Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SOCIOLOGIA DELL'EDUCAZIONE
SOCIOLOGY OF EDUCATION

A.A. CFU
2017/2018 6
Docente Email Ricevimento studenti
Massimo Russo lunedì 9-11 e dietro appuntamento per posta elettronica negli altri giorni

Assegnato al Corso di Studio

Sociologia e servizio sociale (L-39 / L-40)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso vuole fornire strumenti  concettuali e analitici per leggere le trasformazioni dei valori socio-culturali in relazione ai processi di educazione, a partire da come nascono, evolvono e si trasmettono i  valori e le norme sul piano individuale e collettivo sociale.

L'obiettivo formativo è inteso a  sviluppare capacità e competenze sul piano del riconoscimento di valori e principi condivisi 

Programma

ll corso si articolerà su due distinti moduli: un primo  (26 ore), di carattere teorico, con lezioni in presenza, in cui verranno delineati i principali orientamenti e gli approdi recenti;sulle tematiche dei valori;  un secondo (10 ore), laboratoriale/seminariale, finalizzato a un’analisi critica delle ricerca in tema di tramssione di valori e norme che siluppano senso civico.

A partire dalla relazione tra i giovani e i valori condivisi il corso affronterà le problematiche relative alla formazione di norme, regole e valori, guardando ai processi di socializzazione ed educativi. Analizzando come i valori e i principi etici siano alla base della civiltà. Come nascono ed evolvono i principi etici.  La capacità che gli esseri umani hanno sviluppato per cccreditare le proprie azioni. Se la conoscenza morale sia innata o frutto dell’educazione. na seconda parte sarà dedicata al concetto di responsabilità sul piano personale e collettivo.Nella parte conclusiva verranno presi in considerazione i meccanismi di impegno e disimpegno morale, il comportamento pro sociale e antisociale e le motivazioni all’azione responsabile. 

Eventuali Propedeuticità

Non sono previste..

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscere le principali teorie sul rapporto individuo-società-norme e regole. Acquisire la conoscenza e la competenza sulle principali teorie riguardanti i processi di socializzazione legati alla trasmissione di prncipi e  valori. .Conoscere i paradigmi, le scuole di pensiero e i concetti in merito sviluppati dai principali autori di riferimento. Acquisire la conoscenza e la comprensione dei fattori chiave legati ai processi formativi ed educativi inerenti la trasmissione di valori e norme. 

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso la riflessione su casi di studio specifici, il corso mira a sviluppare capacità di conoscenza e comprensione applicate. Gli studenti dovranno sapere utilizzare quanto appreso durante le lezioni ed essere in grado di interpretare proficuamente come si formano i valori e le norme, come vengono trasmessi, analizzando i mutamenti che interessano le dinamiche sociali, utili a comprendere le dinamiche di mutamento.

Autonomia di giudizio

Incrementare le capacità di elaborare giudizi autonomi, rispetto ai temi generali trattati e con riferimento alle ricadute operative delle conoscenze apprese. Gli allievi dovranno essere in grado, anche grazie ai riferimenti alle conoscenze acquisite durate l'intero percorso di studi, di procedere con un approccio critico, essenziale per costruire piani di intervento operativi.

Abilità comunicative

Acquisire le capacità necessarie per confrontarsi con altre figure professionali sui processi educativi. Acquisire adeguate competenze utili a presentare teorie, dati e ricerche .

Incrementare le competenze essenziali per trasmettere e divulgare adeguatamente le informazioni sui temi trattati.

Gli studenti dovranno mostrare anche capacità di esposizione, di quanto appreso durante le lezioni, utilizzando un linguaggio specifico, il proprio giudizio e le proprie conclusioni anche in chiave critica.

Capacità d'apprendimento

Apprendere le nozioni fondamentali della disciplina per una successiva applicazione nel campo lavorativo. Acquisire la capacità di consultare banche dati, riviste specialistiche e utilizzare gli strumenti conoscitivi fondamentali per l'aggiornamento continuo delle conoscenze. 

