Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


LINGUA LATINA II mutuato
LATIN LANGUAGE II

A.A. CFU
2019/2020 6
Docente Email Ricevimento studenti
Giorgia Bandini previo appuntamento
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze Umanistiche. Discipline Letterarie, Artistiche e Filosofiche (L-10)
Curriculum: FILOLOGICO-LETTERARIO MODERNO
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso, destinato a studenti che abbiano una almeno discreta conoscenza della lingua latina, si propone di fornire loro gli strumenti per acquisire maggiore familiarità con problemi legati alla pronuncia del latino, alle strutture morfologiche e sintattiche e agli ambiti più comuni del lessico e i meccanismi di formazione di questo.

Programma

Oggetto del corso saranno due testi, uno in prosa e uno in poesia, durante la lettura dei quali, pur privilegiando l'esegesi del testo, verranno affrontati:

- problemi di fonetica (apofonia indoeuropea e latina; altri fatti di vocalismo e consonantismo)

- problemi di morfologia (radice, tema e desinenza; la flessione nominale e le sue principali anomalie; la flessione verbale; i principali tipi di verbi derivati; la formazione del perfectum; i verbi atematici)

- problemi di sintassi (il locativo; i pronomi indefiniti; l'aspetto verbale; la paratassi e le principali congiunzioni ipotattiche)

I testi presi in esame sono:

Plauto, Menaechmi (versi arg. 1-10, 77-273, 486-523, 701-752, 808-875, 889-967, 1062-1083).

Livio, Ad Urbe condita, liber I (capitoli 34-35; 39-42; 46-48; 57-59). 

Eventuali Propedeuticità

ACCERTAMENTO PRELIMINARE DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA LATINA.

Gli studenti dovranno possedere una adeguata conoscenza della lingua latina, garantita da una prova di accertamento scritta, obbligatoria e propedeutica a questo esame, che non potrà essere sostenuto in caso di mancato superamento della prova stessa. La prova consisterà in quesiti sulla morfologia e sulla sintassi della lingua latina e nella traduzione di un passo tratto dall'opera di un autore della letteratura latina, con la possibilità di utilizzare il vocabolario. Il livello di conoscenza del latino e gli argomenti richiesti per il superamento della prova corrispondono alle conoscenze e alle competenze raggiungibili attraverso un percorso - non obbligatorio, ma aperto a tutti gli studenti che ne sentano la necessità - di formazione extracurricolare di Latino 0. Sul programma di lavoro previsto per il percorso didattico di Latino 0 e sulle competenze e conoscenze richieste per la prova di accertamento di conoscenza della lingua latina, saranno disponibili informazioni dettagliate sia nella piattaforma Blended Learning sia nel sito della Scuola di Lettere Arti Filosofia. Gli esiti della prova saranno messi a disposizione sulla piattaforma di Blended Learning (Moodle).

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

Al termine del corso lo studente conosce: 1) elementi di fonetica della lingua latina 2) la morfologia, la sintassi e il lessico più comune della lingua latina 3) alcuni elementi di base di storia della lingua necessari per una piena comprensione delle strutture morfologiche più importanti.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)

Al termine del corso lo studente ha inoltre acquisito le seguenti competenze: 1) sa pronunciare correttamente la lingua latina 2) sa riconoscere e descrivere le principali strutture morfosintattiche 3) sa flettere correttamente nomi, aggettivi, pronomi e verbi 4) sa tradurre e analizzare testi noti.

Autonomia di giudizio (making judgments)

Al termine del corso lo studente deve essere capace di formulare una traduzione autonoma.

Abilità comunicative (communication skills)

Lo studente deve sapersi esprimere in maniera chiara e consapevole.

Capacità di apprendere (learning skills)

Come tutte le altre discipline anche lo studio della latina contribuisce ad acquisire capacità di apprendimento, di analisi e di sintesi necessarie sia per proseguire il percorso di studi sia per inserirsi proficuamente nel mondo del lavoro.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Seminari tenuti dal Prof. Settimio Lanciotti

Il materiale didattico predisposto dal docente (come ad esempio diapositive, dispense, esercitazioni) e le comunicazioni specifiche del docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it
 


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Testi di studio

Per gli studenti che avessero bisogno di approfondire, ripassare o consolidare la morfologia e la sintassi latina i testi di riferimento (non obbligatori) sono:

A. Traina - L. Pasqualini, Morfologia latina, Bologna 1980.

Dionigi- E. Riganti-L. Morisi, Il latino, Laterza, Bari 2011 oppure A. Traina- T, Bertotti, Sintassi normativa della lingua latina, Cappelli, Bologna 1993.

Testo di studio obbligatorio: A. Traina- G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Pàtron, Bologna, capp. I-VI.

Testi latini obbligatori (qualsiasi edizione economica va bene):

Tito Maccio Plauto, Menaechmi vv. arg. 1-10, 77-273, 486-523, 701-752, 808-875, 889-967, 1062-1083.

Livio libro I, capitoli 34-35; 39-42; 46-48; 57-59 

Modalità di
accertamento

Prova orale. In sede di esame lo studente dovrà tradurre i testi proposti (Plauto Menaechmi vv. arg. 1-10, 77-273, 486-523, 701-752, 808-875, 889-967, 1062-1083; Livio I 34-35; 39-42; 46-48; 57-59) e rispondere a quesiti riguardanti la struttura grammaticale della lingua (fonetica, morfologia e sintassi) a partire dai testi stessi.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

studio a casa

Testi di studio

Per gli studenti che avessero bisogno di approfondire, ripassare o consolidare la morfologia e la sintassi latina i testi di riferimento (non obbligatori) sono:

A. Traina - L. Pasqualini, Morfologia latina, Bologna 1980.

Dionigi- E. Riganti-L. Morisi, Il latino, Laterza, Bari 2011 oppure A. Traina- T, Bertotti, Sintassi normativa della lingua latina, Cappelli, Bologna 1993.

Testo di studio obbligatorio: A. Traina- G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Pàtron, Bologna 2007, capp. I-VI.

Testi latini obbligatori (qualsiasi edizione economica va bene):

Tito Maccio Plauto, Menaechmi vv. arg. 1-10, 77-273, 486-523, 701-752, 808-875, 889-967, 1062-1083.

Livio I 34-35; 39-42; 46-48; 57-59 

Modalità di
accertamento

Prova orale. In sede di esame lo studente dovrà tradurre i testi proposti (Plauto Menaechmi vv. arg. 1-10, 77-273, 486-523, 701-752, 808-875, 889-967, 1062-1083; Livio, libro I, capitoli 34-35; 39-42; 46-48; 57-59) e rispondere a quesiti riguardanti la struttura grammaticale della lingua (fonetica, morfologia e sintassi) a partire dai testi stessi.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 12/07/2019


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top