Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


TEORIE DELLA MORALE E DELLA POLITICA mutuato
THEORY OF ETHICS AND POLITICS

A.A. CFU
2019/2020 6
Docente Email Ricevimento studenti
Daniela Bostrenghi Mercoledì 10-11 e su appuntamento presso lo studio della docente, Palazzo Albani, via T. Viti, 10, piano C. Per eventuali aggiornamenti consultare il sito della Scuola: distum.uniurb.it e la bacheca di Palazzo Albani, via T. Viti 10 (tel. 0722 303705).
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze Umanistiche. Discipline Letterarie, Artistiche e Filosofiche (L-10)
Curriculum: FILOLOGICO-LETTERARIO MODERNO
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di mettere a fuoco, da un punto di vista teorico, le principali implicazioni etico-politiche degli argomenti trattati cercando di favorire l’acquisizione del linguaggio disciplinare specifico e di sollecitare la capacità di leggere, comprendere e commentare un testo filosofico affrontandone i nodi concettuali fondamentali.

Programma

Negli Elementi di Legge naturale e politica Hobbes tratteggia la prima formulazione del suo sistema filosofico, riservando uno sguardo attento e raffinato all’analisi delle passioni e alle dinamiche – come è noto conflittuali –  del riconoscimento e del rapporto con l’alterità. In questo quadro particolare attenzione è riservata ai temi dell’“onore” e della “gloria”, passioni che, nei loro eccessi, spesso divengono “vanagloria”, “orgoglio” e, talora, “follia”. Nel corso delle lezioni si prenderanno in esame i tratti principali della sua  riflessione antropologica (nel cui ambito viene peraltro evocata la figura di Don Chisciotte quale esempio di “vanagloria” e “follia cavalleresca”) evidenziandone le implicazioni politiche in relazione alla costituzione dello Stato e al suo mantenimento nella forma, per Hobbes, del moderno assolutismo.

Eventuali Propedeuticità

Non sono richieste specifiche conoscenze propedeutiche. Si invita tuttavia a fornirsi di strumenti di base utili alla comprensione e all'approfondimento  del lessico specifico della disciplina (dizionari filosofici, piccole enciclopedie). Indicazioni  in tal senso  verranno fornite durante il corso.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Gli studenti e le studentesse dovranno essere in grado di comprendere e spiegare testi filosofici di carattere elementare e intermedio, affrontare e risolvere problemi classici nell’ambito della riflessione etica e politica, utilizzare gli strumenti bibliografici e informativi attinenti il settore disciplinare specifico, essere aggiornati sulle problematiche più significative del campo di studi proposto dimostrando autonomia di giudizio nella valutazione dei dati raccolti e capacità di rielaborazione personale dei contenuti appresi.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Sono previste attività in collaborazione con il Seminario permanente "Spinoza e il pensiero filosofico moderno" e il corso di Storia della filosofia (prof.ssa Santinelli).

Il 12 marzo 2020, ore 11-13, nell'ambito degli  “Urbino Seminars in Renaissance Philosophy and Culture”, organizzati dalla prof.ssa Raffaella Santi (Distum), Anna Lisa Schino (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”), terrà presso l'Aula Amaranto di Palazzo Battiferri (via Saffi 45) un seminario su “Meccanismi di persuasione e dottrine sediziose in Hobbes” che fa parte integrante del corso. Inoltre, dal 19 al 21 maggio 2020 si terrà un Convegno  sul tema Spinoza nella letteratura e nelle arti del Novecento al quale le studentesse e gli studenti del corso sono invitate/i a partecipare. 


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e attività seminariali come sopra indicato. 

Obblighi

Il corso prevede una frequenza regolare, pari ad almeno due terzi delle lezioni. In alternativa si prega di avvalersi delle indicazioni per i non frequentanti

Testi di studio

A.  Testi filosofici:

Th. HobbesElementi di legge naturale e politica, tr.it. Sansoni, Firenze, 2004 (oppure altra edizione, purché integrale).

La versione inglese degli Elements of law natural and politic può essere consultata presso la Biblioteca Universitaria Centrale in The English works of Thomas Hobbes of Malmesbury, edited by sir William Molesworth, Scientia Verlag, Aalen, 1962, vol.I, oppure presso la Biblioteca di Filosofia a Palazzo Albani (2nd edition, F. Cass, London, 1969).

