Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SOCIOLOGIA DELLA DEVIANZA
SOCIOLOGY OF DEVIANCE

A.A. CFU
2022/2023 6
Docente Email Ricevimento studenti
Terenzio Fava Lunedì 14-16 e su appuntamento tramite e-mail (terenzio.fava@uniurb.it) - Inizio lezioni: lunedì 4 aprile 2023, orario: lunedì, martedì e mercoledì 16-18.
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Sociologia e Servizio Sociale (L-39 / L-40)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso intende presentare i principali orientamenti teorici e le metodologie di ricerca della sociologia della devianza. Verranno presentate anche le principali misure di prevenzione e contrasto della devianza. Nella seconda parte verrà approfondito lo studio su alcune forme di devianza. 

Programma

Nella prima parte verranno presentati i concetti, le metodologie e i paradigmi interpretativi della sociologia della devianza. In particolare verranno affrontati i seguenti temi:

- il concetto di devianza

- come studiare la devianza e la criminalità

- teorie sociologiche sulla devianza

- politiche di contrasto alla devianza e alla criminalità

Nella seconda parte verrà approfondito lo studio su alcune forme di devianza, con particolare riferimento alla prostituzione e alla devianza giovanile.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Ci si attende che gli studenti possano acquisire:
1. conoscenze e capacità di comprensione: padronanza delle conoscenze di base relative all’attuale assetto epistemologico prdella sociolgia della devianza,  con particolare riferimento ai suoi elementi costitutivi (concetti di devianza e criminalità, pradigmi interpretativi e metodi di ricerca) 
 Gli studenti conseguiranno tali conoscenze di base: attraverso la partecipazione alle lezioni e lo studio analitico dei testi proposti dal docente e discussi in aula.
2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente dovrà mostrare la comprensione dei concetti e delle teorie previsti dal corso; svilupppare approfondimenti, sia dal punto di vita teorico sia empirico.
 Da conseguire tramite discussioni in aula, seminari di approfndiimento, confronto con il docente, studio dei testi.
3. Capacità di giudizio: riflessione critica sui temi, gli argomenti, gli autori, i testi presentati.
Questa capacità si matura nell'interazione in aula, con il docente e con i colleghi studenti, nella lettura di saggi, articoli, contributi scientifici.
4. Abilità comunicative: la capacità di comunicare le conoscenze acquisite in maniera chiara e corretta
Abilità da conseguire attraverso momenti di confronto in aula interagendo attivamente durante lezioni, laboratori, seminari, rispondendo a quesiti, facendo domande e anche tramite contributi scritti.  Questa abilità potrà svilupparsi particolarmente nella seconda parte del corso, dedicata al tema del cyberbullismo
5. Competenze di apprendimento: metodologie di analisi dei problemi, capacità di giudizio autonomo.                                                                                                      

Capacità da acquisire soprattutto discutendo e argomentando con gli altri studenti e con il docente i temi del corso. La conoscenza dei materiali di studio presentati porterà ad acquisire una maggiore capacità di apprendimento ulteriore. Il docente nello svolgimento della didattica incoraggerà l'acquisizione di tale capacità, che sarà oggetto di valutazione  in sede d'esame

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, discussioni in aula.

Obblighi

Frequenza dei 3/4 delle lezioni

Testi di studio

Parte prima

- Williams F.P., McShane M.D, Devianza e criminalità, Il Mulino, Bologna 2002. *I capitoli oggetto di studio saranno indicati dal docente sulla base del programma svolto a lezione.

Parte seconda

- Prina F., Gang giovanili. Perché nascono, chi ne fa parte, come intervenire Il Mulino. Bologna, 2019.

Lettura

- T. Fava. Da puttane a post-puttane. Quando gli opposti si toccano, si sfiorano, ma non si amano, in AAVV, Sex Worker. Reti sociali, progetti e servizi per uscire dalla prostituzione. Ediesse. Roma. 2000, 119-142. (reperibile all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it)

Modalità di
accertamento

Prova orale, basata su almeno tre domande per l'accertamento delle conoscenze e competenze dei temi e concetti fondamentali della sociologia della devianza e della loro applicazione all'ambito specifico della devianza minorile.

I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze di base, la padronanza del linguaggio sepcialistico della disciplina, l’applicazione dei concetti di base della disciplina all'ambito della devianza minorile..

Ciascuno dei criteri, di pari peso, è valutato sulla base di una scala a quattro livelli (padronanza approssimativa; padronanza limitata ma sufficiente all'applicazione; padronanza adeguata; padronanza eccellente con capacità di uso autonomo dei concetti, capacità di effettuare collegamenti e di riflessione critica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi in programma

Testi di studio

Parte prima

- Williams F.P., McShane M.D, Devianza e criminalità, Il Mulino, Bologna 2002 (integralmente).

Parte seconda

- Prina F., Gang giovanili. Perché nascono, chi ne fa parte, come intervenire Il Mulino. Bologna, 2019

Lettura

- T. Fava. Da puttane a post-puttane. Quando gli opposti si toccano, si sfiorano, ma non si amano, in AAVV, Sex Worker. Reti sociali, progetti e servizi per uscire dalla prostituzione. Ediesse. Roma. 2000, 119-142. (Reperibile all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it)

Modalità di
accertamento

Prova orale, basata su almeno tre domande per l'accertamento delle conoscenze e competenze dei temi e concetti fondamentali della sociologia della devianza e della loro applicazione all'ambito specifico della devianza minorile.

I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze di base, la padronanza del linguaggio sepcialistico della disciplina, l’applicazione dei concetti di base della disciplina all'ambito della devianza minorile..

Ciascuno dei criteri, di pari peso, è valutato sulla base di una scala a quattro livelli (padronanza approssimativa; padronanza limitata ma sufficiente all'applicazione; padronanza adeguata; padronanza eccellente con capacità di uso autonomo dei concetti, capacità di effettuare collegamenti e di riflessione critica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 29/11/2022


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2022 © Tutti i diritti sono riservati

Top