Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo



L’idea di fondo è la definizione del tirocinio come attività che si esplica attraverso la sintesi tra conoscenze teoriche (sapere), metodologie pratiche (saper fare), la presa di coscienza del proprio ruolo (saper essere), in contesto sociale/relazionale (saper essere con gli altri) e con il supporto della pratica riflessiva per l’apprendimento continuo (saper divenire).
Il tirocinio è pensato e realizzato come un percorso finalizzato all’apprendere in situazione e in riflessione, coinvolgendo attivamente i futuri insegnanti in contesti lavorativi reali, al fine di far acquisire competenze operative, di organizzazione didattica, disposizioni e atteggiamenti produttivi ed efficaci nell’opera formativa, nelle dinamiche interpersonali, nell’apprendistato delle didattiche.
Il percorso del tirocinio segue un andamento ricorsivo che prevede delle tappe, all’interno di un continuum, per cui ogni tappa raggiunta, con il supporto di un Quaderno Operativo, funge da fondamento su cui costruire quella successiva; tappa che include la precedente e apre una prospettiva di analisi/di azione sulla realtà più ampia, attraverso l’utilizzo di un modello dinamico  d’integrazione fra l’Università e le Scuole, inteso come occasione ed opportunità di qualificazione per entrambe le istituzioni.

Regolamento

Il tirocinio viene svolto presso le scuole dell’infanzia e le scuole primarie con le quali le Università stipulano apposite convenzioni (art. 12 DM 10 settembre 2010 n. 249). Tali scuole, facenti parte del sistema nazionale di istruzione, sono ricomprese nell’elenco regionale delle istituzioni scolastiche accreditate, predisposto dall’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e annualmente aggiornato (link elenco scuole accreditate – Sito attuale tirocinio).
Lo studente fuori sede e/o lavoratore, impossibilitato a svolgere il tirocinio presso una delle scuole accreditate dall’Ufficio Scolastico Regionale delle Marche, lo può svolgere fuori Regione, purchè l’Istituto Scolastico richiesto, sia accreditato dall’Ufficio Scolastico Regionale di competenza (link modulistica convenzionamento).
Qui di seguito il prospetto della suddivisione oraria dell’intero percorso di tirocinio (da concordare con il proprio tutor).

Tutor

Ad ogni studente è assegnato un Tutor di riferimento che lo supporta, dal punto di vista metodologico e organizzativo, nella compilazione del Quaderno Operativo e anche nello svolgimento dell’esperienza formativa e professionalizzante del Tirocinio.
In una prospettiva di continua verifica e miglioramento, il gruppo dei Tutor s’impegna a fornire opportunità di supporto e competenza metodologica, all’interno di momenti di confronto e scambio di informazioni e prospettive sul proprio percorso di tirocinio (link ai tutor e orari di ricevimento– Sito attuale tirocinio).
Il gruppo dei Tutor lavora in modalità collegiale per la strutturazione e l’organizzazione dell’offerta formativa rivolta alle scuole e agli studenti.

Iscrizioni e Percorso

Iscrizioni
Le procedure amministrative per l’avvio del Tirocinio rappresentano la traduzione formale del patto che necessariamente va stretto tra i soggetti coinvolti nel percorso di Tirocinio: lo studente, l’Università (nello specifico rappresentata dai Tutor), la scuola accreditata accogliente. Essenzialmente esse si riconducono alla compilazione (da parte di tutti gli studenti, sia del nuovo che del vecchio ordinamento, sia laureandi che fuori corso), dei seguenti documenti (link modulistica– Sito attuale tirocinio).
All’inizio di ogni anno accademico, tutti gli studenti che intendono svolgere il tirocinio, devono compilare la scheda conoscitiva (link) per l’assegnazione del Tutor.

Percorso
Il percorso di Tirocinio prevede obbligatoriamente attività di apprendimento in situazione (tirocinio diretto nella sezione/classe, partecipazione agli organi collegiali e alle attività di programmazione) e attività di apprendimento in riflessione (elaborazione di un quaderno operativo, partecipazione ad attività di formazione organizzate dalla struttura di tirocinio dell’Ateneo, colloqui con il tutor universitario assegnato, con il tutor dei tirocinanti, con i docenti coordinatori didattici per il tirocinio e con i Dirigenti Scolastici), attività finalizzate all’elaborazione e alla redazione della relazione finale di tirocinio.
Lo strumento principale è un Quaderno Operativo, che guida lo studente in una lettura critica della realtà scuola e che rappresenta una forma di DOCUMENTAZIONE dell’esperienza diretta, su cui costruire, attraverso una rielaborazione ed approfondimenti teorici e bibliografici, la RELAZIONE FINALE DI TIROCINIO per la laurea.

Offerta formativa

Le attività formative sono parte integrante del programma di miglioramento continuo della didattica del Corso di studio, al quale gli studenti sono invitati a partecipare per essere informati adeguatamente sul sistema di valutazione della didattica, aggiornati sui suoi esiti e collaborare alla definizione e al perseguimento degli obiettivi di miglioramento della qualità.
Ogni anno la struttura di tirocinio in accordo con il corso di laurea e le scuole accoglienti organizza plurali e diversificate opportunità formative rivolte a studenti, dirigenti e insegnanti per approfondire, sia sul piano teorico, che con riferimento alla prassi, tematiche di rilievo per la scuola, l’educazione e la didattica. Trattasi di laboratori a tema; seminari professionalizzanti che intendono promuovere conoscenze e consapevolezze negli studenti, utili a formarli su fondamentali aspetti istituzionali, legislativi, organizzativi che regolano la professione insegnante in vista dell'inserimento nel mondo del lavoro; seminari su argomenti di particolare interesse per la scuola; convegni di studio in giornate dedicate ad approfondimenti teorici; percorsi progettuali di ricerca-azione.

 


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top