Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE
MEDIEVAL PHILOSOPHY

L'anima umana e il suo destino: controversie e discussioni tra il XIII e il XIV secolo
The human soul and its destiny: controversies and debates in the 13th and the 14th centuries

A.A. CFU
2019/2020 6

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Conoscere, almeno a livello essenziale, le prospettive dei principali autori della storia della filosofia da Agostino di Ippona a Guglielmo di Ockham;

Essere in grado di misurarsi con un testo filosofico medievale, collocarlo cronologicamente e comprenderne il lessico di base

Riconoscere le forme e i generi letterari tipici della scolastica medievale

Potere affrontare, in maniera tematica, uno dei grandi problemi della filosofia occidentale  

Programma

Programma 

Parte istituzionale (24 ore): la filosofia medievale da Agostino di Ippona a Guglielmo di Ockham:

- Agostino, Severino Boezio, gli Enciclopedisti, Dionigi l’Areopagita, i maestri della scuola Palatina (in particolare Scoto Eriugena);

- Anselmo d’Aosta e l’unicum argumentum;

- La nascita del metodo scolastico: Pietro Abelardo, Pier Lombardo. 

- La filosofia bizantina, araba, ebraica;

- Le scuole del secolo XII: Chartres, san Vittore, i cistercensi.

- Il ritorno di Aristotele in Occidente

- I maestri latini della prima metà del XIII secolo

-        Alberto Magno, Tommaso d’Aquino, Bomaventura

-        Sigieri di Brabante e il cosiddetto "averroismo latino";

-        Duns Scoto, Guglielmo Ockham 

Parte monografica (12 ore): L'anima umana e il suo destino: controversie e discussioni tra il XIII e il XIV secolo.  

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding). Aumento della capacità di argmentazione, misurata sulla capacità  di riconoscere le radici medievali di alcuni paradigmi concettuali del presente

autonomia di giudizio (making judgements). Acquisizione di informazioni e/o dati nell'ambito di un lungo periodo della storia della filosofia, utili per la riflessione, la formulazione di ipotesi e la determinazione di giudizi autonomi.

Abilità comunicative (communication skills). Epressione chiara di conoscenze, idee, problemi e soluzioni tipiche della filosofia medievale a interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendere (learning skills). Livello di autonomia nello studio e nell'ampprendimento.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale

Obblighi

Nessun obbligo particolare

Testi di studio

M. Pereira, La filosofia nel Medioevo. Secoli VI-XV, Carocci, Roma 2008

Aristotele, L'anima, a cura di G. Movia, Bompiani, Milano 2001 (e successive ristampe) 

Boezio di Dacia, Questioni sull'anima, a cura di Antonio Petagine, EDUSC, Roma (in corso di pubblicazione)

Una breve antologia di altri brani necessari per sostenere l'esame saranno disponibili sulla piattaforma.   

Testo consigliato: A. Petagine, Aristotelismo difficile. L'intelletto umano nella prospettiva di Alberto Magno, Tommaso d'Aquino e Sigieri di Brabante, Vita e Pensiero, Milano 2004.

Modalità di
accertamento

Colloquio orale, costituito da tre domande attintenti al programma indicato

Attraverso questa tipologia, si intende accertare prevalentemente la padronanza di conoscenze di tipo dichiarativo e la capacità di comprensione di concetti, contesti e generi letterari

La vlautazione averrà secondo la seguente griglia: 

Conoscenza dei concetti  

Livello 4: eccellente

Il candidato risponde in conosce in modo esauriente l'argomento, le sue articolazioni, le relazioni tra testi e contesti, come pure gli sviluppi che da esso scaturiscono

Livello 3: buono

Il candidato indica e descrive l'argomento in modo proprio, commettendo al massimo alcune imprecisioni di dettaglio

Livello 2: sufficiente

Il candidato conosce conosce la periodizzazione, mostra la capacità di cogliere le fondamentali interconnessioni tra l’evento e il contesto storico-culturale. Commette imprecisioni e/o qualche omissione

Livello 1: insufficiente

La conoscenza dell’argomento risulta parziale, compromessa da omissioni decisive ed errori, anche gravi

