Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SISTEMA POLITICO EUROPEO
POLITICAL EUROPEAN SYSTEM

A.A. CFU
2019/2020 8
Docente Email Ricevimento studenti
Ilvo Diamanti Tutte le settimana su appuntamento.
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese Francese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Politica Società Economia Internazionali (LM-62)
Curriculum: COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di ricostruire il fenomeno dell’euroscetticismo in Europa, in prospettiva storica, dunque dalla fase della costruzione europea fino ad oggi. In particolare, mira a delineare i diversi fattori che partecipano all’integrazione europea e, al tempo stesso, la contrastano. Sul piano dell’economia e del mercato; sul piano della politica e delle politiche. Sul piano dell’ambivalenza fra stati nazionali e unione.

In secondo luogo, il corso mira a definire e ad approfondire i principali tipi ed esempi di soggetti politici e sociali che esprimono distacco e opposizione verso l’Unione Europea.

Il corso svilupperà, inoltre e in modo particolare, le diverse e principali esperienze di populismo, che hanno, nel sentimento antieuropeo, uno dei principali motivi ed elementi comuni. Particolare attenzione verrà posta sul caso italiano e sul contesto francese, anche in prospettiva comparata.

A questo fine, possiamo indicare tre principali temi e passaggi, del per/corso universitario.

Il primo, riguarda i populismi e il loro rapporto con la democrazia.

Il secondo analizza il rapporto fra integrazione europea e opposizione verso l’Unione Europea, dal dopoguerra ad oggi.

Il terzo, prende in esame e approfondisce alcune diverse esperienze di euroscetticismo nei diversi Paesi europei. I leader, i movimenti, i partiti,  ma anche gli orientamenti sociali che manifestano distacco verso l’Europa. Il focus è, comunque, costituito dal confronto tra Italia e Francia.

Programma

Il corso affronterà questi temi e queste prospettive attraverso approcci diversi. Rivolti, da un lato, all’analisi dei contesti e degli attori politici; dall’altro, all’indagine degli orientamenti e delle opinioni dei cittadini.
Il corso si avvarrà della collaborazione del prof. Turato. Prevede, inoltre, alcuni seminari con la partecipazione di studiosi e di protagonisti del settore.

  • 1. Introduzione ai concetti e all’evoluzione della democrazia rappresentativa
  • 2. Popolo, populismi e populisti
  • 3.  Leader, partiti, non-partiti e antipartiti
  • 4.  Iperdemocrazia e antipolitica
  • 5.  Costruzione europea ed euroscetticismo
  • 6.  Euroscetticismo, antieuropeismo nell’opinione pubblica e nella classe politica
  • 7.  Analisi del caso italiano e dei principali casi europei
  • 8.  Francia, Spagna, UK, Germania e i “nuovi” europei

Eventuali Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

- Conoscenza e capacità di comprensione: il corso mira a proporre la conoscenza e l’analisi degli effetti politici e sociali prodotti dalla costruzione dell’Unione Europea. In particolare, attraverso l’emergere di tendenze contrastanti. Sotto il profilo dell’orientamento sociale: il diffondersi di sentimenti sociali euroscettici e anti-europei. Sotto il profilo politico: l’affermarsi di partiti e correnti che intercettano e riproducono l’antieuropeismo come base della propria identità e offerta politica. In particolare, verranno analizzati i principali soggetti e leader politici populisti. E, prima ancora, verrà posta attenzione alla definizione, meglio, alle definizioni di “populismo”. A questo fine sono previsti incontri e dibattiti con studiosi ed esperti dell’argomento settore. Ricercatori, docenti, giornalisti, analisti dell’opinione pubblica.

- Conoscenza e capacità di comprensione applicate: gli studenti dovranno maturare le competenze di base circa i principali approcci e i principali significati di populismo e del sentimento euroscettico. Inoltre, dovranno acquisire conoscenza e competenza rispetto alle varianti nazionali di questi fenomeni. I metodi di lavoro didattico attraverso cui il corso si propone di realizzare questi obiettivi prevedono: lezioni frontali sulle questioni di base, approfondimenti seminariali e sperimentazione con colleghi e specialisti di analisi demoscopica e con esperti di ricerca politica, sociale e storica, italiani e stranieri.

