Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA MODERNA I mutuato
MODERN HISTORY I

A.A. CFU
2023/2024 12
Docente Email Ricevimento studenti
Guido Dall'Olio In periodo didattico (fino alle vacanze di Natale) il lunedì dalle 18 alle 19 e il martedì dalle 13 alle 15, presso l'Area Volponi, piano C. Si prega di avvertire il docente via mail per avere conferma. Fuori dal periodo didattico il docente può essere contattato via mail per un colloquio via Meet o simile
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

L’insegnamento mira in primo luogo a fornire agli studenti una preparazione nell’ambito della storia generale dell’età moderna, cioè a costruire una griglia cronologica a cui associare le grandi scansioni e i singoli avvenimenti della storia moderna; in secondo luogo, attraverso il corso monografico, ad affrontare un singolo argomento attraverso la bibliografia e l’analisi di documenti. 

Programma

Il corso è suddiviso in due parti: generale e monografica, svolte in successione. A ciascuna saranno dedicate dal docente 36 ore di lezione, per un totale di 72 ore.

Parte generale:

L'insegnamento affronterà i seguenti argomenti secondo l'ordine sotto indicato
1. Introduzione: storia, storiografia e fonti.
2. I quadri generali: demografia, economia e società.
3. Le scoperte geografiche.
4. L'Europa politica nella prima età moderna.
5. Riforma e Controriforma.
6. La crisi del Seicento.
7. La Rivoluzione francese.
8. La rivoluzione industriale.

Parte monografica: Martin Lutero e la Riforma protestante

-    Il problema storico
-    Lutero come individuo (biografia e storia)
-    La teologia di Lutero
-    La Riforma di Lutero e i suoi limiti
-    Lutero e le altre riforme: Calvino, Zwingli e la “Riforma radicale”
-    Il problema della genesi del mondo moderno in rapporto alla Riforma
 

        

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

  • Lo studente al termine del corso dovrà essere in possesso di adeguate conoscenze generali, sia contenutistiche che metodologiche e, inoltre, di conoscenze specifiche e approfondite su un problema particolare della storia moderna, attraverso l'analisi di testi e documenti e la riflessione critica su di essi.
  • Lo studente al termine del corso dovrà aver imparato a comprendere i fatti storici della prima età moderna, nonché a comunicare e a sostenere le proprie idee sui fatti storici fondandole sui documenti e sulle diverse interpretazioni che di essi sono state date.
  • Lo studente al termine del corso dovrà aver imparato a effettuare ricerche bibliografiche in ambito storico, nonché a estrarre conoscenze utili da un libro di storia. Dovrà altresì mostrare di saper parlare di storia in un contesto pubblico, ponendo domande e argomentando le proprie affermazioni, nonché di aver acquisito le basi per ulteriori conoscenze in ambito storico.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Didattica innovativa

 La modalità scelta è quella del dibattito (debate)

Nel corso delle lezioni il docente proporrà un dibattito su una o più questioni discusse della storia moderna. Qualche tempo prima il docente fornirà agli studenti materiale bibliografico e di riflessione da studiare e utilizzare. In una delle lezioni successive due gruppi di studenti si confronteranno con un dibattito pubblico; una parte sosterrà un'idea e l'altra un'idea diversa su un determinato fenomeno storico. Il dibattito verrà moderato dal docente.

Obblighi

La frequenza a tutte le lezioni è vivamente consigliata

Testi di studio

Per la parte generale

Studio di un manuale (a scelta tra i due indicati) e di un testo integrativo

1. Un manuale a scelta tra i seguenti:

a. Francesco Benigno, L'età moderna. Dalla scoperta dell'America alla Restaurazione, Roma-Bari, Laterza, 2005 (e successive ristampe e edizioni);

b. Carlo Capra, Storia moderna (1492-1848), Firenze, Le Monnier, 2004 (e successive ristampe e edizioni; da studiare fino al capitolo sull'età napoleonica, Restaurazione esclusa).

[Per gli studenti fortemente interessati ai temi della "storia globale", è possibile studiare sul manuale universitario Introduzione alla storia moderna, a cura di Marco Bellabarba e Vincenzo Lavenia, Bologna, Il Mulino, 2018. Si tratta di un manuale di diversi autori, assai complesso per la struttura e i temi trattati, molti dei quali non verranno affrontati nelle lezioni del corso].