B.     Letteratura critica:

·  F. Cerrato, Un secolo di passioni e politica. Hobbes, Descartes, Spinoza, DeriveApprodi, Roma 2012.

   Un articolo a scelta tra i seguenti:

- D. Bostrenghi, Hobbes, Cervantes e le passioni di gloria, in C. Santinelli (a cura di), Filosofia e letteratura in età moderna e contemporanea, Le Lettere (Firenze), in corso di stampa.

- A. Pacchi, Hobbes and the passions, “Topoi”, VI (1987), pp. 111-119.

- R. SANTI, Metus revealed. Hobbes on Fear, “Agathos”. An International Review of the Humanities and Social Sciences, II, 2 (2011), pp. 67-80.

- F. Toto, Hobbes e il riconoscimento. Antropologia, morale e politica, “Consecutio rerum”,  I, 1, pp. 9-31.

In particolare agli studenti del curriculum letterario moderno è consigliata la lettura di:

C. Segre, Introduzione a M. De Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, trad. it. di F. Carlesi, Mondadori (“I Meridiani”), Milano 1974 sgg, pp. XI-LVI,  scritto che potrà – in questo caso – sostituire  uno degli articoli sopra elencati.  

Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite durante il corso. Buona parte dei testi indicati in bibliografia è reperibile presso il “Fondo Emilia Giancotti” della Biblioteca Universitaria Centrale (via Saffi 2), mentre gli articoli su rivista sono consultabili presso l’Emeroteca (via S. Chiara 18).

Modalità di
accertamento

Esame orale sui testi indicati ai punti (A) e (B) volto ad accertare, nell’ambito di un confronto ragionato sui testi e sugli specifici materiali di approfondimento, gli obiettivi in precedenza indicati. Relazione scritta facoltativa da concordare con congruo anticipo rispetto al momento del colloquio.

I criteri di valutazione del colloquio saranno  i seguenti:

- pertinenza e efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;

- livello di articolazione della risposta e capacità di rielaborazione autonoma;

- adeguatezza del linguaggio disciplinare specifico.

Si raccomanda di avere con sé i testi d'esame.

La valutazione finale verrà espressa in trentesimi secondo la seguente scala: 30 e lode= eccellente; 30= molto buono/ottimo; 27-29= buono; 24-26= discreto; 21-23= sufficiente; 20-18 = appena sufficiente. Darà luogo a valutazione negativa la mancata acquisizione delle conoscenze essenziali, la scarsa comprensione e rielaborazione dei contenuti appresi e il mancato utilizzo di un lessico disciplinare adeguato.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Obblighi

Si prega di contattare la docente, possibilmente di persona, con almeno due mesi di anticipo sulla prevista data dell’appello per gli opportuni accordi sul programma.

Testi di studio

A quanto sopra indicato ai punti (A) e (B), gli studenti non frequentanti aggiungeranno (C):
 

A. PacchiIntroduzione a Hobbes, Laterza, Roma-Bari 1971 sgg.

Modalità di
accertamento

Esame orale sui testi indicati ai punti (A), (B), (C) del programma, in quanto prova idonea ad accertare, nell’ambito di un confronto ragionato sui testi e sugli specifici materiali di approfondimento, gli obiettivi in precedenza indicati. Relazione scritta facoltativa da concordare con congruo anticipo rispetto al momento del colloquio.

I criteri di valutazione del colloquio saranno  i seguenti:

- pertinenza e efficacia delle risposte in rapporto ai contenuti del programma;

- livello di articolazione della risposta e capacità di rielaborazione autonoma;

- adeguatezza del linguaggio disciplinare specifico.

Si raccomanda di avere con sé i testi d'esame.

La valutazione finale verrà espressa in trentesimi secondo la seguente scala: 30 e lode= eccellente; 30= molto buono/ottimo; 27-29= buono; 24-26= discreto; 21-23= sufficiente; 18-20 = appena sufficiente. Darà luogo a valutazione negativa la mancata acquisizione delle conoscenze essenziali, la scarsa comprensione e rielaborazione dei contenuti appresi e il mancati utilizzo di un lessico disciplinare adeguato.

.

Note

La docente è a disposizione degli studenti, nell’apposito orario di ricevimento, per chiarimenti, approfondimenti e ulteriori indicazioni bibliografiche sul programma d’esame, in particolare nel caso degli studenti non frequentanti. 

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 28/02/2020


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top