Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FORME E GENERI DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO
FILM AND AUDIOVISUAL GENRES

A.A. CFU
2022/2023 10
Docente Email Ricevimento studenti
Dominic Francis Graham Holdaway mercoledì 16.00-17.00 e giovedì 14.00-15.00, previo appuntamento.
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Informazione, Media, Pubblicità (L-20)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso offre un’introduzione allo studio del cinema e dell’audiovisivo. Partendo dal presupposto che il cinema è una forma artistica ma anche il prodotto di industrie mediali globali, le lezioni propongono di inquadrare il medium all’interno di entrambi questi ambiti. L'obiettivo è fornire alle studentesse e agli studenti strumenti per analisi di testi filmici, utili ad orientarsi nella storia del cinema.

“Forme e generi” mira ad offrire una base di conoscenza storica ed estetica, identificando e approfondendo una serie di momenti importanti nello sviluppo del linguaggio cinematografico, dalla sua nascita alla maturazione come forma di arte. Il focus è su alcuni stili specifici e la loro collocazione culturale e storico-geografica, tra cui le avanguardie, il realismo, il cinema d’arte e diversi generi di intrattenimento. Il corso, strutturato in modo cronologico, prende in considerazione una serie didi film, movimenti e registi da tutti i continenti. Attraverso alcuni esempi di analisi testuale dei film scelti per il corso, le studentesse e gli studenti avranno modo di comprendere criticamente il ruolo rivestito dai film in un preciso contesto produttivo.

Programma

Il corso sarà diviso in quattro tematiche che corrispondono a quattro fasi storiche. Per ognuna di queste fasi si prenderanno in considerazione stili e contesti di produzione nei diversi contesti geografici, si analizzeranno casi di studio capaci di illustrare in maniera esemplare i vari stili estetici. Nello specifico, si affronteranno le seguenti questioni:

1. Lo sviluppo del linguaggio cinematografico (anni 10-20)

  • La nascita del cinema e lo sviluppo della tecnologia
  • Le sperimentazioni delle avanguardie europee
  • L’invenzione della narrazione cinematografica

2. Culture e industrie del cinema (anni 30-50)

  • La fabbrica dei sogni di Hollywood
  • Il controllo dei regime totalitaristi
  • Le definizioni estetiche del realismo 
  • Commistione di generi in India

3. Il cinema d’arte e la teoria dell’auteur (anni 50-70)

  • Il regista come artista e auteur: il caso di Yasojirō Ozu
  • Generazioni di cineasti e le ribellioni artistiche delle nuove ondate
  • L’impatto dei nuovi cinema sulle industrie

4. Il tramonto del cinema moderno e le forme contemporanee (anni 80-20)

  • Il concetto scivoloso del filmmaker “indipendente”
  • Il blockbuster e il film-evento
  • Lo streaming digitale e la ridefinizione delle regole.

Eventuali Propedeuticità

Non ci sono propedeuticità.

    Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

    1. Conoscenza e capacità di comprensione: gli studenti otterranno una conoscenza storica e teorica di base per la comprensione critica del ruolo del cinema come forma d’arte e come industria mediale.

    1.1. Gli studenti conseguiranno questa comprensione tramite la partecipazione alle lezioni e alle discussioni delle tematiche del corso, oltre che attraverso l’analisi dei film, guidata dal docente.

    2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate: le conoscenze acquisite durante il corso verranno applicate all’analisi del cinema, permettendo l’identificazione e il riconoscimento delle maggiori tendenze estetiche nella storia di cinema, gli effetti delle scelte formali dei registi, e l’economica industriale di produzione e distribuzione.

    2.1. Gli studenti acquisiranno questa competenza nelle lezioni in aula, nell’analisi guidata dei film, attraverso discussioni collettive e in piccoli gruppi. 

    3. Autonomia di giudizio: gli studenti impareranno a esprimere valutazioni informate e autonome sulla politica della cultura audiovisiva e sui processi storico-sociali che hanno influenzato la produzione e distribuzione di alcuni dei film più importanti del cinema mondiale.

    3.1. Gli studenti acquisiranno capacità di giudizio critico attraverso la partecipazione alle discussioni in aula, il confronto con il docente e con i colleghi, oltre che dal percorso teorico di studio proposto nelle lezioni e nello studio personale.

