Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


CHIMICA APPLICATA AL RESTAURO

A.A. CFU
2008/2009 5
Docente Email Ricevimento studenti
Maria Letizia Amadori Lunedì, ore 10-12.

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso intende fornire allo studente uno strumento di conoscenza utile ad applicare i diversi metodi analitici fisici, chimici, matematici, ecc. allo studio dei Beni Culturali, in funzione della loro conservazione e del loro restauro. Lo studente dovrà essere in grado di comprendere le varie tecniche analitiche al fine di essere in grado di poter selezionare quelle utili ad una miglior conoscenza dei manufatti da restaurare. Attraverso l’esecuzione di osservazioni e test preliminari per identificare lo stato di degrado dei manufatti artistici, saranno poi realizzate campionature finalizzate alle varie problematiche ed eseguite indagini scientifiche. Parallelamente lo studio degli ambienti di conservazione e la compilazione di schede sul Rischio serviranno ad ampliare e verificare le conoscenze acquisite. I risultati ottenuti saranno valutati dallo studente e serviranno per progettare gli interventi di restauro.

Programma

Diagnostica applicata alla conoscenza di problematiche conservative e finalizzata al restauro delle opere d’arte. Microprelievi di campioni di natura diversa da sottoporre ad indagini diagnostiche. Indagini scientifiche su microcampioni: microscopia ottica, cromatografia ionica, diffrattometria a raggi x, microscopia elettronica, spettrofotometria all’infrarosso, analisi isotopiche. Analisi dei risultati e stesura di rapporti scientifici. Indagini microclimatiche: parametri microclimatici e relativo monitoraggio, problemi conservativi. La Carta del Rischio e la normativa vigente. Ad integrazione del corso saranno effettuate esercitazioni in laboratorio e in cantiere e illustrazioni di casi studio.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e in  cantiere, esercitazioni in laboratorio.

Testi di studio

Adrover Gracia, Applicazioni della spettrofotometria IR allo studio dei Beni Culturali, Collana Talenti, Il Prato Ed. Padova, 2001.
Dimos Parte I, Modulo I, Tecniche di esecuzione Materiali costitutivi, Roma 1978.U.
Leute, Archeometria. Un’introduzione ai metodi fisici in archeologia e in storia dell’arte, Nuova Italia Scientifica, Roma 1993.
A. Bernardi, Conservare le opere d’arte. Il microclima degli ambienti museali, Collana Le Pleiadi.
S. Palazzi, Analisi chimica per l’arte del Restauro, Ed. Nardini, 1997.
Dimos Parte I, Modulo III, Leganti Fissativi Pigmenti Metodi riconoscimento, Roma 1978.
Raccomandazioni UNI-Normal.
Dispense fornite dal docente.

Modalità di
accertamento

Esame orale.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Obblighi

Gli studenti non frequentanti sono invitati a presentarsi dal docente dopo l'inizio del corso al fine di concordare il programma.

Modalità di
accertamento

Esame orale

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 14/07/08


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top