Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ARCHEOLOGIA DELL'ARCHITETTURA
ARCHEOLOGY OF ARCHITECTURE

A.A. CFU
2023/2024 6
Docente Email Ricevimento studenti
Oscar Mei Mercoledì 9-11 e su appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Storia dell'Arte (LM-89)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di indirizzare gli studenti alla conoscenza delle principali problematiche dell'architettura greca e romana. In particolare ci si focalizzerà sui Santuari greci della Grecia propria, dell'Italia Meridionale, dell'Asia Minore e delle colonie del Nordafrica, indagandone le caratteristiche planimetriche e architettoniche. con particolare attenzione alle peculiarità costruttive degli edifici templari.

Programma

Il corso prevede un inquadramento di carattere generale sull'architettura greca e romana, tenendo particolarmente presente il "De Architectura" di Vitruvio e facendo riferimento anche ad altre opere letterarie dell'antichità. Particolare attenzione verrà riservata all'architettura templare greca di età arcaica e classica, della quale verranno approfonditi gli aspetti più caratteristici, attraverso l'analisi approfondita di templi e santuari della Grecia propria e delle colonie.

Argomenti del corso:

  • Introduzione all'Architettura greca. Lineamenti di Architettura greca.
  • Introduzione all'Architettura romana. Lineamenti di architettura romana.
  • Vitruvio e il De Architectura. Genesi e caratteristiche dell'opera. Letture dal libro I.
  • Vitruvio e il De Architectura. Letture dal Libro V. Fora e basiliche.
  • La Basilica della Colonia Iulia Fanestris.
  • Vitruvio e il De Architectura. Letture dal Libro III. I templi e gli "ordini architettonici". Le correzioni ottiche.
  • L'ordine dorico: caratteristiche e applicazioni. Problemi di anastilosi.
  • L'Acropoli di Atene, descrizione generale.
  • L'Acropoli di Atene: il Partenone e gli altri monumenti.
  • Il santuario di Zeus a Olimpia.
  • Il santuario di Apollo a Delfi.
  • Il Santuario di Athena Aphaia a Egina.
  • Il santuario di Artemide a Efeso e i dipteri dell'Asia Minore.
  • I santuari di Metaponto, le Tavole Palatine.
  • I templi greci di Poseidonia-Paestum.
  • L'Heraion alla foce del Sele
  • I templi greci di Siracusa. Tempio di Apollo.
  • Selinunte.
  • L'Acropoli di Selinunte: il tempio C, problemi di anastilosi e restauro. Il Tempio D.
  • Selinunte: la collina orientale. Problemi di anastilosi e restauro: il Tempio E e il Tempio F.
  • Selinunte: la collina orientale. Problemi di anastilosi e restauro: il Tempio G.
  • Il Tempio greco di Segesta e gli scamilli impares vitruviani.
  • Il Tempio della Vittoria di Himera.
  • Agrigento: Valle dei Templi.
  • Cirene: colonia in terra di Libia. Urbanistica e templi greci. Il Tempio di Zeus Olimpio
  • Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

    L’allievo verrà valutato secondo i seguenti risultati di apprendimento

    1. Conoscenza delle principali caratteristiche dell'architettura greca e romana e capacità di comprensione delle varie problematiche legate allo sviluppo dell'architettura templare greca, in particolare dell'ordine dorico.

    2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione nel contesto della disciplina.

    3. Acquisizione di capacità critiche e di autonomia di giudizio nei confronti delle tematiche affrontate durante il corso; capacità di sintesi e di interpretazione scientifica dei dati archeologico-architettonici.

    4. Abilità comunicative e utilizzo di un linguaggio appropriato alle caratteristiche della materia.

    5. Capacità di apprendimento volta ad acquisire le basi per eventuali conoscenze future nell'ambito della disciplina.

    Materiale Didattico

    Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

    Attività di Supporto

    Gli studenti potranno ampliare le loro conoscenze partecipando ad una campagna di scavo e restauro nei mesi estivi nel Parco Archeologico di Forum Sempronii. 


    Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Lezioni frontali

    Obblighi

    Gli studenti che vogliano sostenere l'esame da frequentanti sono tenuti a frequentare con regolarità le lezioni (non meno dei 2/3 del monte ore complessivo)

    Testi di studio

    Testi di approfondimento e di riferimento:

    J.P. Adam, L'arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche, Longanesi, Milano 2008.

    F. Cairoli Giuliani, L'edilizia nell'antichità, Carocci, Roma 2018.

    G. Rocco, Guida alla lettura degli ordini architettonici antichi: il dorico, Liguori, Napoli 1994.

    P. Gros, L'architettura romana. Dagli inizi del III secolo a.C. alla fine dell'alto impero. I monumenti pubblici, Longanesi, Milano 2001.


