Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA DELLA PEDAGOGIA
HISTORY OF PEDAGOGY

A.A. CFU
2022/2023 5
Docente Email Ricevimento studenti
Massimo Baldacci Previo appuntamento via mail martedì, dalle ore 13 alle 14 e dalle ore 18 alle 19; mercoledì, dalle ore 13 alle 15, presso il Dipartimento in via Bramante 17.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze dell'Educazione (L-19)
Curriculum: COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso mira a dare allo studente una conoscenza complessiva della storia del pensiero pedagogico nelle sue relazioni con i vari contesti storico-sociali, e a promuovere la comprensione critica di alcuni momenti paradigmatici del suo svolgimento, con particolare riferimento al Novecento.

Pertanto, il corso prevede il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi specifici:

-  conoscere i modelli educativi caratterizzanti dei diversi periodi storici;

-  comprendere le principali idee pedagogiche dei diversi periodi storici;

-  comprendere criticamente il rapporto tra contesti storico-sociali, pratiche educative e idee pedagogiche;

-  comprendere criticamente le trasformazioni del pensiero pedagogico in rapporto ai cambiamenti storico-sociali;

-  saper individuare problematiche teoriche inerenti a modelli educativi e idee pedagogiche di un dato periodo storico.

Programma

I contenuti del corso sono relativi a:

(a)   le linee di sviluppo storico dei modelli educativi e delle idee pedagogiche attraverso i grandi periodi storico-sociali: l’età antica, l’età medievale, l’età moderna, l’età contemporanea (con particolare riferimento al Novecento). In particolare, saranno messi a tema i seguenti contesti storico-pedagogici: i modelli educativi della Grecia arcaica; la paideia della Greca classica; la pedagogia ellenistico-romana; la pedagogia cristiana nel medioevo; la pedagogia nell’Umanesimo e nel Rinascimento; la pedagogia della Riforma e della Controriforma; la pedagogia borghese tra Seicento e Settecento; Romanticismo, Positivismo, Socialismo e Irrazionalismo nella pedagogia dell’Ottocento; la pedagogia del Novecento: le scuole attive, le pedagogie totalitarie, la pedagogia nella guerra fredda, la pedagogia della contestazione, la pedagogia del neoliberismo.

(b)  alcuni momenti paradigmatici del pensiero pedagogico nei diversi periodi storico-sociali: Platone, Aristotele e la paideia greca; Seneca, Marco Aurelio e la pedagogia ellenistico-romana; Sant’Agostino, San Tommaso e la pedagogia cristiana; Erasmo, Montaigne e la pedagogia del Rinascimento; Comenio, Locke, Rousseau, Kant e la pedagogia borghese; Pestalozzi, Froebel, Herbart, e la pedagogia della prima metà dell’Ottocento; Spencer, Marx, Nietzsche e la pedagogia della seconda metà dell’Ottocento; Dewey, Montessori, Gentile, Gramsci, Maritain e la pedagogia del Novecento.

Eventuali Propedeuticità

Conoscenze di base relative alla storia generale.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione di modelli educativi, pratiche educative e idee pedagogiche relative ai diversi periodi storico-sociali;

Conoscenza e capacità di comprensione applicate al ragionamento storico concernente modelli educativi, pratiche educative e idee pedagogiche relative ai diversi periodi storico-sociali;

Autonomia di giudizio come capacità di cogliere criticamente relazioni tra idee pedagogiche, pratiche educative e contesti storico-sociali;

Abilità comunicative come capacità espositiva dei contenuti della storia della pedagogia caratterizzata da pertinenza, chiarezza, coerenza e ordine;

Capacità di apprendere dimostrata attraverso la capacità di autovalutazione e di autocorrezione delle proprie prestazioni cognitive relative alla formulazione di descrizioni e interpretazioni storiche.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Il corso prevede lezioni frontali, momenti di discussione o di esercitazione scritta.

Obblighi

La frequenza è facoltativa.

Testi di studio

Baldacci, Storia del pensiero pedagogico, Carocci, 2022.

Modalità di
accertamento

I risultati di apprendimento attesi verranno valutati attraverso una prova scritta che prevede quattro domande aperte. Il tempo a disposizione per rispondere alle domande proposte è di 45 minuti. I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze storico-pedagogiche; il grado di comprensione delle problematiche storico-pedagogiche; il livello di rielaborazione critica personale delle tematiche; il grado di padronanza nell’uso del ragionamento storico-pedagogico. Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a cinque livelli. Il voto della prova scritta è espresso in trentesimi.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

In aggiunta allo studio dei testi d’esame, agli studenti non frequentati è raccomandata la consultazione del materiale didattico on line sulla piattaforma Moodle - blended.uniurb.it.

Obblighi

Nessuno.

Testi di studio

Baldacci, Storia del pensiero pedagogico, Carocci, 2022.

Modalità di
accertamento

I risultati di apprendimento attesi verranno valutati attraverso una prova scritta che prevede quattro domande aperte. Il tempo a disposizione per rispondere alle domande proposte è di 45 minuti. I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze storico-pedagogiche; il grado di comprensione delle problematiche storico-pedagogiche; il livello di rielaborazione critica personale delle tematiche; il grado di padronanza nell’uso del ragionamento storico-pedagogico. Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a cinque livelli. Il voto della prova scritta è espresso in trentesimi.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 03/03/2023


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top