Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ARCHEOLOGIA MEDIEVALE I
MEDIEVAL ARCHAEOLOGY I

A.A. CFU
2019/2020 6
Docente Email Ricevimento studenti
Daniele Sacco

Assegnato al Corso di Studio

Scienze Umanistiche. Discipline Letterarie, Artistiche e Filosofiche (L-10)
Curriculum: ARCHEOLOGICO E FILOLOGICO-LETTERARIO CLASSICO
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Conoscere, comprendere a fondo il Medioevo attraverso le fonti messe a disposizione dalla ricerca archeologica.

Il Medioevo sarà indagato sotto ogni aspetto caratterizzante: società (con affondi di antropologia socio-culturale), habitat (archeologia del paesaggio / topografia), edilizia (archeologia degli elevati), cultura materiale (archeologia dei manufatti). 

Il corso si pone anche come momento di formazione all'utilizzo delle fonti archeologiche e del metodo archeologico.

Programma

Parte propedeutica: le lezioni saranno avviate da una parte di supporto - e di inquadramento storico - propedeutica al corso. Essa analizzerà il declino del mondo antico (a partire dalla crisi del III secolo d.C.), affronterà le cause della caduta dell'Impero romano rapportando il dibattito alla fonte archeologica. Si farà luce sul concetto di Medioevo, sulla fortuna del Medioevo e sul "medievalismo" nella società contemporanea anche in rapporto ai mass-media e ai cd. "new-media".

Parte generale: riguarderà la storia della disciplina in Europa, l'evoluzione della città e degli insediamenti rurali tra Tardoantico e basso Medioevo, la nascita dei complessi monastici e dei castelli, l'archeologia funeraria e la cultura materiale. Saranno presentati casi di studio di àmbito europeo, ma anche locale (con particolari affondi sulle città di Rimini "scavi di Piazza Ferrari", Pesaro "scavi della Cattedrale" e Urbino). 

Parte monografica: a supporto della parte generale vi sarà una breve parte di approfondimento che contestualizzerà i processi di trasformazione del paesaggio e dell'edilizia storica tra Romagna meridionale e Marche settentrionali. Verranno analizzate le trasformazioni subite dal paesaggio e dalle forme di popolamento tra IV e XV secolo d.C. prendendo come aree campione le province di Rimini e di Pesaro-Urbino e i relativi casi archeologici.

Eventuali Propedeuticità

Storia Medievale

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza ed elaborazione critica dei temi centrali del Medioevo. Capacità di discernimento e collocazione cronologica dei temi stessi.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Durante l'anno potrebbero essere attivati scavi archeologici, uscite didattiche, summer school e altre attività sul campo.

Tenersi aggiornati consultando la bacheca del Portale di Archeologia Medievale al sito www.archeologiamedievale.uniurb.it 


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali. Le lezioni si svolgeranno attraverso supporti multimediali curati dal Docente.

Testi di studio

Parte propedeutica: BROGIOLO G. P., CHAVARRIA A., 2005, Aristocrazie e campagne nell'Occidente da Costantino a Carlo Magno, Firenze (ed. All'Insegna del Giglio). 

Parte generale: AUGENTI A., 2016, Archeologia dell'Italia Medievale, Bari (Laterza).

Parte  monografica: SACCO D., 2017, Il Paesaggio degli Arcivescovi, ArcheoMed Monografie IV, Firenze (i testi compresi tra le pagine: 11-13; 63-80; 91-96; 171-176; 185-199; 243-248; NB! le pagine 200 - 224 sono facoltative). 

(NB. Verificare sempre sulla piattaforma Moodle › blended.uniurb.it la presenza di eventuali stralci di testi di studio consultabili).  

Modalità di
accertamento

Esame orale. L'esame consta di alcune domande sui testi di studio e sui temi affrontati nel corso delle lezioni. Le domande sono proposte nella forma di una conversazione.

Daranno luogo a valutazioni da eccellente a molto buono (30 e lode-27): il possesso da parte dello studente di ottime/molto buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni da buono a discreto (26-23): il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti (22-18): il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

Questi i testi obbligatori per gli studenti non frequentanti: 

BROGIOLO G. P., CHAVARRIA A., 2005, Aristocrazie e campagne nell'Occidente da Costantino a Carlo Magno, Firenze (ed. All'Insegna del Giglio). 

WARD-PERKINS B., 2008, La caduta di Roma e la fine della civiltà, Editori Laterza, Bari.

AUGENTI A., 2016, Archeologia dell'Italia Medievale, Bari (Laterza).

SACCO D., 2017, Il Paesaggio degli Arcivescovi, ArcheoMed Monografie IV, Firenze (solo i testi compresi tra le pagine: 11-13; 63-80; 91-96; 171-176; 185-199; 243-248; NB! le pagine 200 - 224 sono facoltative). 

(NB. Verificare sempre sulla piattaforma Moodle › blended.uniurb.it la presenza di eventuali stralci di testi di studio consultabili).  

Modalità di
accertamento

Esame orale. L'esame consta di alcune domande sui testi di studio e sui temi affrontati nel corso delle lezioni. Le domande sono proposte nella forma di una conversazione.

Daranno luogo a valutazioni da eccellente a molto buono (30 e lode-27): il possesso da parte dello studente di ottime/molto buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni da buono a discreto (26-23): il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti (22-18): il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Note

NB. 

La durata del modulo è di 36 ore. Il corso terminerà prima delle festività pasquali. L'aula B1 si trova non in via Viti, ma nell'attigua via del Balestriere al civico 4. 

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 08/01/20


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top