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Verranno fornire schede sintettiche  e materiali in formato cartaceo e digitale elettornico di approfondimento.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Obblighi

Frequenza per i 3/4 delle lezioni

Testi di studio

Fondamentale per tutti


V. Mancuso, Il coraggio di essere liberi, Garzanti, Milano 2016 (disponibile anche in ebook)  

D. Fusaro, Coraggio, Cortfina Editore, Milano 2012 (disponibile anche in ebook)  

L. Manicardii, Coraggio non temere, Qjqaion, Comunità di Bose 2013 (disponibile anche in ebook)  

Uno a scelta

F. Alberoni, L'arte di avere coraggio, Piemme, Milano 2016

P. Tillich, Che cos'è il coraggio, Fazi, Roma 2015

Di base per tutti

Basic to all

 

V. Mancuso, Il coraggio di essere liberi, Garzanti, Milano 2016 (disponibile anche in ebook)  

D. Fusaro, Coragio, Cortfina Editore, Milano 2012 (disponibile anche in ebook)  

L. Manicardii, Coraggio non temere, Qjqaion (disponibile anche in ebook)  

Uno a scelta

F. Alberoni, L'arte di avere coraggio, Piemme, Milano 2016

P. Tillich, Che cos'è il coraggio, Fazi, Roma 2015

Modalità di
accertamento

Prova orale

Prova orale:  sui testi fondamental e  uno a scelta tra quelli complementari.

La verifica dell’apprendimento avverrà a scelta con un esame-colloquio orale individuale sui  testi in proframma. Si valuterà l'apprendimento dei contenuti, la capacità di rielaborazione e di argomentazione. È possibile presentare un paper scritto,  concordato con il docente. Le valutazioni si configurano in 1) di eccellenza; 2) discrete; 3) negative

Le valutazioni di eccellenza saranno date allo studente cin base a: 1) buone capacità critiche e di approfondimento; 2) collegamenti tematici validi ; 3) l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina. 

Le valutazioni discrete: saranno date in base a: 1)  una conoscenza non mnemonica dei contenuti; 2) una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: 3) l’uso di un linguaggio appropriato, ma non del tutto, rispetto alla specificità della disciplina.

Le valutazioni sufficienti saranno date  in base a:1) un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati;  2) una esposizione formalmente corretta, ma non critica, presenti  lacune formative; 3) l’uso di un linguaggio poco appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato rispetto alla specificità della disciplina

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

A richiesta fornitura schede isntettiche  e materiali in formato digitale elettornico di approfonditmento.

Obblighi

Studio dei testi indicati

Testi di studio

Fondamentale per tutti


V. Mancuso, Il coraggio di essere liberi, Garzanti, Milano 2016 (disponibile anche in ebook)  

D. Fusaro, Coraggio, Cortfina Editore, Milano 2012 (disponibile anche in ebook)  

L. Manicardii, Coraggio non temere, Qjqaion, Comunità di Bose 2013 (disponibile anche in ebook)  

Uno a scelta

F. Alberoni, L'arte di avere coraggio, Piemme, Milano 2016

P. Tillich, Che cos'è il coraggio, Fazi, Roma 2015

Modalità di
accertamento

Prova  orale

Prova orale:sui testi fondamentali e uno a scelta tra quelli complementari.

La verifica dell’apprendimento avverrà  con un colloquio orale individuale sui testi in proramma. Si valuterà l'apprendimento dei contenuti, la capacità di rielaborazione e di argomentazione. È possibile presentare un paper scritto,  concordato con il docente. Le valutazioni si configurano in 1) di eccellenza; 2) discrete; 3) negative

Le valutazioni di eccellenza saranno date allo studente cin base a: 1) buone capacità critiche e di approfondimento; 2) collegamenti tematici validi ; 3) l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina. 

Le valutazioni discrete: saranno date in base a: 1)  una conoscenza non mnemonica dei contenuti; 2) una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: 3) l’uso di un linguaggio appropriato, ma non del tutto, rispetto alla specificità della disciplina.

Le valutazioni sufficienti saranno date  in base a:1) un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati;  2) una esposizione formalmente corretta, ma non critica, presenti  lacune formative; 3) l’uso di un linguaggio poco appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato rispetto alla specificità della disciplina

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 21/08/17


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top