Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FISICA

A.A. CFU
2008/2009 6
Docente Email Ricevimento studenti
Filippo Martelli da stabilire in base all'orario delle lezioni - per appuntamenti antecedenti l'inizio del corso contattare il docente per e-mail

Assegnato al Corso di Studio

Scienze geologiche e gestione del territorio (L-34) Scienze biologiche (L-13) Scienze per l'ambiente e la natura (L-32)
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti le basi fondamentali della fisica classica e gli strumenti necessari ad approfondire le tematiche che, vista la brevità del corso, non possono essere trattate nel dettaglio. Le leggi fisiche sono presentate ponendo in rilievo la metodologia scientifica sperimentale che è alla base dello studio della natura, accennando, ove possibile, anche agli aspetti più rilevanti della ricerca contemporanea.

Programma

 1. Introduzione
1.1 Il metodo scientifico
1.2 Misure ed errori di misura
1.3 Errori statistici e distribuzione di Gauss
1.4 Grandezze fisiche ed unità di misura


2 Cinematica
2.1 Velocità e accelerazione media ed istantanea: moto rettilineo uniforme e moto uniformemente accelerato
2.2 Moto nello spazio: componente tangenziale e centripeta dell'accelerazione
2.3 Moto circolare uniforme
2.4 Composizione di moti

 
3 I Principi della dinamica
3.1 Principio di relatività e principio di inerzia
3.2 Sistemi inerziali
3.3 Deduzione empirica del secondo principio della dinamica
3.4 Terzo principio della dinamica

4 Le forze
4.1 Forze fondamentali
4.2 La legge di gravitazione universale
4.3 Forze apparenti
4.4 Tensioni e reazioni vincolari
4.5 Attrito statico e dinamico
4.6 Forze elastiche ed oscillatore armonico

5 Lavoro ed energia
5.1 Definizione di lavoro
5.2 Teorema dell'energia cinetica
5.3 Energia potenziale e forze conservative
5.4 Conservazione dell'energia meccanica

6 Sistemi rigidi
6.1 Equazioni del moto del centro di massa
6.2 Momento angolare e momento di una forza
6.3 Equazioni fondamentali dei moti rotazionali

7 Fluidi
7.1 Statica dei fluidi: legge di Stevino e principio di Archimede
7.2 Dinamica dei fluidi ideali: Teorema di Bernoulli e sue principali conseguenze
7.3 Dinamica dei fluidi viscosi: regime di Poiseuille e legge di Hagen-Poiseuille
7.4 Tensione superficiale: legge di Laplace e capillarità

8 Termometria e calorimetria
8.1 Definizione operativa di temperatura e scale termometriche
8.2 Quantità di calore e misure calorimetriche
8.3 Capacità termica, calore specifico e calore latente di una trasformazione
8.4 Trasmissione del calore

9 Primo principio della termodinamica
9.1 L'esperienza di Joule e il primo principio della termodinamica
9.2 Energia interna
9.3 Gas perfetti: applicazioni del primo principio alle trasformazioni di un gas ideale.
9.4 Modello cinetico di un gas ideale.

10 Secondo principio della termodinamica
10.1 Enunciati di Clausius e Kelvin e loro equivalenza
10.2 Macchine termiche: rendimento e reversibilità
10.3 La macchina di Carnot
10.4 Teorema di Carnot sul rendimento delle macchine termiche
10.5 Integrale di Clausius ed entropia
10.6 Principali potenziali termodinamici

11 Elettrostatica
11.1 Legge di Coulomb e Teorema di Gauss
11.2 Potenziale elettrico
11.3 Conduttori e isolanti: capacità di un conduttore

12 Correnti elettriche
12.1 Legge di Ohm e sua interpretazione microscopica
12.2 Resistenza elettrica
12.3 Circuiti elettrici elementari

13 Cenni di elettromagnetismo
13.1 Legge di Ampere
13.2 Legge di Faraday
13.3 Le equazioni di Maxwell e le onde elettromagnetiche
13.4 Spettro elettromagnetico e luce

14 Ottica geometrica
14.1 Velocità della luce nel vuoto ed in un mezzo trasparente
14.2 Riflessione e rifrazione: legge di Snell
14.3 Equazione della lente sottile
14.4 Distanza focale di una lente: costruzione grafica dell'immagine di una lente biconvessa
14.5 Cenni sui principali strumenti ottici

Eventuali Propedeuticità

E' fortemente consigliata una certa dimestichezza con gli strumenti alla base dell'analisi matematica, quali derivate e integrali.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Testi di studio

M. Villa, F. Vetrano, P. Cofrancesco, Elementi di Fisica, McGraw-Hill, 1998.
D. Halliday, R. Resnick, J. Walker, Fondamenti di Fisica, (vol. I e II), Casa Editrice Ambrosiana, V edizione, 2001.

Modalità di
accertamento

L'esame prevede una prova scritta nella quale si richiede la risoluzione di alcuni problemi simili a quelli trattati durante il corso e una prova orale, alla quale può accedere chi ha superato lo scritto. Verrà data agli studenti frequentanti l'opportunità di usufruire di verifiche parziali durante il corso.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 08/07/08


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top