Competenze

Livello 4: eccellente

Il candidato ricostruisce con piena consapevolezza dei diversi aspetti dell'argomento e mostra di essersi posto di fronte a testi e problemi in modo ponderato e riflessivo

Livello 3: buono 

Il candidato sa ricostruire in modo adeguato la struttura sequenziale dell’argomento  e distingue i diversi aspetti che lo costituiscono, seppur in modo non particolarmente approfondito

Livello 2: sufficiente 

Il candidato sa contestualizzare e riconosce le diverse dimensioni degli argomenti, seppure con qualche imprecisione o confusione

Livello 1: insufficiente

Il candidato non ricostruisce il contesto, né la sequenza delgi argomenti 

Capacità espressiva 

Livello 4: eccellente 

Il candidato utilizza con piena padronanza il lessico specifico della disciplina e si esprime in modo chiaro e preciso

Livello 3: buono 

Il candidato utilizza un lessico appropriato e si esprime in modo chiaro

Livello 2: sufficiente

Il candidato utilizza un lessico di base e si esprime in modo prevalentemente chiaro

Livello 1: insufficiente

Il candidato non usa il linguaggio appropriato e mostra difficoltà espressive

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

M. Pereira, La filosofia nel Medioevo. Secoli VI-XV, Carocci, Roma 2008

Boezio di Dacia, Questioni sull'anima, a cura di Antonio Petagine, EDUSC, Roma (in corso di pubblicazione)

A. Petagine, Aristotelismo difficile. L'intelletto umano nella prospettiva di Alberto Magno, Tommaso d'Aquino e Sigieri di Brabante, Vita e Pensiero, Milano 2004   

Altri testi necessari per sostenere l'esame saranno disponibili sulla piattaforma.

Modalità di
accertamento

Colloquio orale, costituito da tre domande attintenti al programma indicato

Attraverso questa tipologia, si intende accertare prevalentemente la padronanza di conoscenze di tipo dichiarativo e la capacità di comprensione di concetti, contesti e generi letterari

La vlautazione averrà secondo la seguente griglia: 

Conoscenza dei concetti  

Livello 4: eccellente

Il candidato risponde in conosce in modo esauriente l'argomento, le sue articolazioni, le relazioni tra testi e contesti, come pure gli sviluppi che da esso scaturiscono

Livello 3: buono

Il candidato indica e descrive l'argomento in modo proprio, commettendo al massimo alcune imprecisioni di dettaglio

Livello 2: sufficiente

Il candidato conosce conosce la periodizzazione, mostra la capacità di cogliere le fondamentali interconnessioni tra l’evento e il contesto storico-culturale. Commette imprecisioni e/o qualche omissione

Livello 1: insufficiente

La conoscenza dell’argomento risulta parziale, compromessa da omissioni decisive ed errori, anche gravi

Competenze

Livello 4: eccellente

Il candidato ricostruisce con piena consapevolezza dei diversi aspetti dell'argomento e mostra di essersi posto di fronte a testi e problemi in modo ponderato e riflessivo

Livello 3: buono 

Il candidato sa ricostruire in modo adeguato la struttura sequenziale dell’argomento  e distingue i diversi aspetti che lo costituiscono, seppur in modo non particolarmente approfondito

Livello 2: sufficiente 

Il candidato sa contestualizzare e riconosce le diverse dimensioni degli argomenti, seppure con qualche imprecisione o confusione

Livello 1: insufficiente

Il candidato non ricostruisce il contesto, né la sequenza delgi argomenti 

Capacità espressiva 

Livello 4: eccellente 

Il candidato utilizza con piena padronanza il lessico specifico della disciplina e si esprime in modo chiaro e preciso

Livello 3: buono 

Il candidato utilizza un lessico appropriato e si esprime in modo chiaro

Livello 2: sufficiente

Il candidato utilizza un lessico di base e si esprime in modo prevalentemente chiaro

Livello 1: insufficiente

Il candidato non usa il linguaggio appropriato e mostra difficoltà espressive

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 09/08/19


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top