    4. Abilità comunicative: gli studenti impareranno una capacità di espressione nella lingua italiana e/o inglese sulle tematiche del corso, nonché il linguaggio specialistico applicato agli studi di cinema.
    4.1. Si potranno sviluppare queste abilità attraverso le discussioni in aula e gli scambi con i compagni di studio e con il docente, oltre che attraverso la realizzazione di brevi presentazioni in classe sulle questioni sollevate durante le lezioni. 

    5. Capacità di apprendere: gli studenti impareranno a interagire con la storia del cinema e l’analisi del testo cinematografico, connettendo questi elementi in una riflessione autonoma sulla negoziazione tra spunte artistiche-culturali e economiche-industriali.

    5.1. Tali capacità verranno potenziate attraverso l’uso di diversi dispositivi mediali, permettendo agli studenti, alla fine del corso, di saper navigare con autonomia all’interno di più di un sistema mediale. Oltre a questo, un ruolo fondamentale sarà rivestito dal confronto con i compagni di corso e il docente, dalle esercitazioni in aula e lo studio individuale.

    Materiale Didattico

    Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

    Attività di Supporto

    Insieme alle lezioni frontali, si terranno ogni settimana delle proiezioni di film e di clip.

    I materiali utilizzati dal docente a lezione e altre attività rilevanti saranno messi a disposizione degli studenti sulla piattaforma digitale di blended learning dell’Ateneo.


    Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Lezioni frontali sulla storia, teoria e concetti di studi degli audiovisivi, proiezioni, seminari e discussioni di gruppo delle tematiche del corso e dei film/clip.

    Obblighi

    Partecipazione ad almeno il 75% delle lezioni.

    Testi di studio

    1. Il contenuto delle lezioni (saranno messe a disposizione su moodle le slide dopo le lezioni);

    2. David Bordwell e Kristin Thompson, Storia del cinema: un'introduzione (edizione italiana a cura di Elena Mosconi e David Bruni), Milano: McGraw-Hill Education, 6a ed, 2022 (limitatamente ai capitoli 1-12; 14.1 e 14.10; 15.1-15.3; 16; 18.1, 18.4 e 18.5; 19-20).

    Gli studenti possono usare anche le edizioni più vecchie e le traduzioni in altre lingue di questo manuale. In quel caso – o se usate la versione inglese citato sotto – sono pregati di scrivere al docente per la conferma dei capitoli da preparare, perché possono variare tra edizioni.

    Versione inglese: Film History: an Introduction, 5th edition, New York: McGraw-Hill Education, 2022. 

    3. Elena Aime, Storia del cinema indiano, Torino: Lindau, 2005 (limitatamente al capitolo 3, “Il tramonto degli studio nell’India indipendente").

    4.     Marco Cucco e Giacomo Manzoli “Global, World e National Cinema nell’epoca dei servizi on-demand”, mediAzioni 28 (2020): A121-A135. Disponibile in open access qui.

    5.     La visione dei seguenti film è obbligatoria:

    • La palla n. 13 / Sherlock Jr (Buster Keaton, 1924)
    • Il gabinetto del dottor Caligari / Das Cabinet des Dr. Caligari (Robert Wiene, 1920)
    • La corazzata Potëmkin / Bronenosets Potyomkin (Sergej Ėjzenštejn, 1925)
    • La regola del gioco / La règle du jeu (Jean Renoir, 1939)
    • Casablanca (Michael Curtiz, 1942)
    • Ladri di biciclette (Vittorio De Sica, 1948)
    • Shree 420 (Raj Kapoor, 1955)
    • Viaggio a Tokyo / Tōkyō monogatari (Yasujiro Ozu, 1953)
    • Cléo dalle 5 alle 7 / Cléo de 5 à 7 (Agnès Varda, 1962)
    • Il laureato / The Graduate (Mike Nichols, 1967)
    • Lo squalo / Jaws (Stephen Spielberg, 1975)
    • Fa’ la cosa giusta / Do the Right Thing (Spike Lee, 1989)
    • Roma (Alfonso Cuarón, 2018)

    Si consiglia la visione dei seguenti film:

