Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FILOSOFIA POLITICA
POLITICAL PHILOSOPHY

A.A. CFU
2018/2019 6
Docente Email Ricevimento studenti
Luigi Alfieri lunedì, martedì e mercoledì, ore 11-13
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Gestione delle Politiche, dei Servizi Sociali e della Mediazione Interculturale (LM-87)
Curriculum: SCIENZE SOCIALI E MULTICULTURALITÀ
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone, nella parte generale, di fornire una panoramica delle principali posizioni della filosofia politica, dal mondo antico all'epoca moderna e contemporanea. Nella parte speciale, si propone una riflessione sulla costruzione dell'ordine politico come naturalizzazione dell'artificiale, in riferimento al tema del biopotere e alle mitologie identitarie di carattere razzista e totalitario.

Programma

Parte generale:
1) La crisi contemporanea della filosofia politica
2) Movimenti di reazione alla crisi e nuove proposte di pensiero politico
3) I grandi paradigmi di fondazione dell'ordine politico
4) La crisi della polis e il pensiero di Platone.
5 ) Il paradigma aristotelico dell'ordine e la sua fortuna nei secoli
6) Romanizzazione e cristianizzazione del paradigma antico
7) I conflitti di religione in Europa e il crollo del paradigma antico
8) La fondazione del paradigma moderno: Machiavelli e Hobbes
9) La maturazione del paradigma moderno: Locke e Rousseau
Parte speciale
10) L'affermazione della democrazia e le sue contraddizioni
11) Verso la totale artificialità dell'ordine sociale: Marx
12) La reazione naturalizzatrice: la società come organismo
13) Le radici del razzismo
14) Naturalità delle disuguaglianze. L'ordine come separazione
15) La diversità come minaccia. Il nazionalismo.
16) Salute e salvezza. Il biopotere
17) La degenerazione totalitaria della democrazia e della rivoluzione
18) La sfida totalitaria oggi

Eventuali Propedeuticità

Nessuna propedeuticità.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Per superare l'esame, gli studenti dovranno:
a) dimostrare di possedere le informazioni di base per la comprensione degli sviluppi fondamentali del pensiero politico in rapporto alle grandi trasformazioni storiche, con particolare riguardo all'Occidente moderno e contemporaneo; dovranno a tal fine sviluppare autonome capacità di valutazione critica e di analisi razionale del discorso politico, sottraendosi alle semplificazioni ideologiche (Knowledge and understanding);
b) dimostrare la capacità di discutere problemi teorici negli ambiti sopraindicati, anche mediante la partecipazione a laboratori e gruppi di studio e la redazione di tesine di ricerca (Applying knowledge and understanding);
c) dimostrare la capacità di integrare autonomamente le proprie conoscenze e di formulare giudizi negli ambiti sopraindicati, attraverso l'attiva partecipazione a dibattiti con il docente e tra gli studenti stessi, specialmente nell'ambito di laboratori e seminari (Making judgements);
d) dimostrare la capacità di comunicare le conoscenze acquisite in maniera chiara, essenziale e scientificamente corretta, specialmente nell'ambito di attività seminariali dedicate o mediante la redazione di sintetiche esposizioni scritte (Communication skills);
e) dimostrare la capacità di procedere nell'apprendimento con autonomia e senso critico, e in particolare di identificare nessi tra problemi teorici e situazioni storiche. Tale capacità troverà la sua piena valutazione nell'esame finale (Learning skills).

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Eventuali attività didattiche integrative saranno comunicate a lezione


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali; tesina d'approfondimento (facoltativa); attività didattiche integrative.

Obblighi

Lo studente dovrà avere il normale grado di cultura generale che è lecito attendersi a questo livello degli studi, in particolare per quanto riguarda la conoscenza della storia contemporanea e la capacità di esprimersi correttamente in lingua italiana. Se lo studente è consapevole di avere lacune di informazione storica, si consiglia vivamente di ripassare il manuale adottato nell'ulltimo anno di scuola superiore. Lo studio dei testi in programma deve curare la comprensione dei concetti fondamentali e la capacità di esporli correttamente con parole proprie. Lo studio puramente mnemonico non è apprezzato.

Non è richiesta nessuna precedente formazione filosofica.
Per la qualifica di frequentante, è necessaria la frequenza di almeno ¾ delle ore di lezione svolte.

