Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA DELLA FILOSOFIA DEL RINASCIMENTO
HISTORY OF RENAISSANCE PHILOSOPHY

A.A. CFU
2023/2024 5
Docente Email Ricevimento studenti
Raffaella Santi Primo Semestre: Lunedì e giovedì 13.00-14.00 presso il proprio studio al I piano di Palazzo Albani (via Timoteo Viti 10); Secondo semestre: martedì e mercoledì 13.00-14.00 presso l'aula professori del Polo Volponi (via Saffi 15); è possibile anche il ricevimento su Zoom a richiesta dello/a studente/essa.
Didattica in lingue straniere
Insegnamento parzialmente in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta parzialmente in lingua italiana e parzialmente in lingua straniera. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze dell'Educazione (L-19)
Curriculum: EDUCATORE PROFESSIONALE SOCIO-PEDAGOGICO E CULTURALE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Obiettivo generale:

il corso è finalizzato a fornire gli strumenti di base per conoscere e comprendere temi e problemi indagati dal pensiero del tardo Rinascimento, sapendone valutare la ricca complessità e la perdurante validità per l’uomo contemporaneo; si prefigge inoltre di guidare lo studente verso uno sviluppo autonomo della capacità di leggere, capire e analizzare un testo classico quale il Leviathan di Thomas Hobbes, cogliendone gli snodi contenutistici e i risvolti logico-argomentativi principali.

Obiettivi specifici:

1. saper leggere e comprendere i testi di tema filosofico;

2. saper contestualizzare storicamente i testi presi in esame;

3. saper interpretare e analizzare i testi in esame, individuandone le teorie di fondo e gli argomenti utilizzati dall’autore per supportarle;

4. saper porre a confronto il testo in esame con altri testi affini, individuando analogie e differenze nelle teorie e nelle argomentazioni;

5. essere in grado di riconoscere eventuali incongruenze e inconsistenze nel flusso argomentativo e nelle idee esposte dall’autore;

6. saper ragionare in maniera transdisciplinare, individuando modalità di applicazione dei contenuti appresi anche in contesti didattico-educativo, in base alle fasce di età.

7. saper formulare un giudizio autonomo sulle teorie emerse dall’analisi dei testi e sulla loro valenza o meno nell’attuale mondo umano e nei diversi contesti educativi.

Programma

Al tramonto del Rinascimento inglese, in un contesto storico caratterizzato da una guerra civile che coinvolge aspetti politici e religiosi, emergono due teorie politiche che si pongono come antitetiche: quella elaborata dal filosofo Thomas Hobbes e quella dello scrittore di John Milton. Il corso intende ricostruire queste teorie - soffermandosi in paprticolare su quella di Hobbes - e porle a confronto. Nello specifico:

Il corso prevede:

1. Introduzione (anche visuale) ai temi del corso (due ore);

2. l’Umanesimo come riscoperta dei testi classici greci e latini e le biblioteche rinascimentali (due ore);

3. Il Rinascimento filosofico e la rielaborazione-reinterpretazione dei classici (due ore);

4. Filosofia del Rinascimento e Philosophy for children (due ore);

5. A royal leader: da Elisabetta I a Elisabetta II (esempi di filosofe-regine) (due ore);

6. Il tema del "conflitto" nella storia e nella società (due ore);

7. Il pensiero politico di John Milton in The Tenure of Kigs and Magistrates (due ore);

8. Lettura e commento critico del Leviathan di Thomas Hobbes:

a. la figura di Thomas Hobbes: vita e opere (sei ore);

b. l'Introduzione al Leviathan e i capitoli della Parte I del Leviathan (dieci ore);

c. i capitoli della parte seconda del Leviathan, capitoli XVII-XXIII (dieci ore).

Eventuali Propedeuticità

Non previste.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

1. Conoscenze e capacità di comprensione: avere acquisito i contenuti previsti dal programma, comprendendone le linee fondamentali e gli aspetti particolari, anche in prospettiva comparata.

