Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PEDAGOGIA DEI SAPERI
PEDAGOGY OF KNOWLEDGE

Problemi epistemologici che incidono sui processi di trasmissione della conoscenza a scuola
Epistemological problems affecting the processes of knowledge transmission at school

A.A. CFU
2022/2023 8
Docente Email Ricevimento studenti
Monica Tombolato Martedì al termine della lezione, previo appuntamento via e-mail
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze della Formazione Primaria (LM-85bis)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso propone una riflessione sui saperi, indagandone le caratteristiche epistemologiche e le dimensioni educative. A tale scopo nella prima parte del corso si affronteranno i problemi e gli oggetti propri della Pedagogia dei saperi, i dispositivi euristici, nonché i luoghi in cui si realizza l’incontro tra soggetto e oggetto della conoscenza. La seconda parte del corso sarà invece dedicata a un focus sulla conoscenza della conoscenza scientifica. In particolare, verranno affrontate da una prospettiva epistemologica e didattica alcune questioni chiave connesse all’acquisizione di una literacy scientifica adeguata all’esercizio informato e responsabile dei diritti e doveri di cittadinanza.

Il corso persegue i seguenti obiettivi formativi:

  • acquisire i concetti teorici fondamentali (epistemologici, pedagogici e didattici) della Pedagogia dei saperi
  • saper impiegare i costrutti di “epistemologie pubbliche” e “epistemologie personali” per analizzare criticamente le problematiche educative legate alla trasmissione della conoscenza
  • identificare i problemi epistemologici connessi alla selezione e ricostruzione didattica del sapere (con particolare attenzione a quello scientifico) in funzione del suo insegnamento e apprendimento
  • comprendere il ruolo di un'adeguata literacy scientifica per l’esercizio dei diritti e doveri di cittadinanza
  • saper utilizzare i saperi disciplinari come campi di esercizio per promuovere competenze di cittadinanza consapevole
  • acquisire criteri epistemologici e pedagogici per valutare il processo di trasposizione didattica dal sapere esperto al sapere scolastico

Programma

Il programma affronta i seguenti temi:

Oggetti e problemi della pedagogia dei saperi

  • I saperi come sistemi autopoietici
  • Saperi e tecnica
  • Saperi e mente

Epistemologie pubbliche 

  • Il paradosso della conoscenza
  • Conservazione e innovazione

Epistemologie personali 

  • Filosofie implicite
  • Rapporto al sapere

I luoghi della formazione ai saperi

  • Il museo
  • La Biblioteca
  • La Scuola: Criteri per l'individuazione e la traduzione didattica dei saperi

Insegnare e apprendere nella società della conoscenza

  • conoscere la conoscenza per educare alla comprensione
  • un caso di studio: la fisica ingenua
  • didattica e conoscenza

La fisica come sovoir savant: un'analisi epistemologica

  • la rappresentazione scientifica della realtà attraverso i modelli
  • la comunità scientifica e la condivisione delle pratiche

Implicazioni per l'agire didattico dell'insegnante

  • la trasposizione didattica della fisica matematizzata: vincoli epistemologici e pedagogici
  • il triangolo didattico: le teorie cornice degli allievi, le immagini della scienza degli insegnanti, il terreno comune condiviso

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding):

Al termine del corso lo studente  dovrà aver compreso l'analogia tra saperi e sistemi; dovrà conoscere la definizione di saperi come sistemi organizzati di conoscenze e dovrà averne comprese le implicazioni pedagogiche;  dovrà riconoscere la disciplinarità e l'interdisciplinarità come caratteristiche costitutive delle pratiche di produzione di conoscenza; dovrà conoscere i dispositivi euristici della Pedagogia dei saperi; dovrà aver compreso la distinzione tra informazione e conoscenza; dovrà aver compreso il ruolo della scienza e della conoscenza per l'esercizio di una cittadinanza attiva e responsabile; dovrà aver compreso l'influenza dei saperi ingenui sull'apprendimento formale degli studenti; dovrà aver compreso il concetto di rappresentazione scientifica e la funzione dei modelli nella scienza; dovrà aver compreso il ruolo dei vincoli epistemologici e pedagogici nella trasposizione della fisica matematizzata.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding):

Alla fine del corso lo studente dovrà dimostrare la capacità di:

individuare il campo dei problemi della Pedagogia dei saperi attraverso l'analisi di contesti formativi formali, non formali, informali; utilizzare i costrutti di epistemologie pubbliche ed epistemologie personali per progettare una trasposizione didattica dei saperi epistemologicamente e pedagogicamente fondata; utilizzare il triangolo didattico per interpretare le difficoltà connesse alla selezione e traduzione didattica del sapere scientifico in sapere da insegnare; formulare potenziali vincoli epistemologici e pedagogici a cui devono essere assoggettati i processi di selezione e traduzione didattica del sapere scientifico a fini formativi;

Autonomia di giudizio (making judgements):

Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare l’attitudine a:

valutare criticamente l’adeguatezza di scelte epistemologiche e pedagogiche nella selezione e traduzione didatttica del sapere; valutare criticamente le proprie epistemologie personali attraverso un confronto con le immagini pubbliche delle discipline.

