Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DIRITTO COMMERCIALE E DEI CONTRATTI INTERNAZIONALI - SEDE DI FANO

A.A. CFU
2008/2009 10
Docente Email Ricevimento studenti
Elisabetta Righini Da determinarsi all'inizio delle lezioni

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si articolerà in due parti di cui la prima, dedicata alla disciplina dell’impresa, individuale e societaria, dell’azienda e dei contratti commerciali. La seconda parte fornirà allo studente le nozioni basilari del diritto dei contratti internazionali e lo studio di alcuni tra i contratti più diffusi del commercio internazionale (quali ad esempio la vendita internazionale e i contratti di distribuzione).

Programma

Parte I 
1.1 Introduzione 
2.1 L’imprenditore 
2.2 Le categorie di imprenditori
A. Imprenditore agricolo e Imprenditore commerciale 
B. Piccolo imprenditore. Impresa familiare 
C. Impresa collettiva. Impresa pubblica 
2.3 L’acquisto della qualità di imprenditore 
A. L’imputazione dell’attività di impresa 
B. Inizio e fine dell’impresa 
C. Capacità e impresa 
2.4 Lo statuto dell’imprenditore commerciale 
A. La pubblicità legale 
B. Le scritture contabili 
C. La rappresentanza commerciale 
2.5 L’azienda 
2.6 I segni distintivi 
A. La ditta 
B. Il marchio 
C. L’insegna 
2.7 Opere dell’ingegno. Invenzioni industriali 
A. Il diritto d’autore 
B. Le invenzioni industriali 
C. I modelli industriali 
2.8 La disciplina della concorrenza 
A. La legislazione antimonopolistica 
B. Le limitazioni della concorrenza 
C. La concorrenza sleale 
2.9 I consorzi fra imprenditori 
3.1 Le società 
A. La nozione di società 
B. I tipi di società 
3.2 La società semplice. La società in nome collettivo 
3.3 La società in accomandita semplice 
3.4 La società per azioni 
A. La costituzione 
B. I conferimenti 
3.5 Le azioni ed altri strumenti finanziari 
3.6 Le partecipazioni rilevanti 
3.7 Gli organi sociali 
A. L’assemblea 
B. Gli amministratori e i sistemi di amministrazione: tradizionale, dualistico, monistico 
C. Il collegio sindacale e l’organo di controllo contabile 
3.8 I controlli esterni 
3.9 Il bilancio 
3.10 Le modificazioni dell’atto costitutivo 
3.11 Le obbligazioni 
3.12 I diritti individuali del socio 
3.13 I gruppi di società 
3.14 La società in accomandita per azioni 
3.15 La società a responsabilità limitata 
3.16 Lo scioglimento delle società di capitali 
3.17 Trasformazione. Fusione e scissione 
A. La trasformazione 
B. La fusione 
C. La scissione 
3.18 La società cooperativa 
4.1 La vendita 
4.2 Il contratto estimatorio. La somministrazione. I contratti di distribuzione 
4.3 L’appalto 
4.4 Il contratto di trasporto 
4.5 Il deposito nei magazzini generali 
4.6 Il mandato 
4.7 Il contratto di agenzia. La mediazione 
4.8 I contratti bancari 
4.9 L’intermediazione finanziaria 
4.10 L’intermediazione mobiliare 
A. I servizi di investimento 
B. Gli organismi di investimento collettivo 
C. La sollecitazione all’investimento 
4.11 Mercato mobiliare e contratti di borsa 
4.12 Il contratto di assicurazione 
4.13 L’associazione in partecipazione 
5.1 I titoli di credito in generale 
5.2 La cambiale 
5.3 L’assegno bancario 
5.4 L’assegno circolare 

Parte II 
1. Principi e tecniche di redazione di un contratto internazionale 
2. Principali tipologie di contratti internazionali 
2.1 Vendita 
2.2 Subfornitura 
2.3 Distribuzione 
2.4 Agenzia 
2.5 Trasferimento di tecnologia 
2.6 Joint venture 
3. Principi di giurisdizione e metodi alternativi di risoluzione delle controversie 
4. La normativa sulle società dei più importanti Paesi del mondo

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Obiettivo del corso è far acquisire allo studente conoscenza e capacità di comprensione di base delle principali norme e principi giuridici che regolano l'attività commerciale e imprenditoriale, con attenzione non solo alla disciplina interna ma anche ai rapporti commerciali di carattere internazionale.

A livello applicativo tali conoscenze e capacità di comprensione applicate dovranno portare a saper riconoscere e gestire le principali problematiche giuridiche che lo studente si troverà in futuro ad affrontare nell'ambito della propria attività professionale, lavorativa o imprenditoriale, con sufficiente autonomia nel valutare le situazioni concrete che potranno presentarsi in tale contesto.

Sotto il profilo delle abilità comunicative sarà importante acquisire un'adeguata dimestichezza con il linguaggio e le terminologie di carattere giuridico. Dovrà inoltre essere acquisita la capacità di apprendere e approfondire le varie tematiche di carattere legale e giuridico in materia commerciale.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale

Testi di studio

Sulla parte I - G. Presti - M. Rescigno, Corso di diritto commerciale, vol. I, Zanichelli, 3a ed., 2007 - Associazione Disiano Preite, Il diritto delle società, a cura di G. Olivieri, G. Presti e F. Vella, Il Mulino, 2a ed., 2006 
Sulla parte II - D. Comba e S. Garelli, I contratti internazionali. Le regole, gli usi, la fiscalità, Ed Il Sole 24 ore, 2003 Dei testi indicati saranno oggetto di studio solo le parti relative agli argomenti del programma.

Modalità di
accertamento

Esame orale

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 09/07/08


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top