    • Il segno di Zorro / The Mask of Zorro (Fred Niblo, 1920)
    • Il cavallo d'acciaio / The Iron Horse (John Ford, 1924)
    • La febbre dell’oro / The Gold Rush (Charlie Chaplin, 1925)
    • Nosferatu il vampiro / Nosferatu, eine Symphonie des Grauens (Friedrich Wilhelm, 1922)
    • Sciopero! / Стачка (Sergej M. Ėjzenštejn, 1925)
    • Un chien andalou (Salvador Dalì e Luis Buñuel, 1929) e L’Age d’or (Luis Buñuel, 1930)
    • La Coquille et le Clergyman (Germaine Dulac, 1928)
    • La passione di Giovanna D'Arco / La passion de Jeanne d'Arc (C. T. Dreyer, 1928)
    • Come vinsi la guerra / The General (Buster Keaton, Clyde Bruckman, 1926)
    • Tempi moderni / Modern Times (Charlie Chaplin, 1936)
    • Ombre rosse / Stagecoach (John Ford, 1939)
    • I sacrificati di Bataan / They Were Expendable (John Ford, 1945)
    • Roma città aperta (Roberto Rossellini, 1945)
    • Umberto D. (Vittorio De Sica, 1952)
    • Pather Pachali (Satyajit Ray, 1955)
    • Il vagabondo / Awaara (Raj Kapoor, 1951)
    • Tarda primavera / Banshun (Yasujirō Ozu, 1949)
    • Rashōmon (Akira Kurosawa, 1950)
    • Erbe fluttuanti / Ukikusa (Yasujirō Ozu, 1959)
    • Il gusto del sakè / Sanma no aji (Yasujirō Ozu, 1962)
    • Fino all’ultimo respiro / À bout de souffle (Jean-Luc Godard, 1960)
    • Jules et Jim (François Truffaut, 1962)
    • Gangster Story / Bonnie and Clyde (Arthur Penn, 1967)
    • Easy Rider (Dennis Hopper, 1969)
    • Guerre stellari / Star Wars (George Lucas, 1977)
    • Più strano del paradiso / Stranger than Paradise (Jim Jarmusch, 1984)
    • Sesso, bugie e videotape / Sex, Lies, and Videotape (Steven Soderbergh, 1989)
    • The Ballad of Buster Scruggs (Joel e Ethan Coen, 2018)
    • Bird Box (Susanne Bier, 2018)
    Modalità di
    accertamento

    L’accertamento dell’apprendimento consisterà in una prova scritta. Prevede due sezioni: una parte di domande a scelta multipla, mettendo a prova la conoscenza generale della storia del cinema, e una parte con domande aperte, attraverso le quali l* student* potrà approfondire la conoscenza di alcune tematiche del corso in maggiore dettaglio. 

    L'esame è finalizzato a valutare sia l'apprendimento dei contenuti del corso da parte dello studente sia la sua capacità di espressione, di argomentazione e di applicazione delle conoscenze acquisite. L* student* dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze di base proposte dal corso attraverso lo studio dei testi e l’analisi dei film.

    Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente/della studentessa di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

    Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente/della studentessa di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente/della studentessa, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente/della studentessa rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; gravi lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

    Modalità didattiche

    Blended learning, lo studio dei testi e la visione dei film del programma.

    Testi di studio

    Gli studenti non frequentanti devono preparare:

  • David Bordwell e Kristin Thompson, Storia del cinema: un'introduzione (edizione italiana a cura di Elena Mosconi, David Bruni), Milano: McGraw-Hill Education, 2018. Versione inglese: Film History: an Introduction, 4th edition, New York: McGraw-Hill Education, 2018). Traduzioni in altre lingue sono valide. N.b.: gli studenti non-frequentanti devono preparare il volume intero per l'esame.
  • Elena Aime, Storia del cinema indiano, Torino: Lindau, 2005 (limitatamente al capitolo 3, “Il tramonto degli studio nell’India indipendente").
  • Marco Cucco e Giacomo Manzoli “Global, World e National Cinema nell’epoca dei servizi on-demand”, mediAzioni 28 (2020): A121-A135. Disponibile in open access qui.
  • La visione dei seguenti film è obbligatoria:
    • La palla n. 13 / Sherlock Jr (Buster Keaton, 1924)
    • Il gabinetto del dottor Caligari / Das Cabinet des Dr. Caligari (Robert Wiene, 1920)
    • La corazzata Potëmkin / Bronenosets Potyomkin (Sergej Ėjzenštejn, 1925)
    • La regola del gioco / La règle du jeu (Jean Renoir, 1939)
    • Casablanca (Michael Curtiz, 1942)
    • Ladri di biciclette (Vittorio De Sica, 1948)
    • Shree 420 (Raj Kapoor, 1955)
    • Viaggio a Tokyo / Tōkyō monogatari (Yasujiro Ozu, 1953)
    • Cléo dalle 5 alle 7 / Cléo de 5 à 7 (Agnès Varda, 1962)
    • Il laureato / The Graduate (Mike Nichols, 1967)
    • Lo squalo / Jaws (Stephen Spielberg, 1975)
    • Fa’ la cosa giusta / Do the Right Thing (Spike Lee, 1989)
    • Roma (Alfonso Cuarón, 2018)

