniti di libretto. Se si vorrà confermare voto della prova scritta nel libretto e verbalizzarlo online, si prega di scrivere nelle note Esse3: (R) e presentarsi il giorno previsto; no deleghe; il voto rimarrà fino a verbalizzazione.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 05/09/2017


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top