Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ECONOMIA E GOVERNO DELLE PICCOLE IMPRESE I

A.A. CFU
2007/2008 10
Docente Email Ricevimento studenti
Mara Del Baldo l'orario verrà comunicato a inizio lezioni

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di diffondere la conoscenza della piccola impresa offrendo materiali di riflessione che costituiscono un quadro di riferimento e un corpo disciplinare centrato intorno al fenomeno dell’imprenditorialità (modelli teorici e verifiche empiriche), indispensabile per l’apprendimento del fenomeno imprenditoriale e delle logiche di governo delle piccole imprese. Il corso intende, quindi, rispondere ad un’esigenza di formazione sulla piccola impresa che è particolarmente pressante nei contesti territoriali in cui essa è presente, formazione supportata dal riferimento allo studio dell’economia e del governo dell’impresa di grande dimensione, a cui si fa continuo richiamo, pur non essendo totalizzante. In un primo momento, il corso si propone di offrire i concetti e le basi teoriche necessarie per la conoscenza della natura dell’imprenditorialità, delle specificità e degli attributi dei soggetti che la esercitano e dei modelli interpretativi degli assetti e dei percorsi di sviluppo delle piccole imprese. Dopo aver analizzato le diverse tipologie imprenditoriali e di piccole imprese e i relativi modelli di crescita, l’attenzione si sofferma su alcune tipiche manifestazioni dell’imprenditorialità, quali il modello di sviluppo distrettuale, il gruppo imprenditoriale, l’imprenditorialità femminile, le piccole imprese familiari, la gestione socialmente responsabile e gli strumenti di sua comunicazione nelle piccole imprese. Il corso è inoltre destinato a far conoscere agli studenti i concetti teorici fondamentali relativi al governo strategico dell’impresa, con riferimento particolare alle conoscenze relative alla specificità del processo di formazione e di attuazione delle strategie nelle piccole imprese. Oltre alle modalità di formazione delle strategie esso intende approfondire la conoscenza delle alternative strategiche delle piccole imprese, attraverso la descrizione e l’analisi dei diversi tipi di strategie perseguibili.

Programma

Le basi delle conoscenze: imprenditorialità e piccole imprese

Parte Prima 
1. Il problema definitorio della piccola impresa. 
2. Le piccole imprese nel sistema industriale italiano.

Parte Seconda – Imprenditorialità, piccoli imprenditori, piccole imprese 
1.  Gli indirizzi storico e analitico degli studi sull’imprenditorialità. 
2. Un modello “manageriale” di gestione della piccola impresa. 
3. Tipologie di piccoli imprenditori e di piccole imprese. L’approccio tipologico e i modelli di crescita. Il ciclo di vita dell’imprenditore. Le crisi potenziali nel ciclo di vita della piccola impresa. 
4. Le piccole imprese a base familiare. 
5. Il gruppo imprenditoriale. 
6. L’imprenditorialità femminile. 
7. La gestione socialmente responsabile e gli strumenti di sua comunicazione nelle piccole imprese.

Il Governo strategico della piccola impresa

Parte Prima – L’imprenditorialità come strategia 
1. La creazione dell’impresa. Le componenti strategiche di origine soggettiva e di origine ambientale. 
2. Le formule alternative di entrata nell’attività dell’impresa.

Parte Seconda – La formazione delle strategie nella piccola impresa 
1. Le principali filosofie di formazione delle strategie: dall’ottica obiettivo all’ottica processo. 
2. Il processo strategico nella piccola impresa. Pianificazione strategica e formule alternative di gestione strategica nella piccola impresa. 
3. Un modello di governo strategico della piccola impresa. 