Abilità comunicative (communication skills):

Al termine del corso lo studente dovrà aver acquisito:

la capacità di comunicare le consocenze apprese attraverso l’uso di un linguaggio disciplinare specifico; la capacità di argomentare in maniera articolata e coerente le scelte epistemologiche e pedagogiche relative a processi di trasmissione della conoscenza.

Capacità di apprendere (learning skills):

Al termine del corso lo studente avrà acquisito:

piena autonomia nella lettura dei materiali di studio inerenti al corso; la capacità di ricercare autonomamente informazioni valutando l'autorevolezza delle fonti. 

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Durante il corso sono previste prove di valutazione formativa per consentire a studentesse e studenti di valutare il grado della propria preparazione. Tali prove sono da intendersi come prove di auto-valutazione (con chiave di risposta) e saranno rese disponibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Il corso prevede lezioni frontali multimodali, lavori di gruppo, discussioni guidate. 

Didattica innovativa

Le lezioni in presenza verranno integrate da esercitazioni facoltative in piccoli gruppi, proposte attraverso la piattaforma Moodle, seguite da esposizione orale e discussione collettiva. Alcuni argomenti del corso verranno trattati in modalità flipped classroom.

Obblighi

Il corso non prevede alcun obbligo di frequenza. 

È consigliabile, per una migliore comprensione dei contenuti del corso, aver acquisito le conoscenze base di Didattica generale.

Testi di studio

B. Martini, Pedagogia dei saperi. Problemi, luoghi e pratiche per l'educazione, FrancoAngeli, Milano, 2011 (eccetto il capitolo 4).

M. Tombolato, La conoscenza della conoscenza scientifica. Problemi didattici, FrancoAngeli, Milano, 2020.

M. Baldacci, La buona scuola nasce dal pensiero critico, intervista di Carlo Crosato a Massimo Baldacci, 2015, online (disponibile su piattaforma Moodle › https://blended.uniurb.it).

Modalità di
accertamento

Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso una prova scritta costituita da tre domande a risposta aperta. La durata della prova è di 45 minuti.

I criteri di valutazione sono i seguenti:

  • pertinenza e efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;
  • il livello di articolazione della risposta;
  • adeguatezza del linguaggio disciplinare utilizzato.

Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a quattro livelli con uguale peso assegnato a ciascun criterio. La valutazione finale è espressa in trentesimi.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Gli studenti non frequentanti sono invitati a consultare il materiale didattico caricato su Moodle (slides e video discussi a lezione, materiali di approfondimento, esercitazioni proposte, ecc.) che deve integrare (e non sostituire) lo studio dei volumi indicati nella sezione “Testi di studio”, ai fini di una migliore comprensione dei contenuti del corso e del raggiungimento degli obiettivi formativi previsti.

Obblighi

Il corso non prevede alcun obbligo di frequenza. 

È consigliabile, per una migliore comprensione dei contenuti del corso, aver acquisito le conoscenze base di Didattica generale.

Testi di studio

B. Martini, Pedagogia dei saperi. Problemi, luoghi e pratiche per l'educazione, FrancoAngeli, Milano, 2011 (eccetto il capitolo 4).

M. Tombolato, La conoscenza della conoscenza scientifica. Problemi didattici, FrancoAngeli, Milano, 2020.

M. Baldacci, La buona scuola nasce dal pensiero critico, intervista di Carlo Crosato a Massimo Baldacci, 2015, online (disponibile su piattaforma Moodle › https://blended.uniurb.it).

Modalità di
accertamento

Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso una prova scritta costituita da tre domande a risposta aperta. La durata della prova è di 45 minuti.

I criteri di valutazione sono i seguenti:

  • pertinenza e efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;
  • il livello di articolazione della risposta;
  • adeguatezza del linguaggio disciplinare utilizzato.

Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a quattro livelli con uguale peso assegnato a ciascun criterio. La valutazione finale è espressa in trentesimi.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 05/09/2022


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2023 © Tutti i diritti sono riservati

Top