- Autonomia di giudizio: gli studenti alla fine del corso dovranno mostrare capacità di mettere in relazione concetti, metodi, tecniche di analisi del fenomeno euroscettico. E di “farsi un’idea” al proposito. A questo fine verranno organizzati seminari di studio con autori e osservatori politici. Con l’obiettivo di confrontare e discutere criticamente teorie e interpretazioni del fenomeno.

- Abilità comunicative: Gli studenti dovranno disporre, alla fine del corso, di un’adeguata competenza nell’uso del linguaggio scientifico e nella presentazione, ma anche della discussione, dei risultati di ricerca. In occasioni pubbliche e seminariali. A questo fine, si svolgeranno lezioni frontali. Oltre a seminari e a lavori di gruppo, che permettano agli studenti stessi di “sperimentare”  e affinare le proprie capacità di comunicazione di questi argomenti.

- Capacità di apprendere: Gli studenti dovranno sviluppare adeguate capacità di apprendimento del linguaggio ma anche degli approcci ai diversi aspetti del fenomeno euroscettico. In diretto rapporto con altre prospettive scientifiche e di analisi. Politologica, storica, comunicativa. Per favorire la loro capacità di interagire e di reagire non solo in ambito universitario, ma anche oltre. Nel “consumo” mediale, nell’analisi e nella valutazione degli avvenimenti, nel rapporto con la politica e nella vita quotidiana.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Proiezione di materiali relativi risultati di ricerca politica di tipo comparativo e di approfondimento di casi nazionali. Il materiale didattico e le comunicazioni specifiche del docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale, discussione di eventuali lavori scritti elaborati dagli studenti

Obblighi

Non è prevista la registrazione delle presenze a lezione

Testi di studio
  • Diamanti I. e Lazar M., Popolocrazia. In nome del popolo sovrano, Bari-Roma, Laterza, 2017 (In corso di pubblicazione) In caso di difficoltà di reperimento: Diamanti I., Democrazia ibrida, Roma, Laterza-G.E.L'Espresso

  • Pasquinucci D. e Verzichelli L.,  Contro l’Europa? ,  Bologna, Il Mulino, 2016 (pp. 7-70 e 139-247).
  • Un testo a scelta fra:
    - Giovannini E., Europa anno zero, Venezia, Marsilio, 2015,
    - Turato, F. Capipopolo. Leader e leadership del populismo europeo, Roma, Castelvecchi Editore, 2018.
Modalità di
accertamento

Gli studenti potranno scegliere tra due differenti modalità di accertamento.

1)    Esame orale. Raccomandato per gli studenti che non frequentano le lezioni o solo saltuariamente;

2)    Prova scritta. Opzione riservata agli studenti che seguono regolarmente le lezioni, i seminari e le esercitazioni. La data sarà stabilita attraverso un accordo con gli studenti frequentanti.

In entrambi i casi, i criteri di valutazione saranno i seguenti:

  • capacità di definire in maniera chiara e puntuale le principali teorie e i concetti fondamentali della disciplina;
  • livello di articolazione delle risposte e delle argomentazioni;
  • capacità di rielaborazione critica dei concetti e di analisi dei fenomeni socio-politici attraverso gli strumenti teorici proposti nel corso.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio individuale dei testi di riferimento

Obblighi

Non vi sono obblighi di frequenza

Testi di studio
  • Diamanti I. e Lazar M., Popolocrazia. In nome del popolo sovrano, Bari-Roma, Laterza, 2017 (In corso di pubblicazione). In caso di difficoltà di reperimento il testo può essere sostituito con: Diamanti I., Democrazia ibrida, Roma, Laterza, G.E.Espresso

  • Pasquinucci D. e Verzichelli L.,  Contro l’Europa? ,  Bologna, Il Mulino, 2016 (pp. 7-70 e 139-247). 
  • Un testo a scelta fra:
    - Giovannini E., Europa anno zero, Venezia, Marsilio, 2015,
    - Turato, F. Capipopolo. Leader e leadership del populismo europeo, Roma, Castelvecchi Editore, 2018.
Modalità di
accertamento

Verifica orale secondo il calendario degli esami

Note

L'esame e la bibliografia potranno essere in lingua Francese o Inglese su richiesta dello studente.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 15/07/19


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top