Parte Terza – Le opzioni strategiche della piccola impresa 
1. Le strategie generiche o di base. 
2. Le strategie competitive. Piccola dimensione e narrow scope. Le competenze distintive della piccola impresa. 
3. Le strategie di sviluppo quantitativo. 
4. Le strategie di sviluppo qualitativo. Le strategie di rafforzamento. Le strategie di innovazione: i rapporti interaziendali. 
5. Le strategie basate sulla tecnologia.  
6. Le strategie di internazionalizzazione. Modelli, variabili critiche e verifiche empiriche sui processi di internazionalizzazione delle piccole imprese. 
7. Le strategie di “turnaround”. Situazioni, cause di fallimento, strategie imprenditive di ridimensionamento e di rilancio di piccole imprese.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali alternate a momenti di approfondimento, definiti durante il calendario di lezioni, che possono anche prevedere la testimonianza e l’incontro di imprenditori e/o manager di piccole imprese.  E’ possibile che tali momenti vengano realizzati assieme a studenti e docenti di altri corsi. Tali incontri sono finalizzati ad approfondire singole tematiche trattate nel corso e prevedono lo svolgimento di lavori di gruppo, seminari didattici e analisi di risultati di indagini di carattere empirico.

Testi di studio

- Marchini I., Il governo della piccola impresa. Vol. I. Le basi delle conoscenze, Aspi/Ins-Edit, Genova, 2a edizione, 2000. - Marchini I., Il governo della piccola impresa. Vol. II. La gestione strategica, ASPI/INS-Edit, Genova, 2a edizione, 2005.

E' prevista una riduzione di alcune specifiche parti del programma riportate nei testi il cui elenco sarà comunicato dal docente durante la prima settimana di lezione e reso noto sul sito alla pagina docente/insegnamento.

 Materiale di ulteriore approfondimento (letture integrative selezionate e consigliate dal docente (articoli, papers, estratti) verrà messo a disposizione degli studenti durante il corso e sarà depositato presso la segreteria dell'Istituto di Studi Aziendali. I lucidi/slides ppt utilizzati durante le lezioni saranno visionabili e scaricabili (a partire dalle prime settimane di corso) direttamente dal sito della Facoltà, al percorso relativo all’insegnamento/docente in oggetto.

Modalità di
accertamento

Esame finale: prova scritta sulla restante parte del programma (la prova scritta comporterà lo svolgimento di 2 domande nel tempo previsto di un’ora), più prova orale, a cui saranno ammessi gli studenti che hanno superato la prova scritta.

E' prevista almeno una prova scritta intermedia, la cui data sarà ufficializzata e comunicata durante le lezioni e inserita su web.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Non sono previste verifiche intermedie.

Testi di studio

- Marchini I., Il governo della piccola impresa, vol. I – Le basi delle conoscenze, Aspi/Ins-Edit, Genova, 2a edizione, 2000. 
- Marchini I., Il governo della piccola impresa. Vol. II°. La gestione strategica, ASPI/INS-Edit, Genova, 2a edizione, 2005. 
Materiale di approfondimento e letture integrative selezionate e consigliate dal docente (articoli, papers, estratti), che verrà messo a disposizione degli studenti durante il corso e depositato presso la segreteria dell'istituto di Studi Aziendali. 
Presentazioni ppt utilizzate durante le lezioni scaricabili on-line alla pagina docente/insegnamento.

E' prevista una riduzione di alcune specifiche parti del programma riportate nei testi il cui elenco sarà comunicato dal docente durante la prima settimana di lezione e reso noto sul sito alla pagina docente/insegnamento.

Modalità di
accertamento

Esame finale: prova scritta sull’intero programma (la prova scritta comporterà lo svolgimento di 2 domande nel tempo previsto di un’ora), più prova orale, a cui saranno ammessi gli studenti che hanno superato la prova scritta.

Note

1) Si raccomandano tutti gli studenti di dotarsi dei testi relativi alla seconda edizione, così come specificato. Nel caso di difficoltà di reperirli presso librerie, è consigliabile contattare l'editore reperibile al numero telefonico 010-8682609.

2) Eventuali variazioni delle modalità di svolgimento dell’esame finale (prova scritta e orale) saranno comunicate sul sito alla pagina insegnamento/docente.

3) Nel caso di svolgimento di lavori individuali o di gruppo relativi a seminari didattici o casi studio l’elaborato prodotto (su indicazione del docente) sarà oggetto di valutazione informale, consistente nell’attribuzione di un giudizio di cui si terrà conto in sede di esame finale.

4)  Le date e gli esiti della verifica intermedia saranno comunicati in classe, oltre che inseriti sul sito di Facoltà alla pagina insegnamento/docente.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 24/07/2007


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top