2. Testo integrativo del manuale, a scelta tra i seguenti

a. Giampaolo Romagnani, La società di antico regime (XVI-XVIII secolo). Temi e problemi storiografici, Roma, Carocci, 2010.

b. Guido Dall'Olio, Storia moderna. I temi e le fonti. Nuova edizione, Roma, Carocci, 2017

Per la parte monografica

Si richiede lo studio dei seguenti testi:

Guido Dall’Olio, Martin Lutero, Roma, Carocci, 2013 (e successive ristampe)

Lucia Felici, La Riforma protestante nell’Europa del Cinquecento, Roma, Carocci, 2016 (e successive ristampe).

Oltre ai testi, gli studenti frequentanti dovranno studiare sugli appunti delle lezioni, sui documenti che verranno esposti durante le lezioni e sul materiale che il docente renderà disponibile su Moodle, che è parte integrante del programma d’esame

Textbooks for the students who choose to give the exam in English:

R. H. Bainton, The Reformation of the Sixteenth Century. Enlarged Edition, Boston, Beacon Press, 1985 (other editions allowed, if not shortened)

Roland H. Bainton, Here I stand. A Life of Martin Luther, Nashville, Abingdon Press, 1978 (other editions allowed, if not shortened)

         

Modalità di
accertamento

 Prova scritta e successivo colloquio orale

Prova scritta

(obbligatoria e unica per ciascuna sessione); il risultato positivo vale per un anno solare).

La prova scritta verterà sulla parte generale del programma e consisterà in tre domande a risposta aperta. Gli studenti dovranno rispondere correttamente a tutte e tre le domande. La durata della prova sarà di 2 ore e 30 minuti

Per chi avrà superato la prova scritta, il colloquio orale verterà soltanto sulla parte monografica

Per chi non avrà superato la prova scritta, la prova orale verterà sia sulla parte generale che sulla parte monografica.

La prova scritta, con domande aperte, intende accertare in primo luogo l’acquisizione di conoscenze generali di base (nomi, date, avvenimenti); in secondo luogo, la capacità di esporre argomenti storici in modo coerente e ordinato, connettendoli anche ai loro precedenti e ai loro sviluppi e/o individuando analogie e differenze con altri fenomeni storici; infine, la capacità di esprimere opinioni argomentate in ambito storico.

La prova orale intende accertare le medesime capacità nell’ambito di una discussione, con tempi, modi e interazioni molto diversi dall’esposizione scritta

La prova scritta sarà unica per ciascuna sessione e verrà effettuata all’inizio della sessione. Nei giorni successivi si terranno i colloqui orali (due o tre per sessione, come per gli altri esami)

Criteri e parametri di valutazione

Prova scritta: In generale, il docente terrà conto della completezza, dell’esattezza e della precisione delle risposte, indipendentemente dalla loro lunghezza.


Criteri particolari, prova scritta + colloquio orale

DIMENSIONE 1: Conoscenza fattuale: nomi, date, collocazione nel tempo e nello spazio degli avvenimenti)

·  Livello 1 (insufficiente): Scarsa cognizione della necessaria collocazione nel tempo e nello spazio degli avvenimenti; assenza o quasi di riferimenti cronologici e geografici; sequenza errata degli avvenimenti 

·  Livello 2 (da 18 a 22):  Conoscenza non precisa di luoghi e date, ma buona memorizzazione della sequenza di avvenimenti

·  Livello 3 (da 22 a 26):  Buona conoscenza di luoghi e date e narrazione efficace degli avvenimenti  

·  Livello 4 (da 26 a 30): Conoscenza completa di nomi, luoghi e date, anche di personaggi e/o eventi secondari ma pertinenti.

