Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE
SPECIALIZED TEACHING METHODOLOGY AND PEDAGOGY

A.A. CFU
2019/2020 6
Docente Email Ricevimento studenti
Benedetta Bonci Si riceve per appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Scienze Motorie, Sportive e della Salute (L-22)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di contribuire all’analisi delle problematiche collegate alla presenza del deficit nello sviluppo della persona e nel suo processo di apprendimento, muovendo su tre direttrici principali:

-  l’analisi dello sviluppo del soggetto con disabilità, considerando sia la dotazione genetica di base, che i diversi contesti di vita;

-  il riferimento alle teorie e alle esperienze scientifiche e sperimentali, le quali hanno permesso di delineare i principi di base per l’aiuto ai processi di apprendimento in soggetti con disabilità;

-  l’attenzione alle abilità personali e relazionali, necessarie all’educatore per interagire adeguatamente con allievi disabili.

-   

Tutto ciò allo scopo di ancorare gli interventi educativi e socio-assistenziali da un lato a saldi parametri teorici e sperimentali e dall’altro alla qualità della relazione e alla considerazione del contesto di vita.

Programma

Parte generale. 

Deficit, sviluppo ed apprendimento

-  Definizioni e classificazioni della disabilità (ICD-10, DSM 5, ICF).

-  Le diverse tipologie di deficit: autismo, disabilità intellettiva, motorio, sensoriale,

-  Linee fondamentali dello sviluppo.

-  I fattori di rischio nello sviluppo.

-  I disturbi nel comportamento e nella relazione.

-  I contesti di vita del soggetto disabile: famiglia, scuola, lavoro, comunità.

Parte monografica.

L’intervento educativo

-  I principi della diagnosi funzionale.

-  Gli strumenti diagnostici e valutativi di tipo pedagogico.

-  Linee di intervento con soggetti con disabilità intellettiva.

-  Linee di intervento con soggetti autistici.

-  Linee di intervento educativo e riabilitativo sui problemi di comportamento.

Eventuali Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Lo/la studente/essa dovrà:

-  conoscere le caratteristiche dell’apprendimento degli allievi con disabilità e con altre tipologie di difficoltà;

-  conoscere i concetti di riferimento della pedagogia e didattica speciale (integrazione e inclusione; individualizzazione e personalizzazione dell’insegnamento; autodeterminazione e  qualità della vita; bisogni educativi speciali e ostacoli all’apprendimento e alla partecipazione; successo formativo per tutti gli allievi);

-  conoscere e saper applicare le strategie di didattica inclusiva;

-  saper progettare e condurre interventi inclusivi, anche in presenza di allievi con disabilità intellettiva grave e con autismo.

 

 Di seguito sono indicati i risultati di apprendimento attesi come riportati nei seguenti Descrittori di Dublino.

Capacità relative alle discipline:

-  Conoscenza e comprensione dei concetti generali relativi all’inclusione, con particolare riferimento all’ambito della disabilità;

-  Conoscenza e comprensione delle metodologie di osservazione e di valutazione didattica da applicare con allievi con bisogni educativi speciali;

-  Conoscenza e comprensione delle metodologie di intervento educativo per allievi con disabilità;

-  Capacità di applicare le conoscenze sul piano della promozione di politiche e prassi inclusive per tutti.

Capacità trasversali /soft skills

-  Saper esprimere opinioni e valutazioni sulle diverse metodologie per costruire e promuovere ambienti inclusivi per tutti a scuola.

-  Utilizzare in modo appropriato il linguaggio della didattica speciale e il lessico specifico.

-  Essere in grado apprendere i contenuti specifici della disciplina attraverso varie modalità (lavoro individuale, di gruppo, ecc.), avvalendosi anche di metodologie specifiche (organizzatori anticipati, mappe mentali e concettuali, ecc.) e delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione. 

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Il docente metterà a disposizione sul sito eventuale materiale didattico aggiuntivo per lo svolgimento delle lezioni e delle esercitazioni.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede:

-  lezioni teoriche;

-  esercitazioni individuali e di gruppo.

Obblighi

Non sono previsti obblighi di frequenza.

Testi di studio

COTTINI L., L. ROSATI (a cura di, 2008). Per una didattica speciale di qualità: dalla conoscenza del deficit  all’intervento inclusivo. Morlacchi, Perugia.

Lo/La studente/essa integrerà la sua preparazione studianto uno, a scelta, fra i seguenti testi:

COTTINI L.. L’autismo a scuola. Quattro parole chiave per l’integrazione, Carocci, Roma, 2011.

COTTINI L., Bambini, adulti, anziani e ritardo mentale, Vannini Brescia, 2003.

COTTINI L., Psicomotricità, Carocci Roma, 2003.

COTTINI L., VIVANTI G., BONCI B., CENTRA R. (2013). L’autismo a scuola. Come e cosa fare con bambini e ragazzi.  Giunti Firenze.

Modalità di
accertamento

L’esame finale consiste in una prova scritta sui contenuti del Corso.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi

Eventuali tesine di approfondimento

Testi di studio

COTTINI L., L. ROSATI (a cura di, 2008). Per una didattica speciale di qualità: dalla conoscenza del deficit  all’intervento inclusivo. Morlacchi, Perugia.

Lo/La studente/essa integrerà la sua preparazione studianto uno, a scelta, fra i seguenti testi:

COTTINI L.. L’autismo a scuola. Quattro parole chiave per l’integrazione, Carocci, Roma, 2011.

COTTINI L., Bambini, adulti, anziani e ritardo mentale, Vannini Brescia, 2003.

COTTINI L., Psicomotricità, Carocci Roma, 2003.

COTTINI L., VIVANTI G., BONCI B., CENTRA R. (2013). L’autismo a scuola. Come e cosa fare con bambini e ragazzi.  Giunti Firenze.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 21/09/2020


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2022 © Tutti i diritti sono riservati

Top