Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SOCIOLOGIA DELLA DEVIANZA
SOCIOLOGY OF DEVIANCE

A.A. CFU
2023/2024 6
Docente Email Ricevimento studentesse e studenti
Terenzio Fava Su appuntamento tramite e-mail (terenzio.fava@uniurb.it)
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Sociologia e Servizio Sociale (L-39 / L-40)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso intende presentare i principali orientamenti teorici e le metodologie di ricerca della sociologia della devianza. Verranno presentate anche le principali misure di prevenzione e contrasto della devianza. Nella seconda parte verrà approfondito lo studio su alcune forme di devianza. 

Programma

Nella prima parte verranno presentati i concetti, le metodologie e i paradigmi interpretativi della sociologia della devianza. In particolare verranno affrontati i seguenti temi:

- il concetto di devianza

- come studiare la devianza e la criminalità

- teorie sociologiche sulla devianza

- politiche di contrasto alla devianza e alla criminalità

Nella seconda parte verrà approfondito lo studio su alcune forme di devianza, con particolare riferimento alla prostituzione e alla devianza giovanile.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Ci si attende che gli studenti possano acquisire:
1. conoscenze e capacità di comprensione: padronanza delle conoscenze di base relative all’attuale assetto epistemologico prdella sociolgia della devianza, con particolare riferimento ai suoi elementi costitutivi (concetti di devianza e criminalità, pradigmi interpretativi e metodi di ricerca). Gli studenti conseguiranno tali conoscenze di base: attraverso la partecipazione alle lezioni e lo studio analitico dei testi proposti dal docente e discussi in aula;
2. capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente dovrà mostrare la comprensione dei concetti e delle teorie previsti dal corso; svilupppare approfondimenti, sia dal punto di vita teorico sia empirico Da conseguire tramite discussioni in aula, seminari di approfndiimento, confronto con il docente, studio dei testi;
3. capacità di giudizio: riflessione critica sui temi, gli argomenti, gli autori, i testi presentati. Questa capacità si matura nell'interazione in aula, con il docente e con i colleghi studenti, nella lettura di saggi, articoli, contributi scientifici;
4. abilità comunicative: la capacità di comunicare le conoscenze acquisite in maniera chiara e corretta. Abilità da conseguire attraverso momenti di confronto in aula interagendo attivamente durante lezioni, laboratori, seminari, rispondendo a quesiti, facendo domande e anche tramite contributi scritti;
5. competenze di apprendimento: metodologie di analisi dei problemi, capacità di giudizio autonomo. Competenze da acquisire soprattutto discutendo e argomentando con gli altri studenti e con il docente i temi del corso. La conoscenza dei materiali di studio presentati porterà ad acquisire una capacità di apprendimento ulteriore. Il docente nello svolgimento della didattica incoraggerà l'acquisizione di tale capacità, che sarà oggetto di valutazione  in sede d'esame.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, discussioni in aula.

Obblighi

Frequenza dei 3/4 delle lezioni.

Testi di studio
  • Manuale

- Scarselli D., Vidoni Guidoni O., La devianza, Teorie e politiche di controllo, Carocci, Roma 2008. *I capitoli oggetto di studio saranno indicati dal docente sulla base del programma svolto a lezione.

  • Parte monografica

- Fava T, Ragazzi di scuola. Controstoria della scuola e del bullismo, Castelvecchi Editore, Roma 2024.  

http://www.castelvecchieditore.com/catalogo/

  • Solo lettura

- T. Fava. Da puttane a post-puttane. Quando gli opposti si toccano, si sfiorano, ma non si amano, in AAVV, Sex Worker. Reti sociali, progetti e servizi per uscire dalla prostituzione. Ediesse. Roma. 2000, 119-142. (reperibile all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it)

Modalità di
accertamento

Prova orale basata su almeno tre domande per l'accertamento delle conoscenze e competenze dei temi e concetti fondamentali della sociologia della devianza.

I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze di base, la padronanza del linguaggio specialistico della disciplina, l’applicazione dei concetti di base della disciplina.

Ciascuno dei criteri, di pari peso, è valutato sulla base di una scala a quattro livelli (padronanza approssimativa; padronanza limitata ma sufficiente all'applicazione; padronanza adeguata; padronanza eccellente con capacità di uso autonomo dei concetti, capacità di effettuare collegamenti e di riflessione critica.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni aggiuntive per studentesse e studenti non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi in programma.

Testi di studio
  • Manuale

- Scarselli D., Vidoni Guidoni O., La devianza, Teorie e politiche di controllo, Carocci, Roma 2008 (integralmente).

  • Monografia e saggio (entrambi)

- Fava T, Ragazzi di scuola. Controstoria della scuola e del bullismo, Castelvecchi Editore, Roma 2024.  

http://www.castelvecchieditore.com/catalogo/

- T. Fava. Da puttane a post-puttane. Quando gli opposti si toccano, si sfiorano, ma non si amano, in AAVV, Sex Worker. Reti sociali, progetti e servizi per uscire dalla prostituzione. Ediesse. Roma. 2000, 119-142. (Reperibile all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it)

Modalità di
accertamento

Prova orale, basata su almeno tre domande per l'accertamento delle conoscenze e competenze dei temi e concetti fondamentali della sociologia della devianza e della loro applicazione all'ambito specifico della devianza minorile.

I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze di base, la padronanza del linguaggio sepcialistico della disciplina, l’applicazione dei concetti di base della disciplina all'ambito della devianza minorile..

Ciascuno dei criteri, di pari peso, è valutato sulla base di una scala a quattro livelli (padronanza approssimativa; padronanza limitata ma sufficiente all'applicazione; padronanza adeguata; padronanza eccellente con capacità di uso autonomo dei concetti, capacità di effettuare collegamenti e di riflessione critica.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Note

  • Disponibilità Tesi

"Il docente è disponibile a seguire studenti/esse interessati/e a svolgere il proprio lavoro di testi. La disponibilità riguarda temi inerenti alla scienza politica e alla sociologia della devianza. Per maggiori e più dettagliate informazioni e per un confronto preliminare sui possibili argomenti e su una loro più chiara definizione si prega di contattare il docente: terenzio.fava@uniurb.it

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 29/01/2024


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top