DIMENSIONE 2: Conoscenza profonda: Significato degli avvenimenti e loro rapporto con la storia precedente e successiva 

·  Livello 1 (insufficiente):  Nessuna o scarsissima connessione tra ciò che precede e che segue tel tempo l’oggetto della domanda

·  Livello 2 (da 18 a 22): Connessioni meccaniche e imperfette, ma presenti (per es.: “La Riforma protestante fu causata dagli abusi del clero”)

·  Livello 3:   Buone connessioni tra gli eventi precedenti e successivi all’oggetto della domanda  

·  Livello 4: Connessioni articolate e precise tra ciò che precede e ciò che segue nel tempo l’oggetto della domanda. Collocazione dell’oggetto della domanda nel suo contesto con tutti gli elementi necessari

    
DIMENSIONE 3: Conoscenza del dibattito storiografico e delle diverse interpretazioni dei fenomeni, nonché della loro importanza per il presente

·  Livello 1 (insufficiente):  Nessuna cognizione dell’esistenza di diverse interpretazioni del fenomeno storico oggetto della domanda 

·  Livello 2 (da 18 a 22): Conoscenza imprecisa e generica delle diverse interpretazioni del fenomeno

·  Livello 3 (da 22 a 26):   Conoscenza ed esposizione corretta delle diverse interpretazioni del fenomeno 

·  Livello 4 (da 26 a 30): Conoscenza delle diverse interpretazioni del fenomeno e dei loro fondamenti teorici e/o documentari.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio individuale

Testi di studio

Parte generale (uguale a quella dei frequentanti)

Studio di un manuale a scelta tra i due indicati e di un testo integrativo

1. Un manuale a scelta tra i seguenti:

FRANCESCO BENIGNO, L'età moderna. Dalla scoperta dell'America alla Restaurazione, Roma-Bari, Laterza, 2005;

b. CARLO CAPRA, Storia moderna (1492-1848), Firenze, Le Monnier, 2004 (fino alla parte sulla Restaurazione esclusa)

Per gli studenti fortemente interessati ai temi della “storia globale”, è possibile studiare il manuale Introduzione alla storia moderna, a cura di Marco Bellabarba e Vincenzo Lavenia, Bologna, Il Mulino, 2018. Si tratta di un manuale di diversi autori, assai complesso per la struttura e i temi trattati e quindi consigliabile soltanto a chi abbia ampia disponibilità di tempo ed energie da impiegare nello studio di questa parte dell'esame.

2. Testo integrativo del manuale a scelta tra i seguenti:

a. GIAMPAOLO ROMAGNANI, La società di antico regime (XVI-XVIII secolo). Temi e problemi storiografici, Roma, Carocci, 2010

b. GUIDO DALL'OLIO, Storia Moderna. I temi e le fonti. Nuova edizione, Roma, Carocci, 2017.

Parte monografica:

Per i non frequentanti il programma del corso monografico, alternativo a quello per i frequentanti, prevede lo studio di tre testi a scelta dal seguente elenco (le date sono in genere relative all'ultima edizione)

Anna Foa, Ebrei in Europa. Dalla peste nera all’emancipazione, Roma-Bari, Laterza, 2014

M. Donattini, Dal Nuovo Mondo all’America, Roma, Carocci, 2017

M. Garbellotti, Per carità. Poveri e politiche assistenziali nell’Italia moderna, Roma, Carocci, 2013

C. Ginzburg, I benandanti. Stregoneria e culti agrari in Friuli tra Cinque e Seicento, Torino, Einaudi, 1966 (nuova ed. Milano, Adelphi, 2020)

B. P. Levack, La caccia alle streghe in Europa, Roma-Bari, Laterza, 2008 (e successive ristampe)

R. Mazzei, Per terra e per acqua. Viaggi e viaggiatori nell’Europa moderna, Roma, Carocci, 2013

O. Niccoli, La vita religiosa nell’Italia moderna, Roma, Carocci, 2017

R. Sarti, Vita di casa. Abitare, mangiare, vestire nell'Europa moderna, Roma-Bari, Laterza, 2003 (e edizioni successive).