    Si consiglia inoltre la visione dei seguenti film:

    • Il segno di Zorro / The Mask of Zorro (Fred Niblo, 1920)
    • Il cavallo d'acciaio / The Iron Horse (John Ford, 1924)
    • La febbre dell’oro / The Gold Rush (Charlie Chaplin, 1925)
    • Nosferatu il vampiro / Nosferatu, eine Symphonie des Grauens (Friedrich Wilhelm, 1922)
    • Sciopero! / Стачка (Sergej M. Ėjzenštejn, 1925)
    • Un chien andalou (Salvador Dalì e Luis Buñuel, 1929) e L’Age d’or (Luis Buñuel, 1930)
    • La Coquille et le Clergyman (Germaine Dulac, 1928)
    • La passione di Giovanna D'Arco / La passion de Jeanne d'Arc (C. T. Dreyer, 1928)
    • Come vinsi la guerra / The General (Buster Keaton, Clyde Bruckman, 1926)
    • Tempi moderni / Modern Times (Charlie Chaplin, 1936)
    • Ombre rosse / Stagecoach (John Ford, 1939)
    • I sacrificati di Bataan / They Were Expendable (John Ford, 1945)
    • Roma città aperta (Roberto Rossellini, 1945)
    • Umberto D. (Vittorio De Sica, 1952)
    • Pather Pachali (Satyajit Ray, 1955)
    • Il vagabondo / Awaara (Raj Kapoor, 1951)
    • Tarda primavera / Banshun (Yasujirō Ozu, 1949)
    • Rashōmon (Akira Kurosawa, 1950)
    • Erbe fluttuanti / Ukikusa (Yasujirō Ozu, 1959)
    • Il gusto del sakè / Sanma no aji (Yasujirō Ozu, 1962)
    • Fino all’ultimo respiro / À bout de souffle (Jean-Luc Godard, 1960)
    • Jules et Jim (François Truffaut, 1962)
    • Gangster Story / Bonnie and Clyde (Arthur Penn, 1967)
    • Easy Rider (Dennis Hopper, 1969)
    • Guerre stellari / Star Wars (George Lucas, 1977)
    • Più strano del paradiso / Stranger than Paradise (Jim Jarmusch, 1984)
    • Sesso, bugie e videotape / Sex, Lies, and Videotape (Steven Soderbergh, 1989)
    • The Ballad of Buster Scruggs (Joel e Ethan Coen, 2018)
    • Bird Box (Susanne Bier, 2018)
    Modalità di
    accertamento

    L’accertamento dell’apprendimento consisterà in una prova scritta. Prevede due sezioni: una parte di domande a scelta multipla, mettendo a prova la conoscenza generale della storia del cinema, e una parte con domande aperte, attraverso le quali l* student* potrà approfondire la conoscenza di alcune tematiche del corso in maggiore dettaglio.

    L'esame è finalizzato a valutare sia l'apprendimento dei contenuti del corso da parte dello studente sia la sua capacità di espressione, di argomentazione e di applicazione delle conoscenze acquisite. L* student* dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze di base proposte dal corso attraverso lo studio dei testi e l’analisi dei film.

    Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente/della studentessa di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

    Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente/della studentessa di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente/della studentessa, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente/della studentessa rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; gravi lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 23/09/2022


    Condividi


    Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

    Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2023 © Tutti i diritti sono riservati

    Top