Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FONDAMENTI DEL DIRITTO EUROPEO
ROMAN FOUNDATIONS OF EUROPEAN LAW

A.A. CFU
2018/2019 10
Docente Email Ricevimento studenti
Giuseppe Giliberti Mercoledì, ore 17-19. E' anche possibile prenotare incontri in date e orari diversi.
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese Francese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Giurisprudenza (LMG/01)
Curriculum: Percorso comune
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso è volto ad introdurre lo studente alla cultura giuridica europea, partendo dalle sue radici: il diritto privato e pubblico romano. In particolare, i suoi obiettivi sono: acquisire consapevoilezza della storicità del diritto, acquisire il lessico tecnico-giuridico di base nell'ambito sia privatistico che pubblicistico, inquadrare gli istituti giuridici nel loro contesto storico e socio-economico.

Programma

Il programma offre elementi di storia del diritto romano, sia pubblico che privato, con frequenti rimandi al diritto contemporaneo. E' articolato in due parti di 30 ore ciascuna. Tratta dei seguenti argomenti:
- Introduzione alle radici romane dei sistemi giuridici europei
- La scienza giuridica e l'interpretazione del diritto
- Storia delle istituzioni politiche romane e diritto pubblico
- Lineamenti di storia del diritto privato romano
- Il processo
- Gli atti giuridici
- Le persone
- I rapporti reali  
- Le obbligazioni
- Successioni e donazioni 
 

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

1. Lo studente dovrà avere acquisito una buona capacità di utilizzare un approccio interdisciplinare ai fenomeni giuridici e una discreta padronanza degli istituti del diritto romano privato e pubblico.

2. Dovrà essere in grado di interpretare autonomamente un caso giuridico semplice, evidenziandone la ratio.

3. Dovrà essere in grado di individuare istituti e \\tecniche di interpretazione che sono entrati a far parte del linguaggio comune ai giuristi europei

4. Dovrà dimostrare capacità di sintesi ed uso corretto del linguaggio tecnico-giuridico, sia pure a livello elementare

5. Dovrà applicare i concetti di base acquisiti anche in altri contesti di studio, essendo in grado di aggiornare le proprie conoscenze. 

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Il materiale didattico predisposto dal docente (come ad esempio diapositive, dispense, esercitazioni) e le comunicazioni specifiche del docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it.

Agli studenti verrà anche offerta la possibilità di di seguire le "Conferenze F. De Martino", un ciclo di incontri seminariali su temi riguardanti il rapporto tra economia e diritto nel mondo antico. Agli studenti iscritti verranno conferiti 2 CFU.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni con esercitazioni sulle fonti. Gli studenti verranno stimolati ad intervenire, offrendo definizioni e sintesi degli argomenti delle lezioni precedenti. Verrranno proposti anche semplici casi giurisprudenziali. 

Obblighi

Le conoscenze di base richieste sono in linea con quelle generali proposte dal piano di studi

Testi di studio

- Giuseppe Giliberti, Elementi di storia del diritto romano, III edizione, Giappichelli, Torino 2001 (i capitoli 3, 14 e 18 sono facoltativi)

- Matteo Marrone, Manuale di diritto privato romano, Giappichelli, Torino 2004 (i capitoli VII e VIII sono facoltativi)

Modalità di
accertamento

Esame orale, consistente in tre o più domande. I principali criteri di valutazione adottati sono: capacità di definizione degli istituti, capacità di collegare gli argomenti in un contesto storico.

Durante il corso, gli studenti frequentanti potranno effettuare un esame preliminare, orale, sulla prima parte del programma. 

I criteri di valutazione e i punteggi sono determinati in trentesimi secondo la seguente scala:

- meno di 18/30: livello di competenza insufficiente; lo studente non raggiunge nessuno dei risultati di apprendimento previsti

- da 18 a 20: sufficiente; lo studente, in particolare, ha le capacità di cui al punto 1

- da 21 a 23: pienamente sufficiente; lo studente ha le capacità di cui ai punti 1 e 2

- da 24 a 26: buono; lo studente rha le capacità di cui ai punti 1, 2 e 3

- da 27 a 29: ottimo; o studente ha le capacità di cui ai punti  1, 2, 3, 4

- 30 o 30 e lode: eccellente; lo studente raggiunge pienamente tutti i risultati di apprendimento previsti.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Gli studenti non frequentanti sono invitati a consultare il materiale didattico caricato su Moodle.

Obblighi

Le conoscenze di base richieste sono in linea con quelle generali proposte dal piano di studi

Testi di studio

- Giuseppe Giliberti, Elementi di storia del diritto romano, III edizione, Giappichelli, Torino 2001 (i capitoli 3, 14 e 18 sono facoltativi)

- Matteo Marrone, Manuale di diritto privato romano, Giappichelli, Torino 2004 (i capitoli VII e VIII sono facoltativi)

Modalità di
accertamento

Esame orale, consistente in tre o più domande. I principali criteri di valutazione adottati sono: capacità di definizione degli istituti, capacità di collegare gli argomenti in un contesto storico.

I criteri di valutazione e i punteggi sono determinati in trentesimi secondo la seguente scala:

- meno di 18/30: livello di competenza insufficiente; lo studente non raggiunge nessuno dei risultati di apprendimento previsti

- da 18 a 20: sufficiente; lo studente, in particolare, ha le capacità di cui al punto 1

- da 21 a 23: pienamente sufficiente; lo studente ha le capacità di cui ai punti 1 e 2

- da 24 a 26: buono; lo studente rha le capacità di cui ai punti 1, 2 e 3

- da 27 a 29: ottimo; o studente ha le capacità di cui ai punti  1, 2, 3, 4

- 30 o 30 e lode: eccellente; lo studente raggiunge pienamente tutti i risultati di apprendimento previsti.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 27/06/2018


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top