2. Applicazione delle conoscenza e della capacità di comprensione: saper applicare i concetti, le idee, le teorie e le metodologie apprese anche in contesti diversi da quello originario; saper spaziare anche a livello transdiscipliare.

3. Autonomia di giudizio: riflettendo e ragionando sui vari contenuti appresi, sviluppare un pensiero critico, autonomo e flessibile; essere “open-minded”: aperti alla complessità del reale, con un atteggiamento esplorativo e indagatore; essere capaci di mettere in discussione le teorie altrui e anche le proprie.

4. Abilità comunicative: dimostrare di avere acquisito una sicura padronanza del lessico di base della disciplina e di saperlo utilizzare all’interno di un discorso che sia internamente coerente e logicamente strutturato, secondo una corretta sequenza di argomenti; la capacità argomentativa dovrà esplicarsi nell’uso dell’analisi e della sintesi, dei processi induttivi e deduttivi, nonché nell’applicazione delle tecniche retoriche, fino alla rimodulazione dell’argomento in base al supposto interlocutore.

5. Capacità di apprendimento: saper utilizzare risorse complementari a disposizione oltre ai testi di studio – i materiali inseriti dalla docente nella piattaforma Moodle, ma anche i motori di ricerca del web, gli strumenti bibliografici, ecc. – per creare un personale percorso di approfondimento.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Non previste.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale e partecipata.

Obblighi

No.

Testi di studio

1. Thomas Hobbes, Leviatano, a cura di Arrigo Pacchi, Laterza, Roma-Bari 2021 (o edizioni precedenti), capitoli I-XXXI: pp.1-299;

2. Re Giacomo VI e I Stuart,  Basilikon Doron, a cura di Luca Tenneriello, Arbor Sapientiae Editore, Roma 2023;

3. Francesca Pirola, Tirannicidio e resistenza in John Milton e Thomas Hobbes, Edizioni ETS, Pisa 2019.

Modalità di
accertamento

Esame scritto.

Tipologia di prova: tre quesiti a risposta aperta (spazio per le risposte: venti righe).

Criteri di valutazione:

1. pertinenza e efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;

2. livello di articolazione delle risposte: chiarezza, logicità, capacità di compiere collegamenti e capacità critica;

3. utilizzo del lessico specifico della disciplina.

Saranno attribuiti da 0 a 10 punti a quesito (valutazione massima: 30/30, con lode se tutte le risposte raggiungono il livello di eccellenza; valutazione minima per il superamento della prova: 18/30).

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio personale dei testi. Consultazione dei materiali di approfondimento inseriti ella piattaforma Moodle.

Obblighi

No.

Testi di studio

1. Thomas Hobbes, Leviatano, a cura di Arrigo Pacchi, Laterza, Roma-Bari 2021 (o edizioni precedenti), capitoli I-XXXI: pp.1-299;

2. Re Giacomo VI e I Stuart,  Basilikon Doron, a cura di Luca Tenneriello, Arbor Sapientiae Editore, Roma 2023;

3. Francesca Pirola, Tirannicidio e resistenza in John Milton e Thomas Hobbes, Edizioni ETS, Pisa 2019.

Modalità di
accertamento

Esame scritto.

Tipologia di prova: tre quesiti a risposta aperta (spazio per le risposte: venti righe).

Criteri di valutazione:

1. pertinenza e efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;

2. livello di articolazione delle risposte: chiarezza, logicità, capacità di compiere collegamenti e capacità critica;

3. utilizzo del lessico specifico della disciplina.

Saranno attribuiti da 0 a 10 punti a quesito (valutazione massima: 30/30, con lode se tutte le risposte raggiungono il livello di eccellenza; valutazione minima per il superamento della prova: 18/30).

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Note

Per qualsiasi chierimento, gli/le studenti/esse (specialmente i/le non frequentanti) sono invitati/e a comtattare la docente.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 04/01/2024


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top