Testi di studio

,Per frequentanti:
Per la parte generale:
-R. Gatti, L. Alici, Filosofia politica, III edizione accresciuta, Morcelliana, Brescia 2018 (sono accettate anche le prime due edizioni, dovute al solo R. Gatti e pubblicate dall'Ed. La Scuola);
Per la parte speciale:
-R. Castorina, Governare l'in-umano. Miti e politiche della razza, biopotere, eugenetica, Aras Edizioni, Fano 2011.

Modalità di
accertamento

L'esame è individuale e si svolge solo oralmente. A tutti gli studenti verrà chiesto di iniziare l'esposizione partendo da un argomento di loro scelta. Verrà verificata la conoscenza di tutti i testi in programma. Lo studio meramente mnemonico non è apprezzato e non garantisce il superamento dell'esame. Il livello di cultura generale e la capacità di esprimersi correttamente e chiaramente influiranno sul voto. Sarà molto apprezzata la capacità di svolgere considerazioni personali pertinenti. Il massimo dei voti (trenta e lode) verrà conseguito dagli studenti che, oltre a non avere lacune di rilievo sul programma, dimostreranno senso critico, buona capacità argomentativa ed efficacia di esposizione. 

Su richiesta dello studente, potrà essere discussa durante l'esame una tesina (facoltativa), da consegnare almeno dieci giorni prima dell'esame. La redazione della tesina non dispensa dalla completezza dello studio ed incide positivamente sul voto solo se di buona qualità, altrimenti non se ne terrà conto.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio individuale, che si consiglia di integrare con colloqui col docente, su appuntamento, nel caso di difficoltà di comprensione dei testi. Per le questioni più semplici saranno sufficienti contatti via e-mail. 

Obblighi

Lo studente dovrà avere il normale livello di cultura generale che è lecito attendersi a questo livello degli studi, in particolare per quanto riguarda la conoscenza della storia contemporanea e la capacità di esprimersi correttamente in lingua italiana. Se lo studente è consapevole di avere lacune di informazione storica, si consiglia vivamente di ripassare il manuale adottato nell'ulltimo anno di scuola superiore. Lo studio dei testi in programma deve curare la comprensione dei concetti fondamentali e la capacità di esporli correttamente con parole proprie. Lo studio puramente mnemonico non è apprezzato.

Si consiglia vivamente di consultare il docente per ogni seria difficoltà di comprensione dei testi che venisse riscontrata nello studio individuale.

Testi di studio

Per non frequentanti
Per la parte generale:
-R. Gatti, L. Alici, Filosofia politica, III edizione accresciuta, Morcelliana, Brescia 2018 (sono accettate anche le prime due edizioni, dovute al solo R. Gatti e pubblicate dall'Ed. La Scuola);
Per la parte speciale:
-R. Castorina, Governare l'in-umano. Miti e politiche della razza, biopotere, eugenetica, Aras Edizioni, Fano 2011;
-R. Castorina, G. Roccheggiani, Paradossi della fragilità. Critica della normalizzazione sociale tra neuroscienze e filosofia politica, Mimesis, Milano 2013

Modalità di
accertamento

L'esame è individuale e si svolge solo oralmente. A tutti gli studenti verrà chiesto di iniziare l'esposizione partendo da un argomento di loro scelta. Verrà verificata la conoscenza di tutti i testi in programma. Lo studio meramente mnemonico non è apprezzato e non garantisce il superamento dell'esame. Il livello di cultura generale e la capacità di esprimersi correttamente e chiaramente influiranno sul voto. Sarà molto apprezzatas la capacità di svolgere considerazioni personali pertinenti. Il massimo dei voti (trenta e lode) verrà conseguito dagli studenti che, oltre a non avere lacune di rilievo sul programma, dimostreranno senso critico, buona capacità argomentativa ed efficacia di esposizione. 

Su richiesta dello studente, potrà essere discussa durante l'esame una tesina (facoltativa), da consegnare almeno dieci giorni prima dell'esame. La redazione della tesina non dispensa dalla completezza dello studio ed incide positivamente sul voto solo se di buona qualità, altrimenti non se ne terrà conto.

La condizione di studente non frequentante non incide negativamente sul voto.

Note

L'esame e la bibliografia potranno essere in lingua inglese su richiesta dello studente. The student can request to sit the final exam in english with an alternative bibliography.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 18/07/18


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top