M. Vovelle, La rivoluzione francese 1789-1799. Nuova edizione ampliata, Milano, Guerini Scientifica, 2016

M. E. Wiesner-Hanks, Le donne nell’Europa moderna, Torino, Einaudi, 2017

Textbooks in English (both texts are mandatory)

E. Cameron, Enchanted Europe. Superstition, Reason, and Religion, 1250-1750, Oxford University Press, 2010

F. Young, A History of Exorcism in Catholic Christianity, London, Palgrave Macmillan, 2016

    

Modalità di
accertamento

(Uguali a quelle per i gli studenti frequentanti)

   

 Prova scritta e successivo colloquio orale

Prova scritta

(obbligatoria e unica per ciascuna sessione); il risultato positivo vale per un anno solare).

La prova scritta verterà sulla parte generale del programma e consisterà in tre domande a risposta aperta. Gli studenti dovranno rispondere correttamente a tutte e tre le domande. La durata della prova sarà di 2 ore e 30 minuti

Per chi avrà superato la prova scritta, il colloquio orale verterà soltanto sulla parte monografica

Per chi non avrà superato la prova scritta, la prova orale verterà sia sulla parte generale che sulla parte monografica.

La prova scritta, con domande aperte, intende accertare in primo luogo l’acquisizione di conoscenze generali di base (nomi, date, avvenimenti); in secondo luogo, la capacità di esporre argomenti storici in modo coerente e ordinato, connettendoli anche ai loro precedenti e ai loro sviluppi e/o individuando analogie e differenze con altri fenomeni storici; infine, la capacità di esprimere opinioni argomentate in ambito storico.

La prova orale intende accertare le medesime capacità nell’ambito di una discussione, con tempi, modi e interazioni molto diversi dall’esposizione scritta

La prova scritta sarà unica per ciascuna sessione e verrà effettuata all’inizio della sessione. Nei giorni successivi si terranno i colloqui orali (due o tre per sessione, come per gli altri esami)

Criteri e parametri di valutazione

Prova scritta: In generale, il docente terrà conto della completezza, dell’esattezza e della precisione delle risposte, indipendentemente dalla loro lunghezza.


Criteri particolari, prova scritta + colloquio orale

DIMENSIONE 1: Conoscenza fattuale: nomi, date, collocazione nel tempo e nello spazio degli avvenimenti)

·  Livello 1 (insufficiente): Scarsa cognizione della necessaria collocazione nel tempo e nello spazio degli avvenimenti; assenza o quasi di riferimenti cronologici e geografici; sequenza errata degli avvenimenti 

·  Livello 2 (da 18 a 22):  Conoscenza non precisa di luoghi e date, ma buona memorizzazione della sequenza di avvenimenti

·  Livello 3 (da 22 a 26):  Buona conoscenza di luoghi e date e narrazione efficace degli avvenimenti  

·  Livello 4 (da 26 a 30): Conoscenza completa di nomi, luoghi e date, anche di personaggi e/o eventi secondari ma pertinenti.

DIMENSIONE 2: Conoscenza profonda: Significato degli avvenimenti e loro rapporto con la storia precedente e successiva 

·  Livello 1 (insufficiente):  Nessuna o scarsissima connessione tra ciò che precede e che segue tel tempo l’oggetto della domanda

·  Livello 2 (da 18 a 22): Connessioni meccaniche e imperfette, ma presenti (per es.: “La Riforma protestante fu causata dagli abusi del clero”)

·  Livello 3:   Buone connessioni tra gli eventi precedenti e successivi all’oggetto della domanda  

·  Livello 4: Connessioni articolate e precise tra ciò che precede e ciò che segue nel tempo l’oggetto della domanda. Collocazione dell’oggetto della domanda nel suo contesto con tutti gli elementi necessari

    
DIMENSIONE 3: Conoscenza del dibattito storiografico e delle diverse interpretazioni dei fenomeni, nonché della loro importanza per il presente

·  Livello 1 (insufficiente):  Nessuna cognizione dell’esistenza di diverse interpretazioni del fenomeno storico oggetto della domanda 

·  Livello 2 (da 18 a 22): Conoscenza imprecisa e generica delle diverse interpretazioni del fenomeno

·  Livello 3 (da 22 a 26):   Conoscenza ed esposizione corretta delle diverse interpretazioni del fenomeno 

·  Livello 4 (da 26 a 30): Conoscenza delle diverse interpretazioni del fenomeno e dei loro fondamenti teorici e/o documentari.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 30/11/2023


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top