    Ulteriore bibliografia verrà fornita nel corso delle lezioni. 

    Modalità di
    accertamento

    Tesina di approfondimento.

    Esame orale volto a verificare la conoscenza da parte del candidato dei testi indicati, la sua capacità di rielaborazione critica degli argomenti e la sua corretta esposizione.

    La prova avrà una valutazione in trentesimi e consisterà nella esposizione della tesina assegnata ad ogni studente e in domande di approfondimento sugli argomenti del corso. Si accerterà l'acquisizione da parte dello studente di capacità critiche e di autonomia di giudizio nei confronti delle tematiche affrontate durante il corso ed anche l'utilizzo di un linguaggio appropriato alle caratteristiche della materia. Lo studente dovrà mostrare inoltre di possedere le principali nozioni di architettura e arte greca e romana e di orientarsi in maniera concreta all'interno della disciplina. 

    Valutazioni di eccellenza: dimostrazione da parte dello studente di ottime capacità critiche e di approfondimento; capacità di orientarsi in maniera ottima all'interno delle disciplina e di stabilire collegamenti tra le principali tematiche affrontate durante il corso; uso di un linguaggio consono alla materia.

    Valutazioni buone: dimostrazione da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento e di riuscire a a stabilire collegamenti pertinenti tra le principali tematiche affrontate durante il corso; uso di un linguaggio consono alla materia.

    Valutazioni sufficienti: dimostrazione di aver conseguito una conoscenza accettabile dell'argomento del corso e di aver compreso le principali problematiche inerenti alla disciplina; uso di un linguaggio non completamente appropriato.

    Valutazioni negative: mancanza delle conoscenze di base della disciplina, lacune formative; uso di un linguaggio non appropriato.

    Disabilità e DSA

    Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

    A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

    Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

    Modalità didattiche

    Gli studenti non frequentanti sono tenuti a contattare il docente per concordare il programma d'esame.

    Obblighi

    Si auspica una conoscenza di base dei principali aspetti dell'archeologia e della storia greca e romana.

    Testi di studio

    Testi di approfondimento e di riferimento:

    J.P. Adam, L'arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche, Longanesi, Milano 2008.

    F. Cairoli Giuliani, L'edilizia nell'antichità, Carocci, Roma 2018.

    G. Rocco, Guida alla lettura degli ordini architettonici antichi: il dorico, Liguori, Napoli 1994.

    P. Gros, L'architettura romana. Dagli inizi del III secolo a.C. alla fine dell'alto impero. I monumenti pubblici, Longanesi, Milano 2001.


    Ulteriore bibliografia verrà concordata con il docente

    Modalità di
    accertamento

    Tesina di approfondimento.

    Esame orale volto a verificare la conoscenza da parte del candidato dei testi indicati, la sua capacità di rielaborazione critica degli argomenti e la sua corretta esposizione.

    La prova avrà una valutazione in trentesimi e consisterà nella esposizione della tesina assegnata ad ogni studente e in domande di approfondimento sugli argomenti del corso. Si accerterà l'acquisizione da parte dello studente di capacità critiche e di autonomia di giudizio nei confronti delle tematiche affrontate durante il corso ed anche l'utilizzo di un linguaggio appropriato alle caratteristiche della materia. Lo studente dovrà mostrare inoltre di possedere le principali nozioni di architettura e arte greca e romana e di orientarsi in maniera concreta all'interno della disciplina. . 

    Valutazioni di eccellenza: dimostrazione da parte dello studente di ottime capacità critiche e di approfondimento; capacità di orientarsi in maniera ottima all'interno delle disciplina e di stabilire collegamenti tra le principali tematiche affrontate durante il corso; uso di un linguaggio consono alla materia.

    Valutazioni buone: dimostrazione da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento e di riuscire a a stabilire collegamenti pertinenti tra le principali tematiche affrontate durante il corso; uso di un linguaggio consono alla materia.

    Valutazioni sufficienti: dimostrazione di aver conseguito una conoscenza accettabile dell'argomento del corso e di aver compreso le principali problematiche inerenti alla disciplina; uso di un linguaggio non completamente appropriato.

    Valutazioni negative: mancanza delle conoscenze di base della disciplina, lacune formative; uso di un linguaggio non appropriato.

    Disabilità e DSA

    Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

    A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

    Note

    Si auspica una conoscenza di base dei principali aspetti dell'archeologia e della storia greca e romana.

    Il docente riceve nel suo studio situato a Palazzo Albani, via del Balestriere 2 - Urbino.

    Tel. portineria: 0722 303760

    Tel. diretto: 0722 303766

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 20/10/2023


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

    L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

    15 22

    Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

    Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2024 © Tutti i diritti sono riservati

    Top