Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FILOSOFIA E TEORIE DEI LINGUAGGI CINEMATOGRAFICI

A.A. CFU
2010/2011 5
Docente Email Ricevimento studenti
Gino Tarozzi Prima e dopo la lezione.

Assegnato al Corso di Studio

Storia dell’arte (95/S) Teorie della conoscenza, della morale, della comunicazione (18/S)
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di analizzare tre diverse funzioni del linguaggio cinematografico rispetto alla meccanica quantistica, la teoria che descrive con straordinario potere predittivo, ma con gravi e tuttora irrisolte anomalie causali, il comportamento dei costituenti fondamentali del modo fisico a livello sia atomico sia subatomico.

Programma

Rispetto ai precedenti obiettivi, il corso si divide in tre parti.

Nella prima ci proponiamo di mostrare come il linguaggio cinematografico costituisca l’unica preziosissima forma di visualizzazione possibile del comportamento duale, ondulatorio e corpuscolare, degli oggetti atomici -evidenza empirica feconda su cui è nata e si è sviluppata la teoria quantistica-, configurandosi quindi come linguaggio scientifico a pieno titolo.

Nella parte centrale del corso, che è la più ricca e articolata, ci soffermeremo sul ruolo di tale linguaggio nella rappresentazione e trasfigurazione artistica di alcuni dei principali concetti e principi della meccanica quantistica quantistici, quali indeterminazione, sovrapposizione, complementarità e di alcune interpretazioni non standard del suo formalismo, come le teorie a molti mondi, in cui ogni atto di misurazione genera un processo di ramificazione dell'universo, o quelle a simmetria temporale, che si fondano sull'abolizione della freccia del tempo e sulla conseguente possibilità di una retroazione del futuro sul passato. 

Nella terza e ultima parte analizzeremo le funzioni del cinema come strumento di riflessione e documentazione storica sul cosiddetto equilibrio del terrore, conseguente alla proliferazione delle armi atomiche. 

Attività di Supporto

Le lezioni saranno affiancate da un seminario integrativo tenuto dalla Dott. ssa Clelia Sedda


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali con seminari e proiezioni di filmati.

Testi di studio


C. Sedda, G. Tarozzi, Cinema quantistico, in corso di pubblicazione
G. Tarozzi, “Principi filosofici e principi della fisica. La riapertura delle controversie metafisiche nei fondamenti della meccanica quantistica”, in M. Pera, G. Tarozzi, M. Fleishmann, E. Del Giudice, Lezioni in onore di Giuliano Preparata, Bibiolopolis, Napoli, pp. 21-39

Modalità di
accertamento

Esame orale.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

C. Sedda, G. Tarozzi, Cinema quantistico, in corso di pubblicazione


G. Tarozzi, “Principi filosofici e principi della fisica. La riapertura delle controversie metafisiche nei fondamenti della meccanica quantistica”, in M. Pera, G. Tarozzi, M. Fleishmann, E. Del Giudice, Lezioni in onore di Giuliano Preparata, Bibiolopolis, Napoli, 2006


G. Tarozzi, Filosofia della microfisica, Accademia nazionale di scienze, lettere e arti, Modena, 1992


Modalità di
accertamento

Esame orale.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 15/10/2010


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top