Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


LAVORO E LAVORATORI IN DIRITTO ROMANO

A.A. CFU
2013/2014 6
Docente Email Ricevimento studenti
Marina Frunzio
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

L'obiettivo del corso è di comprendere il concetto di lavoro nella società romana, repubblicana e imperiale, attraverso l'analisi storica dei rapporti economici e giuridici coinvolgenti i lavoratori intesi come soggetti e come oggetti dei rapporti medesimi.

Programma

Il corso si propone di affrontare lo studio delle caratteristiche economiche della società romana fondata sullo schiavismo e del valore via via riconosciuto al lavoro cd. libero. Saranno esaminati i rapporti lavorativi più diffusi e il loro inquadramento nell'ambito del diritto privato, approfondendosi la distinzione tra lavoro intellettuale e lavoro manuale. Da questa angolazione risulterà indispensabile osservare l'importanza sociale e culturale dell'attività giurisprudenziale, in quanto libera e gratuita, a  fornte di diverse attività lavorative ritenute socialmente riprovevoli e tradizionalmente sottratte ai ceti più abbienti, in cui il corrispettivo e il vincolo di subordinazione appaiono sovente elementi indissolubili. Riferimento indispensabile sarà lo studio della propiretà romana, concepiti come diritto assoluto, tendenzialmente illimitato, avente ad oggetto persone, animali e cose in senso stretto che favorisce la tendenza verso la creazione di rapporti tra individui in cui al potere di una parte corrisponde la sottomissione dell'altra. Verranno, all'uopo, analizzate le fonti giuridiche e letterarie sul tema e confrontate, in un'ottica storico-comparatistica, con testimonianze provenienti dalla Grecia antica e, in particolare, dal pensiero aristotelico. Infine, si cercherà di seguire storicamente lo sviluppo di taluni istituti romanistici le cui tracce appaiono ancora rinvenibili in numerosi ordinamenti giuridici moderni e contemporanei.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e seminari

Obblighi

Si raccomanda vivamente la frequenza alle lezioni.

Testi di studio

ITALO LANA, Sapere, lavoro e potere in Roma antica (Napoli 1990), 395-502.  ANTONIO GUARINO, PROFILO DEL DIRITTO ROMANO, ED.JOVENE, 1994, PAGG. 9-195 (FINO AL PARAGRAFO 18 ESLUSO).

Materiale didattico verrà distribuito durante il corso

Modalità di
accertamento

Esame orale

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Lezioni frontali e seminari

Obblighi

Si raccomanda vivamente la frequenza alle lezioni

Testi di studio

ITALO LANA, Sapere, lavoro e potere in Roma antica (Napoli 1990), 395-502.ANTONIO GUARINO, PROFILO DEL DIRITTO ROMANO, ED.JOVENE, 1994, PAGG. 9-195 (FINO AL PARAGRAFO 18 ESLUSO).

Materiale didattico verrà distribuito durante il corso

Modalità di
accertamento

Esame orale

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 05/07/16


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top